OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

EMILIA ROMAGNA

Home

Mappa

Contatti


Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

INTERVENTI REGIONALI
31/03/2017  -  Emesso dalla Regione Emilia Romagna il bando: "Modalità e criteri per la concessione di contributi per la realizzazione di diagnosi energetiche o l'adozione di sistemi di gestione energia conformi alle norma ISO 50001 da parte delle piccole e medie imprese in attuazione del programma regionale approvato con DGR 776/2015 e DGR 1897/2016".  Le risorse stanziate a valere su questo bando sono pari a complessivi euro 2.388.000. La Regione Emilia-Romagna, in attuazione del Programma regionale approvato con DGR n. 776/2015 e integrato con le modifiche apportate con DGR n. 1897/2016, intende sostenere le PMI con sito produttivo localizzato nel territorio regionale e che non ricadono negli obblighi di cui all'art. 8, comma 3 del D.Lgs. 102/2014, per la realizzazione di diagnosi energetiche o per l'adozione di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001. L'ammontare del contributo concedibile per ciascuna domanda è pari al: a) 50% delle spese ammissibili, fino ad un contributo massimo di 5.000,00 euro al netto dell'IVA per la realizzazione della diagnosi energetica; b) 50% delle spese ammissibili, fino ad un contributo massimo di 10.000,00 euro al netto dell'IVA, per l'adozione del Sistema di Gestione Energia conforme alle norme ISO 50001.

03/02/2017  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna, nell'ambito del PSR 2014/2020 - Misura 7, un bando per la realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili. I beneficiari devono risultare iscritti all'Anagrafe regionale delle Aziende Agricole e trovarsi in Aree rurali con problemi di sviluppo (zone D del PsR) o in Aree inserite in un programma di sviluppo locale Leader approvato dalla Regione Emilia Romagna ad esclusione delle aree che ricadono in zona A. Oggetto di finanziamento è la realizzazione di nuovi impianti pubblici, consistenti in: centrali con caldaie alimentate a cippato o a pellets; reti di teleriscaldamento o di semplice distribuzione del calore a più fabbricati e/o soluzioni "intelligenti" per lo stoccaggio dell'energia prodotta, esclusivamente se a completamento delle centrali oggetto di investimento nell'ambito della medesima domanda di sostegno; piccoli impianti idroelettrici. A seconda della tipologia di energia prodotta, i suddetti impianti potranno avere potenza massima pari a: 3 MWt per le caldaie a cippato o pellets; 1 MWe per gli impianti idroelettrici. Il presente avviso pubblico è a valere su un ammontare complessivo di Euro 4.080.604. Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 100% della spesa ammissibile nel limite massimo di Euro 500.000.

28/11/2016  -  Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale n. 1897 del 2016: "Approvazione della convenzione con il Ministero dello sviluppo economico per il cofinanziamento del programma regionale finalizzato a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche o l'adozione di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme iso 50001 nelle piccole e medie imprese e modifica dei termini di avvio e durata del programma regionale approvato con la deliberazione n. 776/2015. Le risorse stanziate a valere su questo programma sono pari a complessivi euro 2.388.000.


29/08/2016  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna, nell'ambito del PSR 2014/2020 - Misura 6, il bando "Operazione 6.4.02: diversificazione attività agricole con impianti per la produzione di energia da fonti alternative". Il presente avviso pubblico è a valere su un ammontare complessivo di Euro 11.157.975,20. Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 50 % della spesa ammessa a contributo. Possono beneficiare degli aiuti di cui al presente avviso gli imprenditori agricoli singoli o associati. Sono ammesse al sostegno le seguenti tipologie di intervento: a) centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets (max 3 MWt); b) impianti per la produzione di biogas (max 3 MWt); c) impianti per la produzione di energia eolica (max 1 MWe); d) impianti per la produzione di energia solare (max 1 MWe o 3 MWt); e) impianti per la produzione di energia idrica (max 1 MWe); f) impianti per la produzione di biometano (max 3 MWt); g) impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: max 3 MWt e 1 MWe; h) impianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale; i) piccole reti per la distribuzione dell'energia e/o impianti intelligenti per lo stoccaggio di energia a servizio delle centrali o degli impianti realizzati in attuazione del presente avviso per max 20% della spesa ammessa del progetto presentato.

02/05/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale n. 610 del 28/04/2016: "Modalita' e criteri per la concessione di contributi per la realizzazione di interventi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici e dell'edilizia residenziale pubblica in attuazione dell'asse 4, priorità di investimento "4c", obiettivo specifico 4.1, azioni 4.1.1 e 4.1.2 del POR FESR 2014-2020". Il bando intende sostenere gli enti pubblici nel conseguire obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell'energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e nell'edilizia residenziale pubblica. Possono presentare domanda: Comuni, Province, Città metropolitana, Unioni di Comuni, società partecipate degli enti locali, soggetti pubblici o amministrazioni pubbliche, Acer. Le spese ammissibili sono: Progettazione, direzione lavori, coordinamento sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo e certificazione impianti, macchinari ed opere ammesse a contributo; Fornitura, installazione e posa in opera di materiali e componenti necessari alla realizzazione degli impianti, macchinari ed opere ammessi ad intervento, ivi inclusi gli oneri di sicurezza; Opere edili strettamente necessarie e connesse alla realizzazione degli interventi energetici, ivi inclusi gli oneri di sicurezza; Redazione di diagnosi energetiche e/o certificazione energetica degli edifici. Le risorse stanziate a valere su questo bando sono pari ad euro 28.000.000. I progetti sono finanziati sotto forma di cofinanziamento in conto capitale per un massimo del  30% delle spese ammissibili.

12/10/2015  -  Emesso dalla Regione Emilia Romagna, finanziato dal POR FESR 2014/2020, un bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti all'innovazione in ambito energetico. Il presente bando punta a promuovere la realizzazione di progetti strategici di ricerca industriale rivolti a sviluppare nuovi prodotti e tecnologie per: nuovi sistemi di microgenerazione termica ed elettrica; sistemi di telecontrollo, riqualificazione e miglioramento dell'efficienza energetica negli edifici; sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili; sistemi di stoccaggio dell'energia; riqualificazione delle infrastrutture energetiche nell'ottica delle smart grid. I progetti dovranno essere presentati da raggruppamenti che comprendano laboratori di ricerca accreditati dalla Regione Emilia-Romagna ai sensi della DGR n. 762/2014, anche insieme a centri per l'innovazione e altri organismi di ricerca4 non accreditati. Le risorse stanziate a valere su questo bando sono pari a 2.000.000 di euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa secondo le seguenti intensità: A) Organismi di ricerca e soggetti che non svolgono attività economica: 70% per Ricerca industriale e Sviluppo sperimentale, 100% per Diffusione e valorizzazione; B) Altri soggetti pubblici e privati: 50% per Ricerca industriale; 25% per Sviluppo sperimentale, 100% per Diffusione e valorizzazione.

09/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna un bando per interventi diretti a migliorare l'efficienza energetica e l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili a favore degli utenti finali in edifici pubblici utilizzati per finalità sociali. Possono presentare richiesta di finanziamento i soggetti pubblici titolari di immobili appartenenti alle seguenti categorie: Edifici di edilizia residenziale pubblica; Centri di riabilitazione per anziani e disabili; Case di riposo; Centri di accoglienza e case famiglia; Edifici di edilizia sociale di proprietà degli enti locali. Gli interventi ammissibili riguardano tutte quelle opere di manutenzione straordinaria degli edifici e dei relativi impianti di riscaldamento, volti alla riduzione dei costi energetici di gestione a carico degli utilizzatori. Tra le varie tipologie di intervento sono preferibili quelle che associano all'intervento di efficientamento l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile, sia per la fornitura di energia termica che per la fornitura di energia elettrica. L'agevolazione consiste in un contributo massimo di 25.000,00 euro per alloggio o 350 euro per mq.


27/02/2015  -  Con la Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 204 del 27 febbraio 2015, riapre il bando  approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 438 del 31 marzo 2014. per la qualificazione energetica delle imprese turistiche e commerciali, nell'ambito del "POR FESR 2007-2013, Asse III, Attività III.1.2. I termini per la presentazione delle domande vanno dal 9 al 31 marzo 2015.

30/09/2014  -  Con Determinazione n. 13589 del 30/09/2014 sono stati riaperti i termini per l'accoglimento di ulteriori domande di contributo a sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di Energia nei settori del Turismo e del Commercio, nell'ambito del "POR FESR 2007-2013, Asse III, Attività III.1.2, nell'arco temporale decorrente dal 1 Settembre al 30 Settembre 2014.  Il bando è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 438 del 31 marzo 2014.

21/07/2014  -  Con Delibera della Giunta regionale n. 1163 del 21 luglio 2014 sono stati riaperti i termini per l'accoglimento di ulteriori domande di contributo a sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di Energia nei settori del Turismo e del Commercio, nell'ambito del "POR FESR 2007-2013, Asse III, Attività III.1.2, nell'arco temporale decorrente dal 1 Settembre al 30 Settembre 2014.  Il bando è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 438 del 31 marzo 2014.

27/06/2014  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Legge Regionale n. 7 del 2014: "Legge Comunitaria Regionale per il 2014". Con tale legge, tra le altre cose, al Titolo II, si recepiscono le direttive comunitarie in materia di promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili e di efficienza energetica, attraverso la modifica della legge regionale 23 dicembre 2004, n. 26 (Disciplina della programmazione energetica territoriale ed altre disposizioni in materia di energia);

14/04/2014  -  Riapre la possibilità di presentare domanda al fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy, a valere sull'Asse 3 del Programma Fesr 2007-2013 della Regione Emilia Romagna. Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima estesa a 7 anni nella misura minima di 20mila euro e nella misura massima di 1 milione di euro per progetto. Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse pubbliche Por Fesr, il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito. Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2013. Il tasso effettivo praticato a carico dell'impresa beneficiaria corrisponderà all'Euribor maggiorato di 4,75 punti. Ridotto dallo 0,5% a zero il costo della provvista pubblica, che incide per il 40% sul tasso del finanziamento. Il che, agli attuali valori di Euribor, corrisponderebbe a un Taeg per le imprese sul finanziamento complessivo di non superiore al 3% per l'intera durata del finanziamento. Il fondo si pone l'obiettivo di incrementare gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l'efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso la produzione o l'autoconsumo, nonché l'utilizzo di tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali volti all'efficienza energetica dei processi o a ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti. Possono fare ricorso al fondo le piccole e medie imprese operanti,  in base alla classificazione delle attività economiche Ateco 2007, nei settori dell'industria, dell'artigianato e dei servizi alla persona aventi localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. La domande potranno essere presentate esclusivamente online a partire dal 14 aprile 2014, seguendo le modalità indicate sul sito http://www.fondoenergia.eu.

31/03/2014  -  Con Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna n. 438 del 31/03/2014, nell'ambito dell'Attività III.1.2 del POR FESR 2007-2013, è stato emesso un bando per il sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di energia nei settori del commercio e del turismo. Il bando mette a disposizione circa 7 milioni di euro e incentiva interventi volti alla realizzazione delle seguenti misure: a) interventi integrati comprendenti misure di risparmio energetico o di miglioramento dell'efficienza energetica e impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; b) installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Il contributo previsto nel presente bando è concesso sotto forma di cofinanziamento in conto capitale delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi. Il contributo è concesso sulla base del punteggio attribuito in base ai criteri di valutazione nella misura massima di seguito indicata: 40% per interventi con punteggio maggiore o uguale a 60; 35% per interventi con punteggio compreso tra 35 e 60 esclusi; 30% per interventi con punteggio minore o uguale a 35. Il contributo di cui al presente bando viene concesso in regime de minimis secondo quanto stabilito nel Regolamento CE della Commissione del 18 dicembre 2013, n. 1407.

26/02/2014  -  La Provincia di Reggio Emilia, con delibera di Giunta Provinciale n. 24 del 11.02.2014, ha approvato la proposta di Piano Energetico Provinciale, comprensiva di rapporto ambientale e sintesi non tecnica, da sottoporre alla procedura di valutazione ambientale strategica (VAS) prevista dal Dlgs. 152/2006.

18/02/2014  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna un Bando rivolto agli Enti locali per sostenere l'adesione al Patto dei Sindaci, attraverso la concessione di contributi per la redazione dei Piani di Azione per l'Energia Sostenibile (PAES), in attuazione dell'Asse 7 del Piano Triennale di Attuazione 2011-2013 del Piano Energetico Regionale.  Il contributo è di 3.000 euro per i Comuni fino a 10.000 abitanti, 5.000 euro da 10.001 fino a 30.000 abitanti e 7.000 euro per i Comuni con più di 30.000 abitanti.

09/07/2013  -  Con Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna 2 luglio 2013, N. 903 è stato emesso un bando rivolto agli Enti locali per sostenere l'adesione al patto dei sindaci, attraverso la concessione di contributi per la redazione dei Piani di Azione per l'energia sostenibile (PAES).

15/04/2013  -  Con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 21 del 2013 è stato approvato il Piano per il Clima della Provincia di Bologna. Il Piano offre un quadro aggiornato delle emissioni di CO2 sul territorio provinciale e una serie di schede per mettere a sistema, quantificare e monitorare tutte le azioni per l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti rinnovabili. 

09/04/2013  -  Con Delibera n. 81 del 2013 la Provincia di Reggio Emilia ha approvato il Documento Preliminare del Piano Energetico Provinciale.  Il documento è incentrato su sei linee strategiche: 1. Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente e dei sistemi urbani e territoriali; 2. Efficienza energetica del sistema produttivo, verso un'economia a basse emissioni; 3. Mobilità sostenibile; 4. Reti energetiche (smart grid in smart cities); 5. Sviluppo fonti energetiche rinnovabili (FER) e inserimento ambientale-paesaggistico e territoriale degli impianti; 6. Diffusione delle conoscenze e della "cultura energetica", ricerca e innovazione.

28/03/2013  -  Dal 28 marzo 2013 al 29 aprile 2013 è operativo in Emilia Romagna il Fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy. Con Delibere di Giunta n. 1419 del 2011 e n. 65 del 2012 la Regione Emilia-Romagna ha approvato la costituzione di un fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy. Il fondo, istituito nell'ambito dell'Asse 3 del Por Fesr 2007-2013 "Qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile" (Attività III.1.3), dispone di un plafond iniziale di risorse pari a 23,7 milioni di euro - di cui 9,5 milioni a valere sull'Asse 3 del Programma.  Possono fare ricorso al fondo le piccole e medie imprese operanti nei settori dell'industria, dell'artigianato e dei servizi alla persona. Il fondo incentiva gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l'efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.  Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima di 4 anni, nella misura minima di 75 mila euro e nella misura massima di 300 mila euro per progetto. Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse del Por Fesr (tasso 0,5%), il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito (tasso Euribor + 3%). Per ulteriori informazioni: http://www.fondoenergia.eu.

01/08/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna un bando che disciplina, in attuazione del Piano Energetico Regionale, le modalità di concessione di contributi per la progettazione, la realizzazione e il monitoraggio di progetti di qualificazione energetica di cui alla lettera a), artt. 2, 3 e 4 della L.R. n. 26/04, finalizzati al conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell'energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra. Beneficiari sono gli Enti Locali pubblici. Gli incentivi variano dal 10% al 70% secondo il tipo di intervento. Il limite massimo del contributo concedibile è pari a 400.000 € per ogni progetto.

18/07/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale 25 giugno 2012, n. 855: "Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per impianti termici civili e industriali alimentati a biomasse solide con potenzialità termica nominale complessiva inferiore a 10 MWt, ai sensi degli articoli 271 comma 3 e 272 comma 2 del Dlgs 152/2006 "norme in materia ambientale" - integrazioni e modifiche alla DGR 2236/2009."

12/04/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale 26 marzo 2012, n. 362: "Attuazione della D.A.L. 51 del 26 luglio 2011 - Approvazione dei criteri per l'elaborazione del computo emissivo per gli impianti di produzione di energia a biomasse".  I criteri specificati nel presente documento  si applicano agli impianti per la produzione di energia elettrica da biomasse aventi potenza termica nominale superiore a 250 kWt. Ai fini del computo delle potenze più impianti localizzati nello stesso stabilimento sono considerati come un unico impianto.

16/03/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna il Regolamento Regionale n. 1 delle procedure autorizzative relative alla costruzione e all'esercizio di impianti di produzione di energia elettrica di competenza regionale in attuazione dell'articolo 16, comma 1, della legge regionale 23 dicembre 2004, n. 26 (disciplina della programmazione energetica territoriale ed altre disposizioni in materia di energia). Il presente regolamento si applica alla costruzione e all'esercizio degli impianti, di competenza regionale, per la produzione di energia elettrica di potenza superiore a 50 MW termici, alimentati da fonti convenzionali e rinnovabili, anche in assetto cogenerativo.

09/11/2011  -  Pubblicate sul BUR della Regione Emilia Romagna due delibere della Giunta Regionale, la n. 1495 del 24 ottobre 2011 "Criteri tecnici per la mitigazione degli impatti ambientali nella progettazione e gestione degli impianti a biogas" e la n. 1496 del 24 ottobre 2011 "Integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/09 - Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per impianti di produzione di energia con motori a cogenerazione elettrica aventi potenza termica nominale compresa fra 3 e 10 MWt alimentati a biogas, ai sensi degli articoli 271 comma 3 e 272 comma 2 del DLgs 152/06 (Norme in materia ambientale)".

06/10/2011  -  Con Delibera della Giunta Regionale dell'Emila Romagna n. 1366 del 26/9/2011 vengono aggiornate le disposizioni in materia di rendimento energetico degli edifici.  Con questo provvedimento, l'Emilia-Romagna è la prima Regione a recepire nella propria disciplina le disposizioni del D.Lgs. 28/2011 in materia di integrazione di impianti ad energia rinnovabile negli edifici: A) Copertura mediante FER del 50% del fabbisogno di energia per la produzione di acqua calda sanitaria; B) Installazione di impianti di produzione di energia elettrica da FER per una potenza pari a 1 kW per alloggio e 0,5 kW ogni 100 mq di superficie per edifici non residenziali.

26/07/2011  -  l'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna ha approvato la Delibera n. 51 del 2011, che Individua le aree e i siti per l'installazione di impianti di produzione di energia elettrica mediante l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili eolica, da biogas, da biomasse e idroelettrica.

27/01/2011  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emila Romagna un bando, emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013, per la concessione di contributi finalizzati a favorire la rimozione dell'amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l'installazione e messa in esercizio di impianti fotovoltaici. Possono beneficiare dei contributi del presente bando le PMI della Regione. Le risorse finanziarie ammontano a 9 Mln di euro. Gli interventi che possono beneficiare del contributo previsto nel presente bando sono i seguenti: a) interventi finalizzati alla rimozione e allo smaltimento dei manufatti contenenti cemento-amianto anche di matrice resinosa presenti in edifici, immobili e/o stabilimenti in cui si svolgono attività lavorative; b) interventi di coibentazione degli edifici climatizzati indicati nella precedente lettera a); c) interventi finalizzati alla installazione - sugli edifici indicati nella precedente lettera a) - e messa in esercizio di impianti fotovoltaici di nuova fabbricazione. I regimi di aiuti applicabili sono o il regime de minimis (30-45% dell'investimento) o il regime generale di esenzione (45% dei sovraccosti). Il contributo concedibile per ciascun beneficiario non potrà eccedere, per l'intero complesso di interventi ammessi, la somma complessiva di  € 150.000.

17/01/2011  -  Con Delibera n. 46 del 2011 la Giunta Regionale dell'Emilia Romagna ha approvato la ricognizione delle aree oggetto della deliberazione dell'assemblea legislativa del 6 dicembre 2010, n. 28 (recante "prima individuazione delle aree e dei siti per l'istallazione di impianti di produzione di energia elettrica mediante l'utilizzo della fonte energetica rinnovabile solare fotovoltaica").
       
06/12/2010  -  L'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna ha approvato in data odierna la delibera n. 28: "Prima individuazione delle aree e dei siti per l'installazione di impianti di produzione di energia elettrica mediante l'utilizzo della fonte energetica rinnovabile solare fotovoltaica. 

26/07/2010  -  Approvata dalla Giunta Regionale dell'Emila Romagna la delibera n. 1198 del 2010 contenente: "Misure di semplificazione relative al procedimento per la costruzione e l'esercizio degli impianti di generazione elettrica alimentati da biogas prodotto da biomasse provenienti da attività agricola".


30/04/2009  -  Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 417 del 30 marzo 2009, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia - Romagna n. 79 del 30/04/2009, è stato approvato il bando per la promozione dei programmi degli Enti locali di qualificazione energetica e di sviluppo di impianti a fonti rinnovabili. I programmi di qualificazione energetica devono conseguire un obiettivo di risparmio di energia primaria pari ad almeno 500 tep/a. Detto obiettivo può essere raggiunto come somma dei contributi parziali legati ad una o più delle misure nel seguito indicate: a) interventi volti a dotare gli edifici pubblici di impianti a fonti rinnovabili e/o di impianti di cogenerazione ad alta efficienza; b) interventi finalizzati alla realizzazione di piattaforme solari di proprietà pubblica; c) interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi a rete per il riscaldamento urbano di proprietà pubblica; d) interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi efficienti di utenza elettrica; e) interventi finalizzati al risparmio energetico nell'illuminazione pubblica; f) interventi a carattere sperimentale e dimostrativo finalizzati alla realizzazione di edifici pubblici e ad uso pubblico ad alta prestazione energetica, per non più di un intervento per programma.

20/10/2008  -  Emesso dalla Regione Emilia Romagna un bando di finanziamento per la realizzazione di aree ecologicamente attrezzate nell'ambito territoriale e in attuazione dell'attività III.1.1 del POR FESR 2007/2013 e dell'accordo tra la Regione e le province sottoscritto in data 13 dicembre 2006. La dotazione finanziaria ammonta a 53 milioni di euro. Sono finanziabili: le piattaforme energetiche a fonti rinnovabili, intese come sistema costituito da uno o più impianti di generazione elettrica alimentati da fonti rinnovabili, anche in assetto cogenerativo; i sistemi a rete per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, per la produzione e la fornitura di aria compressa, freddo tecnologico e altre forme di energia, a servizio dell'area; gli impianti di cogenerazione, trigenerazione e quadrigenerazione ad alto rendimento a servizio dell'area; i sistemi di illuminazione ad alto rendimento delle aree esterne e delle parti comuni; i sistemi di telecontrollo e telegestione degli impianti e delle reti di interesse collettivo. I soggetti beneficiari del finanziamento regionale possono essere i seguenti: enti pubblici; forme di partenariato pubblico/privato; società/enti responsabili della gestione di aree ecologicamente attrezzate; PMI e loro forme associate, selezionate dal soggetto attuatore degli interventi attraverso bandi di gara. I massimali di aiuto sono: 45% dei sovraccosti per gli enti pubblici e 45-65% dei sovraccosti per le imprese. In alternativa per le PMI 10-20% dei costi totali. Se si applica il regime de minimis 50% dei costi totali per tutti.

21/07/2008  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera n. 1050 del 7 luglio 2008:  Sistema di accreditamento dei soggetti preposti alla certificazione energetica degli edifici.

16/07/2008  -  E` stato aperto dalla Regione Emilia Romagna un bando regionale, emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013, diretto alla qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale, attraverso il sostegno ad interventi di PMI finalizzati a promuovere, il risparmio energetico, l'uso efficiente dell'energia, l'autoproduzione di energia, la valorizzazione delle fonti rinnovabili, sistemi di produzione combinata di diverse forme di energia ed infine la riduzione delle emissioni di gas serra. Le risorse stanziate sono di 15 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle domande è il 31 ottobre 2008.

04/03/2008  -  L'Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna ha approvato l'atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici, che riguarda non solo le abitazioni ma anche gli edifici in uso alle imprese artigiane, industriali, agricole e del terziario. Si tratta di importanti novità concernenti i nuovi edifici e le ristrutturazioni di quelli superiori a 1000 mq e l'adozione dell'obbligo di certificazione energetica, che entreranno in vigore a partire dal 1° luglio 2008.



NORMATIVA IN MATERIA DI ENERGIA

Delibera GR n.1725 del 24 ottobre 2016: Modifiche all'"Atto di coordinamento tecnico regionale per la definizione dei requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici" di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 967 del 20 luglio 2015.

Delibera GR n. 1648 del 17/10/2016: Modifiche alla D.G.R. 1496/2011: integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/09 - Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per impianti di produzione di energia con motori a cogenerazione elettrica aventi potenza termica nominale compresa fra 3 e 10 MWt alimentati a biogas, ai sensi degli articoli 271 comma 3 e 272 comma 2 del Dlgs 152/2006 "norme in materia ambientale".


30/05/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Legge regionale n. 9 del 30 maggio 2016 con la quale, tra le altre cose, vengono effettuate modifiche ad alcune norme regionali riguardanti il settore energia ed in particolare alcune disposizioni delle leggi regionali n. 13 del 2015, n. 37 del 2002, n. 10 del 1993, nonché la legge regionale 23 dicembre 2004, n. 26 anche con riferimento alla disciplina degli impianti termici.

08/03/2016  -  La Giunta regionale dell'Emilia Romagna ha adottato la Delibera del 7 marzo n. 304, Sistema di certificazione energetica degli edifici: determinazione del contributo richiesto ai soggetti certificatori ai sensi del comma 7 dell'art. 25-ter della L.R. n. 26 del 2004 e modifiche agli Allegati della deliberazione di Giunta regionale n. 1275/2015.

20/11/2015  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale n. 1732 del 12/11/2015: "Terza direttiva per l'applicazione dell'art. 2 della legge regionale 29 settembre 2003, n. 19 recante: "Norme in materia di riduzione dell'inquinamento luminoso e di risparmio energetico".

10/09/2015  -  Pubblicata sul BUR della Regione Emilia Romagna la Delibera della Giunta Regionale n. 1275 del 7/9/2015: Approvazione delle disposizioni regionali in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici (certificazione energetica) (art. 25-ter L.R. 26/2004 e s.m.). Con tale Delibera la Regione Emilia Romagna si adegua a quanto previsto dalle norme nazionali ed europee in materia di certificazione energetica degli edifici.

Deliberazione della Giunta Regionale 20 Luglio 2015, n. 967: "Approvazione dell'atto di coordinamento tecnico regionale per la definizione dei requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici (artt. 25 e 25-bis L.R. 26/2004 e s.m.)".

Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna 27 febbraio 2015, n. 181: Rettifica della deliberazione della Giunta regionale n. 1577 del 13 ottobre 2014 riportante "Modifiche alle disposizioni in materia di prestazione energetica degli edifici di cui agli allegati 1, 2 e 3 della delibera dell'Assemblea Legislativa del 4 marzo 2008 n. 156 e s.m.".

Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna del 13/10/2014 n. 1577: Modifiche alle disposizioni in materia di prestazione energetica degli edifici di cui agli Allegati 1, 2 e 3 della delibera dell'Assemblea legislativa del 4 marzo 2008 n. 156 e s.m.

Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna del 09/12/2008 n. 2136: Accordi di programma per la mobilità sostenibile e per i servizi minimi autofiloviari per il 2007-2010 relativi ai bacini di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini
.

06/10/2008  -  Con Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna n. 1580 del 2008, sono state approvate le "Linee guida dell'azione regionale per la mobilità sostenibile"
.

Legge regionale n. 26 del 23-12-2004: Disciplina della programmazione energetica territoriale ed altre disposizioni in materia di energia. Bollettino ufficiale della regione Emilia-Romagna n. 175 del 28 dicembre 2004


Legge regionale n. 19 del 29-09-2003: Norme in materia di riduzione dell'inquinamento luminoso e di risparmio energetico. Bollettino ufficiale della regione Emilia-Romagna n. 147 del 29 settembre 2003

Delib. G.R. del 13/01/2003 n. 18. Attuazione dell'accordo tra Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunita' Montane per l'esercizio dei compiti e delle funzioni di rispettiva competenza in materia di produzione di energia elettrica


Delib. G.R. del 18/03/2002 n. 387. Prime disposizioni concernenti il coordinamento dei compiti attribuiti agli enti locali in materia di contenimento dei consumi di energia negli edifici ai sensi del comma 5, art. 30 del dlgs 112/98.

Legge regionale n. 12 del 04-05-2001. Modifiche alla legge regionale 21 aprile 1999, n. 3 in materia di ambiente, viabilita' e trasporti e modifiche alla legge regionale 14 gennaio 1989, n. 1. Bollettino ufficiale della regione Emilia-Romagna n. 58 del 7 maggio 2001.


PIANI ENERGETICI
Piano energetico regionale approvato nel 2017
Documento di sintesi del Piano energetico regionale
approvato nel 2017
Secondo piano triennale di attuazione del piano energetico regionale 2011-2013
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE approvato nel 2007
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE approvato nel 2002
Piano Energetico Ambientale della Provincia di Bologna
Piano Energetico Ambientale della Provincia di Modena
Piano di Azione provinciale per l'energia della Provincia di Rimini (PARFER) (2012)
Aggiornamento Piano di Azione provinciale per l'energia della Provincia di Rimini (PARFER) (2015)
Piano Energetico della Provincia di Ravenna approvato dal CP nel 2011

STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)


LINK UTILI

Sito internet Fondi Strutturali della Regione Emilia Romagna
Sito internet Regione Emilia Romagna: bandi Fondi Strutturali
Sito internet Energia della Regione Emilia Romagna
Arpa Emilia Romagna
Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena
Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia di Forl
ì-Cesena
Meta - Modena energia territorio ambiente - Modena
Gruppo Hera
Ermesenergia
Bollettino Ufficiale Regionale