OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

FONTI RINNOVABILI
BANDI ANNI PRECEDENTI

Home

Mappa

Contatti

12/10/2015  -  Emesso dalla Regione Emilia Romagna, finanziato dal POR FESR 2014/2020, un bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti all'innovazione in ambito energetico. Il presente bando punta a promuovere la realizzazione di progetti strategici di ricerca industriale rivolti a sviluppare nuovi prodotti e tecnologie per: nuovi sistemi di microgenerazione termica ed elettrica; sistemi di telecontrollo, riqualificazione e miglioramento dell'efficienza energetica negli edifici; sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili; sistemi di stoccaggio dell'energia; riqualificazione delle infrastrutture energetiche nell'ottica delle smart grid. I progetti dovranno essere presentati da raggruppamenti che comprendano laboratori di ricerca accreditati dalla Regione Emilia-Romagna ai sensi della DGR n. 762/2014, anche insieme a centri per l'innovazione e altri organismi di ricerca4 non accreditati. Le risorse stanziate a valere su questo bando sono pari a 2.000.000 di euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa secondo le seguenti intensità: A) Organismi di ricerca e soggetti che non svolgono attività economica: 70% per Ricerca industriale e Sviluppo sperimentale, 100% per Diffusione e valorizzazione; B) Altri soggetti pubblici e privati: 50% per Ricerca industriale; 25% per Sviluppo sperimentale, 100% per Diffusione e valorizzazione.

02/10/2015  -  Emesso dalla Regione Valle d'Aosta un Bando per la creazione e lo sviluppo di Unità di ricerca. Con il presente bando la Regione Valle d'Aosta promuove la creazione e lo sviluppo di Unità di ricerca che operino sul territorio regionale al fine di valorizzare e rafforzare l'intera filiera della ricerca e le reti di cooperazione tra il sistema della ricerca e le imprese, per contribuire alla competitività e alla crescita economica del territorio. Tra le aree tematiche previste dal bando ci sono:
A) Energia (Applicazioni e sistemi per la generazione distribuita, la cogenerazione/trigenerazione di energia, specialmente nel campo delle biomasse e del mini e micro-idro per la gestione sostenibile delle risorse naturali, Tecnologie per la distribuzione e per l'accumulo di energia, Bio-processi di pre-trattamento delle biomasse e per la produzione di energia (produzione di biocarburanti), Realizzazione e gestione di sistemi tecnologici avanzati per la riduzione dell'intensità energetica delle attività produttive, Servizi di energy management, Tecnologie per l'auto-configurazione degli impianti);
B) Edilizia sostenibile e bio edilizia: Applicazioni per l'edilizia sostenibile, la costruzione di edifici a basso consumo energetico e la ristrutturazione di edifici con tecniche volte al risparmio e all'efficienza energetica, Bio-edilizia, architettura bio-climatica e nuovi materiali, Automazione di edifici, Servizi intelligenti di installazione e configurazione impianti;
I beneficiari dei contributi sono le imprese, gli organismi di ricerca, le amministrazioni pubbliche e gli organismi di diritto pubblico, che abbiano almeno una sede operativa nel territorio della regione Valle d'Aosta al momento della liquidazione, anche parziale, del contributo. La dotazione finanziaria complessiva è di euro 4.097.306,60, dei quali euro 3.500.000 dal POR FESR 2014/2020 Asse 1 ed euro 597.306,60 dal POR FSE 2014/2020 Asse 3. Gli incentivi variano tra il 50% e il 100% in caso di ricerca industriale e tra il 25% e il 100% in caso di sviluppo sperimentale.

15/09/2015  -  Sviluppo Campania promuove due avvisi al fine di selezionare idee innovative per migliorare la qualità dei servizi delle città campane e la fruizione turistica nell'area di Pompei, con l'intento di trasformarle in vere e proprie iniziative di impresa di successo. Si tratta di "Creative Clusters Smart Cities" e "Creative Clusters Beni Culturali e Turismo". Creative Clusters Smart Cities è realizzato in partnership con il Ministero dello Sviluppo Economico e i Distretti e i Laboratori ad Alta Tecnologia presenti in Campania. I settori di riferimento di Creative Clusters Smart Cities sono: energie rinnovabili ed efficienza energetica, mobilità alternativa, risorse naturali, broadband, smart health, smart education, smart government, smart culture & travel, smart security. L'iniziativa è finanziata dal POR FESR 2007/2013 della Regione Campania, Obiettivo Operativo 2.1. Creative Clusters Smart Cities è rivolto a: 1. Persone fisiche; 2. Startup.

13/07/2015  -  Con Decreto 13 luglio 2015, firmato dall'Autorità di gestione del POI Energia, viene ampliata da 50 a 80 milioni di euro la dotazione finanziaria dell'Avviso pubblico 28 maggio 2015-CSE 2015 Comuni per la Sostenibilità e l'Efficienza energetica, per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e/o di produzione di energia da fonti rinnovabili, a servizio di edifici di Amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza.

09/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna un bando per interventi diretti a migliorare l'efficienza energetica e l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili a favore degli utenti finali in edifici pubblici utilizzati per finalità sociali. Possono presentare richiesta di finanziamento i soggetti pubblici titolari di immobili appartenenti alle seguenti categorie: Edifici di edilizia residenziale pubblica; Centri di riabilitazione per anziani e disabili; Case di riposo; Centri di accoglienza e case famiglia; Edifici di edilizia sociale di proprietà degli enti locali. Gli interventi ammissibili riguardano tutte quelle opere di manutenzione straordinaria degli edifici e dei relativi impianti di riscaldamento, volti alla riduzione dei costi energetici di gestione a carico degli utilizzatori. Tra le varie tipologie di intervento sono preferibili quelle che associano all'intervento di efficientamento l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile, sia per la fornitura di energia termica che per la fornitura di energia elettrica. L'agevolazione consiste in un contributo massimo di 25.000,00 euro per alloggio o 350 euro per mq.

08/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito dell'Asse IV (Energia sostenibile) del POR FESR 2014/2020, il bando "Sostegno agli investimenti per l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile". Beneficiari sono le grandi, medie e piccole imprese extra agricole. Le risorse finanziarie ammontano a  € 2.000.000 e trovano copertura finanziaria nel Fondo Unico regionale per le attività produttive e nelle risorse assegnate all'Attività 4.1.1 del POR FESR Umbria 2014-2020. L'aiuto è pari rispettivamente al 30%, 40% e 50% per le grandi, medie e piccole imprese, in regime ordinario o in regime de minimis. Sono ammissibili a contributo gli investimenti finalizzati a perseguire un utilizzo razionale dell'energia e/o autoprodurre energia da fonte rinnovabile, secondo le tipologie e con le modalità indicate nell'Allegato 1 e 2. La realizzazione dell'intervento dovrà essere effettuata presso una unica unità produttiva dell'azienda richiedente che dovrà essere ubicata nel territorio della Regione Umbria. L'ammontare degli investimenti ammissibili non può essere inferiore a  € 30.000. Il contributo pubblico, per ciascuna richiesta, non potrà superare l'importo di € 600.000. Il bando con Determinazione Dirigenziale n. 5829 del 10 agosto è stato corretto e ripubblicato sul BUR del 19/08/2015. Il documento scaricabile tramite il precedente link corrisponde alla versione corretta.

01/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia un bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa. Il bando è stato emesso nell'ambito dei commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17. Sono beneficiari dei contributi i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili. Interventi finanziabili: a) messa a norma di impianti di utilizzazione dell'energia elettrica; b) realizzazione di impianti domotici finalizzati all'ottimizzazione dei consumi energetici; c) installazione di impianti solari termici, fotovoltaici e impianti geotermici; d) installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell'abitazione; e) realizzazione dell'isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto o dell'involucro edilizio relativamente alle pareti esterne verticali; f) sostituzione di serramenti. Il contributo è assegnato nella misura del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, e comunque, nell'importo non superiore a 10.000 euro.

29/06/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Molise, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un avviso rivolto alle Amministrazioni comunali e agli altri enti pubblici della regione Molise per il finanziamento di progetti finalizzati a rendere energeticamente più efficienti gli utilizzi degli edifici pubblici e le utenze energetiche pubbliche. Le risorse finanziarie ammontano a 4 milioni di euro. Sono finanziabili i seguenti tipi di intervento: Categoria A (interventi sull'involucro degli edifici, opere di ristrutturazione/sostituzione di impianti generali e/o di riscaldamento e raffrescamento convenzionali, caldaie ad alta efficienza energetica anche alimentate da biomassa, impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o di impianti di teleriscaldamento, pompe di calore, realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti solari fotovoltaici e/o termici, impianti di mini/microeolico operanti in scambio sul posto, etc.), redazione della diagnosi energetica degli edifici interessati dagli interventi, certificazione energetica); Categoria B (interventi di pubblica illuminazione, impianti e macchinari volti all'efficientamento energetico del ciclo integrato dell'acqua). Per gli interventi di cui alla Categoria A, le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto per il 30% e di prestito soggetto a restituzione, a valere sul "Fondo rotativo per l'Efficienza energetica", per il restante 70%. Per gli interventi di cui alla Categoria "B", le agevolazioni sono concesse interamente nella forma di contributo a fondo perduto.

24/06/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito della nuova programmazione dei fondi strutturali 2014/2020, un bando a sostegno dei progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale delle imprese. Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dal 15 luglio e fino al 30 settembre. Gli ambiti tecnologici di riferimento rispetto ai temi dei progetti sono individuati dalla strategia regionale di specializzazione intelligente quali energia, chimica verde, scienze della vita, agrifood, fabbrica intelligente ed aerospazio. L'agevolazione a favore delle imprese consiste in un contributo a fondo perduto concesso nella seguente misura: - 35% per le PMI e 25% per le GI del costo del progetto ammesso all'agevolazione e relativo alle attività di sviluppo sperimentale; - 60% per le PMI e 50% per le GI del costo del progetto ammesso all'agevolazione e relativo alle attività di ricerca industriale. La dotazione finanziaria ammonta ad € 1.500.000, non appena iscritte a bilancio le risorse relative alla prima annualità del POR FESR 2014-2020 Asse I Azione 1.1.1 la dotazione finanziaria verrà aumentata ad € 6.500.000.

28/05/2015  -  Emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico l'Avviso Comuni per la Sostenibilità e l'Efficienza Energetica 2015, che ha una dotazione finanziaria di 50 milioni di euro. L'Avviso offre alle amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza la possibilità di ottenere il finanziamento per realizzare progetti di efficientamento e/o produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici pubblici, attraverso l'acquisizione di beni e servizi tramite le procedure telematiche del Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). Tutti gli interventi dovranno essere realizzati sulla base di una diagnosi energetica dell'edificio oggetto dell'intervento, che deve essere già in possesso dell'Amministrazione. L'Avviso CSE 2015 finanzia interventi da realizzare attraverso l'acquisizione tramite MePA dei seguenti prodotti: impianto fotovoltaico connesso in rete; impianto solare termico acs per uffici; impianto solare termico acs per scuole con annessa attività sportiva; impianto a pompa di calore per la climatizzazione; interventi di relamping. Il finanziamento è concesso nella forma del contributo a fondo perduto per la realizzazione di interventi attraverso l'acquisto e l'approvvigionamento, fino al 100% dei costi ammissibili.

03/04/2015  -  Firmate stamane due importanti convenzioni tra la Regione Calabria e, rispettivamente, l'Universita' della Calabria e l'Universita' "Mediterranea" di Reggio Calabria. Le convenzioni sono relative a sei interventi di risparmio energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili proposti dalle due Universita'. Le risorse impiegate sono pari a 30 milioni di euro. Si tratta di interventi che erano stati candidati a finanziamento nell'ambito del Programma Operativo interregionale Energie Rinnovabili e risparmio energetico (POI ENERGIA) 2007-2013 e ritenuti ammissibili dal Ministero dello Sviluppo economico, non finanziati per carenza di risorse disponibili.

20/02/2015  -  Emesso dalla Fondazione Cariplo un bando, a favore di 100 comuni ed enti del proprio territorio di riferimento, per la realizzazione di interventi finalizzati all'efficienza energetica e allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Gli interventi dovranno ottenere: 1) Corretta gestione e contabilizzazione dell'energia elettrica degli edifici pubblici e dell'illuminazione pubblica; 2) Assistenza Tecnica per lo sviluppo di investimenti mirati ad ottenere una percentuale di risparmio energetico pari ad almeno il 20% rispetto ai consumi medi dei tre anni precedenti nelle seguenti aree: a) riqualificazione energetica degli edifici e degli impianti termici di proprietà dei; b) integrazione di fonti rinnovabili nell'ambiente costruito; c) riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione pubblica e degli impianti semaforici. Il budget a disposizione del presente bando senza scadenza ammonta a 1,8 milioni di euro. Le richieste di contributo su questo bando potranno essere presentate da: a) Comuni o raggruppamenti di Comuni che, singolarmente o aggregati, abbiano un numero di abitanti superiore a 5.000 (al 31/12/14); sono esclusi i Comuni il cui numero di abitanti sia superiore a 100.000 unità (al 31/12/14); b) Unioni di comuni, Consorzi di Comuni, Associazioni di comuni, Comunità montane indipendentemente dal numero di abitanti; c) Province; d) Città metropolitane.

06/02/2015  -  Con la Delibera della Giunta Regionale n. 99 del 2015 è stato approvato in Liguria un bando per la concessione di contributi per interventi di miglioramento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia da fonte rinnovabile in strutture adibite ad attività sportive e ricreative. L'agevolazione è concessa da Filse spa, a titolo di aiuto in regime di
"de minimis", e consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% della spesa ammissibile. Il bando, che ha una dotazione di 1.054.605 euro. Sono ammissibili a contributo i seguenti interventi: a. interventi finalizzati alla riqualificazione degli impianti attraverso interventi atti a ridurre i fabbisogni energetici delle strutture sportive e/o ricreative o di loro parti mantenendo o migliorando il servizio reso. b. interventi volti al contenimento energetico negli impianti di illuminazione (ad es: sostituzione lampade con altre ad alta efficienza e miglior durata, adozione di riduttori del flusso luminoso, rifasamento impianti ecc.) c. realizzazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica fino ad un massimo ammissibile di 20 kWp destinati ad autoconsumo; d. realizzazione di impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili destinati all'auto consumo.

31/12/2014  -  Con Decreto del Presidente della Regione Friuli n. 0242/Pres del 19 dicembre 2014, è stato pubblicato un bando che concede contributi in conto capitale per la realizzazione di impianti energetici a biomassa legnosa, al fine di promuovere l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili provenienti dalla foresta e dall'arboricoltura da legno specializzata. I soggetti beneficiari del contributo sono i seguenti: a) imprese di utilizzazione boschiva; b) imprese di prima trasformazione del legno; c) aziende agricole; d) consorzi forestali; e) proprietari forestali. Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di spesa: a) gli interventi di acquisto e messa in opera di nuove caldaie a biomassa forestale, finalizzate alla sola produzione termica da combustione, destinate a servire utenze pubbliche e private, compresa l'installazione dell'eventuale relativo sistema di telecontrollo; b) l'installazione di container di contenimento dell'impianto forniti unitamente all'impianto stesso, esclusa l'edificazione di strutture in legno o latero cemento, al fine di contenere l'impianto o come deposito della biomassa. Gli interventi presentano i seguenti requisiti di ammissibilità: a) potenza termica non inferiore a 30 kW e non superiore a 100 kW; b) efficienza energetica termica non inferiore al 90 per cento. Il contributo viene concesso in misura pari all'80 per cento della spesa ammissibile per i soggetti pubblici; al 40 per cento della spesa ammissibile per i soggetti diversi da quelli pubblici. Non sono ammessi a contributo gli interventi con spesa ammissibile di importo complessivo inferiore a 15.000,00 euro. I soggetti possono presentare domanda contributo dal 1° gennaio al 28 febbraio di ogni anno.

07/11/2014  -  Pubblicato sul BUR della Regione Veneto un bando per la concessione di contributi finalizzati alla rottamazione ed acquisto di impianti termici a biomasse con potenza massima di 35kW, previa rottamazione dei preesistenti generatori. La dotazione finanziaria è di 2 milioni di euro. Sono possibili due tipologie di generatori: Misura A): stufe, inserti e cucine a pellet (UNI EN 14785), stufe e termostufe a legna (UNI EN 13240), camini chiusi e inserti a legna (UNI EN 13229), cucine e termo cucine a legna (UNI EN 12815), stufe ad accumulo (UNI EN 15250), per il riscaldamento domestico, di potenza al focolare inferiore o uguale a 35 kW, con rendimento termico pari almeno all'85% e con emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 11 allegata al Dm 28 dicembre 2012 (Conto termico); MISURA B): caldaie, di potenza al focolare inferiore o uguale a 35 kW, certificate (UNI EN 303-5:2012), a basse emissioni ed alta efficienza, alimentate a biomasse combustibili. L'impianto deve essere dotato di un accumulo inerziale.
Beneficiari: privati cittadini proprietari o titolari di altri diritti reali sull'abitazione ove avviene l'installazione dell'apparecchio; i locatari di abitazioni con contratto di locazionale regolarmente registrato; gli amministratori condominiali o un proprietario, ove non fosse presente l'amministratore, delegato allo scopo. Il contributo copre fino al 50% della spesa sostenuta, comprensiva di IVA, per un importo massimo per intervento pari a: 1.600 € euro ciascun intervento della misura A); 5.000 € euro ciascun intervento della misura B). Le domande di contributo vanno presentate entro il 10 dicembre 2014.

15/10/2014  -  Emesso dalla Regione Toscana un bando, nell'ambito del PAR FAS 2007/2013 linea d'azione 1.1, per il finanziamento di progetti di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati congiuntamente da imprese e organismi di ricerca in materia di nuove tecnologie del settore energetico, fotonica, ict, robotica e altre tecnologie abilitanti connesse. L'ambito di intervento del presente bando è individuato nell'integrazione tra il sistema della R&S e alta formazione e quello produttivo regionale. Si prevede di intervenire nei seguenti settori: A) Nuove tecnologie del settore energetico, con particolare riferimento al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili;  B) Piattaforma tecnologica integrata per l'optoelettronica, la fotonica, l'ICT, la robotica e le altre tecnologie abilitanti connesse. Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 51,14 milioni di euro. I contributi di cui al presente bando costituiscono aiuti di stato concessi in regime di esenzione ai sensi del Regolamento (CE) della Commissione n. 651 del 17 giugno 2014.

01/10/2014  -  Emesso dalla Regione Basilicata un bando per la concessione di contributi per interventi di risparmio energetico su unità abitative private. Il bando è finalizzato ad incentivare interventi per il contenimento dei consumi energetici, su unità abitative di proprietà di soggetti privati, con priorità per quelli che versano in condizioni di disagio economico. Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 10 milioni di euro. Il contributo varia tra il 40% e il 100% in funzione dell'ISEE del nucleo familiare. Ogni domanda di contributo potrà riguardare più tipologie di intervento tra quelle previste. In tal caso il costo massimo complessivo ammissibile è dato dalla somma dei costi massimi ammissibili dei singoli interventi, e comunque non potrà essere superiore a € 10.000,00.  Le tipologie di intervento sono: A. Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica (max 4.500 €);  B. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio (max 10.000 €); C. Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari (max 3.000 €); D. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale (max 4.000 €); E. Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili (max 3.000 €).


30/09/2014  -  Con Determinazione n. 13589 del 30/09/2014, in Emilia Romagna, sono stati riaperti i termini per l'accoglimento di ulteriori domande di contributo a sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di Energia nei settori del Turismo e del Commercio, nell'ambito del "POR FESR 2007-2013, Asse III, Attività III.1.2, nell'arco temporale decorrente dal 1 Ottobre al 10 Ottobre 2014.  Il bando è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 438 del 31 marzo 2014.

11/09/2014  -  Emesso dalla Regione Valle d'Aosta un bando per la presentazione di domande di aiuto in applicazione della misura 311 "diversificazione in attività non agricole" - azione d) "impianti per energia da fonti alternative" del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013. Possono presentare domanda di finanziamento i seguenti soggetti: le imprese agricole; le società cooperative agricole.  Gli interventi ammissibili riguardano: la realizzazione di microimpianti per la produzione di energia elettrica da impianto fotovoltaico di potenza massima di 200 KW, da intendersi come potenza massima utile così come definita dall'art.3 del D.M. 5 maggio 2011. Gli impianti fotovoltaici devono essere posizionati sulle superfici di edifici regolarmente accatastati. Sono ammessi a finanziamento: 1. le spese relative ai componenti, alle strutture di ancoraggio dei moduli ed alla messa in opera dell'impianto fotovoltaico, nei limiti di quanto strettamente necessario alla realizzazione dell'intervento secondo le migliori tecniche di progettazione in materia; 2. le spese generali e tecniche per la progettazione, direzione lavori e collaudo per un massimo del 10% della spesa ammissibile per impianti fino a 20 Kwp e del 7% per impianti oltre tale soglia. L'aiuto, in forma di contributo in conto capitale, è pari al 60% del costo ammissibile e viene calcolato ed erogato nel rispetto delle norme fissate per gli aiuti "de minimis". La dotazione finanziaria è di euro 200.000.

21/07/2014  -  Con Delibera della Giunta regionale dell'Emilia Romagna n. 1163 del 21 luglio 2014 sono stati riaperti i termini per l'accoglimento di ulteriori domande di contributo a sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di Energia nei settori del Turismo e del Commercio, nell'ambito del "POR FESR 2007-2013, Asse III, Attività III.1.2, nell'arco temporale decorrente dal 1 Settembre al 30 Settembre 2014.  Il bando è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 438 del 31 marzo 2014.

15/07/2014  -  Con Decreto n. 2967 dell'11 luglio 2014, si è dato inizio in Toscana all'operatività del Fondo di garanzia per investimenti nelle energie rinnovabili. Prendono così il via le agevolazioni a garanzia finanziaria per prestiti finalizzati alla riqualificazione energetica e all'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili (art. 103 Legge regionale n. 66/2011 - Legge finanziaria per l'anno 2012). Beneficiari: piccole e medie imprese (Pmi), persone fisiche, associazioni, aziende sanitarie e ospedaliere, enti locali. La garanzia è rilasciata per un importo massimo non superiore all'80% della spesa ammessa. L'importo massimo garantito è: per le persone fisiche: € 100.000, per gli altri soggetti beneficiari: € 250.000, per gruppi di imprese: € 375.000.

04/07/2014  -  L'Autorità di Gestione del POI Energia 2007/2013, ha inteso accordare una specifica attenzione ai progetti delle Università pubbliche presenti nelle Regioni Convergenza e che, per questi motivi, aveva avviato con lettera del 05.03.2014 (Prot. nº 4281) indirizzata a tutte le Università pubbliche delle Regioni Convergenza una specifica procedura di ricognizione e di esame delle iniziative ad avanzato stadio di progettazione, almeno definitiva, per interventi di efficientamento energetico e produzione da FER. Con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 luglio 2014, al termine dell'istruttoria, è stato approvato l'elenco dei progetti ammissibili a finanziamento per interventi di efficientamento energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici delle Università pubbliche delle Regioni Convergenza. L'Autorità di Gestione del POI ha effettuato il riparto delle risorse disponibili sulle proprie linee di attività, assegnando alle proposte delle Università delle Regioni Convergenza risorse pari a € 11.872.936,55.

26/06/2014  -  Pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico un bando (C.S.E. - Comuni per la Sostenibilità e l'Efficienza energetica) relativo alla concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e/o produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici di Amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza, attraverso l'acquisto e l'approvvigionamento dei relativi beni e servizi con le procedure telematiche del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). Il bando è finanziato dal POI Energia 2007/2013 con 15 milioni di euro. Il finanziamento è concesso nella forma del contributo a fondo perduto fino al 100% del costo ammissibile. Possono beneficiare del contributo tutte le Amministrazioni Comunali delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Sono ammessi al finanziamento: impianti fotovoltaici; impianti solari termici; impianti di minicogenerazione; impianti a pompa di calore per la climatizzazione; beni per l'efficienza energetica. 

14/04/2014  -  Riapre la possibilità di presentare domanda al fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy, a valere sull'Asse 3 del Programma Fesr 2007-2013 della Regione Emilia Romagna. Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima estesa a 7 anni nella misura minima di 20mila euro e nella misura massima di 1 milione di euro per progetto. Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse pubbliche Por Fesr, il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito. Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2013. Il tasso effettivo praticato a carico dell'impresa beneficiaria corrisponderà all'Euribor maggiorato di 4,75 punti. Ridotto dallo 0,5% a zero il costo della provvista pubblica, che incide per il 40% sul tasso del finanziamento. Il che, agli attuali valori di Euribor, corrisponderebbe a un Taeg per le imprese sul finanziamento complessivo di non superiore al 3% per l'intera durata del finanziamento. Il fondo si pone l'obiettivo di incrementare gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l'efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso la produzione o l'autoconsumo, nonché l'utilizzo di tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali volti all'efficienza energetica dei processi o a ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti. Possono fare ricorso al fondo le piccole e medie imprese operanti,  in base alla classificazione delle attività economiche Ateco 2007, nei settori dell'industria, dell'artigianato e dei servizi alla persona aventi localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. La domande potranno essere presentate esclusivamente online a partire dal 14 aprile 2014, seguendo le modalità indicate sul sito http://www.fondoenergia.eu.

31/03/2014  -  Con Delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna n. 438 del 31/03/2014, nell'ambito dell'Attività III.1.2 del POR FESR 2007-2013, è stato emesso un bando per il sostegno di progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili di energia nei settori del commercio e del turismo. Il bando mette a disposizione circa 7 milioni di euro e incentiva interventi volti alla realizzazione delle seguenti misure: a) interventi integrati comprendenti misure di risparmio energetico o di miglioramento dell'efficienza energetica e impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; b) installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Il contributo previsto nel presente bando è concesso sotto forma di cofinanziamento in conto capitale delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi. Il contributo è concesso sulla base del punteggio attribuito in base ai criteri di valutazione nella misura massima di seguito indicata: 40% per interventi con punteggio maggiore o uguale a 60; 35% per interventi con punteggio compreso tra 35 e 60 esclusi; 30% per interventi con punteggio minore o uguale a 35. Il contributo di cui al presente bando viene concesso in regime de minimis secondo quanto stabilito nel Regolamento CE della Commissione del 18 dicembre 2013, n. 1407.

26/03/2014  -  Con Decreto Dirigenziale n. 1004 del 11/03/2014 è stato approvato dalla Regione Toscana un Bando per la concessione di agevolazioni a garanzia finanziaria per prestiti finalizzati alla riqualificazione energetica ed all'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili sul "fondo di garanzia per energie rinnovabili" istituito con la legge regionale 27 dicembre 2011 n. 66. Possono presentare la richiesta di garanzia: le PMI, gli enti locali, le aziende sanitarie ed ospedaliere, le associazioni che svolgono attività assistenziali, culturali e ricreative,  le associazioni e società sportive dilettantistiche, le persone fisiche. Sono ammissibili le spese per: a. impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria; b. impianti solari fotovoltaici da connettere alla rete di trasmissione elettrica, di potenza di picco compresa tra 1 kW e 100 kW; c. impianti eolici fino a 100 kW; d. impianti di riscaldamento, cogenerazione e trigenerazione a biomassa di potenza nominale non superiore a 1000 kW termici e 350 kW elettrici, solo se alimentati da biomasse da filiera corta; e. impianti mini-idroelettrici, fino a 100 kW; f. impianti per l'utilizzo diretto del calore geotermico mediante pompe di calore anche senza prelievo di fluido; g. impianti di illuminazione pubblica che utilizzano tecnologie ad alta efficienza, lampade a risparmio energetico, sistemi di alimentazione elettronica con tele controllo e telegestione o lampioni fotovoltaici; h. impianti centralizzati anche di tipo cogenerativo alimentati a gas naturale fino a 500 kW termici e 250 kW elettrici; i. impianti e reti di teleriscaldamento a servizio di utenze pubbliche e private; j. coibentazioni ed interventi di riduzione dei consumi energetici ed installazione di uno degli impianti di cui alle lettere da a) a i) del presente comma. La garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all'80% dell'importo di ciascun finanziamento. La dotazione finanziaria disponibile è pari ad € 2.800.000.


24/03/2014  -  Con Decreto Dirigenziale n. 201 del 20/03/2014 è stato approvato dalla Regione Campania, un bando per la realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile a servizio di edifici di proprietà di AASSLL, AASSOO, CONSORZI DI BONIFICA E CONSORZI ASI ed alla realizzazione di interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici di proprietà dei medesimi enti. Le risorse finanziarie disponibili provenienti dal POR FESR 2007/2013 obiettivi operativi 3.1 e 3.3, ammontano a complessivi 20 milioni di euro, di cui
sei milioni per l'obiettivo operativo 3.1 "Offerta energetica da fonte rinnovabile" e  quattordici milioni per l'obiettivo operativo 3.3 "Contenimento ed efficienza della domanda". Per la realizzazione degli interventi è previsto un contributo pubblico in conto capitale la cui entità è pari al 100% della spesa ammissibile. Con riferimento all'obiettivo 3.1 potranno essere realizzati, su uno o più immobili di proprietà del beneficiario: Impianti solari fotovoltaici; Impianti solari termici e/o di solar cooling; Impianti solari a concentrazione in grado di soddisfare in tutto e/o in parte i fabbisogni energetici dell'utenza. Con riferimento all'obiettivo 3.3 potranno essere realizzati, su uno o più immobili di proprietà del beneficiario: interventi sull'involucro degli edifici al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico; interventi di ristrutturazione e sostituzione di impianti generali, elettrici e/o degli impianti di riscaldamento e raffrescamento convenzionali con eventuale e connessa realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o impianti geotermici con pompe di calore geotermiche a bassa entalpia al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico.

13/03/2014  -  Con Decreto n. 88 del 13/03/2014 il Dipartimento dell'Energia ha approvato l'Invito per la presentazione di manifestazione di interesse da proporre a finanziamento del Fondo di Sviluppo Urbano "Jessica Energia Sicilia", di progetti per l'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili a favore di Enti Locali territoriali Siciliani anche attraverso ricorso a modelli di Partenariato Pubblico Privato. La dotazione finanziaria ammonta a 52,7 M€ messa a disposizione dal POR FESR 2007/2013. Gli interventi ammessi riguardano: l'energia rinnovabile e l'efficienza energetica. L'aiuto consiste nel finanziamento fino al 100% dell'intervento con un tasso pari allo 0% per una durata fino a 20 anni.


13/02/2014  -  Con decreto Dirigenziale n. 289 del 06/02/2014 è stato emanato dalla Regione Piemonte, nell'ambito del PAR FSC 2007/2013 (ex PAR FAS), un bando di avviso per la manifestazione di interesse finalizzato alla realizzazione del progetto "Sviluppo della filiera bosco energia". La dotazione finanziaria della presente iniziativa è pari a € 1.434.822,61. I soggetti che potranno realizzare gli interventi sono: 1) comuni, singoli o associati, anche in forma societaria; 2) proprietari forestali pubblici e/o privati; 3) imprese iscritte all'Albo Regionale delle Imprese forestali; 4) ESCO o altra impresa che con le imprese forestali di cui al punto precedente, si candidino alla realizzazione di investimenti di valorizzazione energetica delle biomasse locali, mediante l'implementazione di contratti di rendimento energetico. Oggetto delle iniziative deve essere la realizzazione di uno o più dei seguenti interventi: a) impianti per la produzione di energia termica o per la cogenerazione di energia termica ed elettrica che utilizzano biomasse forestali; b) piattaforme per il conferimento, lavorazione e commercializzazione delle biomasse forestali; c) piani di approvvigionamento, piani forestali aziendali e interventi di miglioramento boschivo; d) definizione degli accordi (contratti, soggetti giuridici) organizzativi e commerciali per la realizzazione di filiere corte (protocolli pluriennali d'acquisto); e) definizione degli accordi per pervenire alla gestione forestale associata che sia unitaria per gli aspetti tecnici ed economici, professionale e multifunzionale; f) acquisto o locazione di terreni per un importo non superiore al 10% delle spese ammesse a contributo. Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto dell'importo massimo di 200.000 € per ogni proposta progettuale. L'entità è così definita in relazione al tipo di intervento: non superiore al 50% per gli interventi di cui alla lettera a); non superiore al 40% per gli interventi di cui alle lettere b), c) ed f); non superiore al 30% per gli interventi di cui alla lettera d) ed e).

20/12/2013  -  La Giunta regionale della Liguria, con deliberazione n.1667 del 20 dicembre 2013 ha emesso un bando per la concessione delle agevolazioni nell'ambito dell'Asse 2 del Por Fesr 2007-2013 che si propone di sostenere la competitività del sistema delle imprese liguri e dei soggetti no-profit, supportando azioni rivolte alla produzione di energia da fonte rinnovabile fotovoltaica. La dotazione finanziaria complessiva prevista è pari a 1.689.000 euro. Sono considerati ammissibili investimenti finalizzati alla realizzazione di impianti fotovoltaici di potenza superiore o uguale ai 20 kWp ed inferiore o uguale a 200 kWp, sia per autoconsumo, che collegati alla rete elettrica di distribuzione per la produzione di energia da fonti rinnovabili; gli investimenti devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di concessione del contributo. Sono ammissibili le spese riferite a iniziative avviate dalla data di pubblicazione del presente bando sul Burl e il contributo a fondo perduto è erogato a titolo del regime "de minimis" ed è previsto nella misura del 40% della spesa di investimento ammissibile, del 50% nel caso di sostituzione di una copertura esistente contenente amianto. Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente online sul sito www.filse.it (sezione imprese, bandi aperti) dal 25 febbraio 2014 al giorno 25 marzo 2014.

20/11/2013  -  Emesso da parte del Ministero dello Sviluppo Economico un bando per la concessione di agevolazioni in favore di programmi di investimento innovativi da realizzare nei territori delle Regioni dell'Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Le risorse finanziarie disponibili per la concessione degli aiuti di cui al presente bando ammontano a euro 150.000.000,00 (centocinquanta milioni) a valere sulle risorse del Piano di Azione Coesione di cui alle delibere CIPE n. 96 del 3 agosto 2012 e n. 113 del 26 ottobre 2012.  Beneficiari sono le imprese.  Una quota pari al 60% delle risorse è riservata ai programmi proposti da micro, piccole o medie imprese.  I programmi di investimento devono essere finalizzati allo svolgimento delle seguenti attività economiche:
a) attività manifatturiere di cui alla sezione C della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, con esclusione di quelle indicate al comma 4;  b) produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore di cui alla sezione D della predetta classificazione ATECO, nei limiti indicati nell'allegato al presente bando;  c) attività di servizi come individuate nell'allegato al presente decreto. I programmi di investimento di cui al punto b) devono riguardare la produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore, di cui alle classi 35.1 e 35.3 della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, limitatamente agli impianti alimentati da fonti rinnovabili o che concorrono all'incremento dell'efficienza energetica e al risparmio energetico, con potenza non superiore a 50 MW elettrici. E' concessa una sovvenzione rimborsabile per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive pari al 75%.  La sovvenzione rimborsabile deve essere parzialmente restituita dall'impresa beneficiaria per una percentuale articolata, in relazione alla dimensione dell'impresa beneficiaria, come segue: a) per le imprese di piccola dimensione 70% della sovvenzione; b) per le imprese di media dimensione 80% della sovvenzione;  c) per le imprese di grande dimensione 90% della sovvenzione.

24/10/2013  -  Con Delibera della Giunta provinciale di Trento n. 2337 del 24/10/2013 è stato emesso un bando, nell'ambito del POR FESR 2007/2013 della Provincia,  per incentivare investimenti da parte delle imprese diretti ad un uso razionale dell'energia, all'efficienza energetica e all'impiego di fonti rinnovabili di energia. La dotazione finanziaria ammonta a 3,1 milioni di euro. Sono ammissibili esclusivamente le spese relative alle seguenti tipologie d'investimento: A. Reti energetiche; B. Caldaie a biomassa; C. Impianti fotovoltaici; D. Collettori solari; E. Coibentazioni termiche; F. Caldaie a condensazione; G. Impianti finalizzati al recupero del calore; H. Pompe di calore; I. Cogenerazione; J. Altre iniziative dalle quali conseguano rilevanti riduzioni dei consumi di energia termica e/o di energia elettrica; K. Impianti eolici; L. Impianti idroelettrici. L'intensità dell'aiuto varia a seconda dell'intervento e dei beneficiari. (30-65% per piccole imprese, 30-55% per le medie imprese, 20-45% per le grandi imprese).

02/09/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Campania due bandi nell'ambito del POR FESR 2007/2013 relativi a: A) bando per la presentazione di istanze per la realizzazione di interventi finalizzati alla realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile a servizio di edifici di proprietà dei comuni ed alla realizzazione di interventi di efficientamento energetico degli edifici di proprietà dei comuni; B) bando per i piccoli e medi comuni aventi sede nella regione campania per la presentazione di istanze per la redazione dei PAES. Per il bando di cui al punto A la dotazione finanziaria è di 45 milioni di euro mentre per quello di cui al punto B è di 5 milioni di euro. Per la realizzazione degli interventi è previsto un contributo pubblico in conto capitale la cui entità è pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile. Con riferimento al bando di cui al punto A potranno essere realizzati: Impianti solari fotovoltaici; Impianti solari termici e/o di solar cooling; Impianti solari a concentrazione; Interventi sull'involucro degli edifici al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico; Interventi di ristrutturazione e sostituzione di impianti generali, elettrici e/o degli impianti di riscaldamento e raffrescamento convenzionali con eventuale e connessa realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o impianti geotermici con pompe di calore geotermiche a bassa entalpia al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico. Con riferimento al bando di cui al punto B possono essere realizzati interventi finalizzati alla programmazione di azioni per la riduzione di emissioni climalteranti da parte dei comuni della Regione Campania, attraverso la redazione e l'adozione dei Piani d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES).

27/08/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Lazio un bando nell'ambito del POR FESR 2007/2013 relativo alla linea di intervento denominata "Energia sostenibile - Investire sugli edifici pubblici per migliorare la sostenibilità economica ed ambientale attraverso interventi per l'efficienza energetica e l'incremento dell'uso delle energie rinnovabili". Tipologia degli interventi ammissibili: a) Impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili (solare fotovoltaico, solare termico e mini idroelettrico); b) Interventi per il miglioramento dell'efficienza di impianti di condizionamento e/o riscaldamento esistenti; c) Interventi sull'involucro dell'edificio per il miglioramento delle prestazioni energetiche (a titolo esemplificativo: isolamento termico delle pareti e/o della copertura, sostituzione infissi esterni). Le risorse finanziarie ammontano a  € 25.000.000.

19/08/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Marche un bando nell'ambito del PSR 2007/2013 Misura 3.1.1. Sottomisura b) Diversificazione delle attività delle aziende agricole ed avvio di nuove attività Azione d) Realizzazione di impianti di produzione, utilizzo e vendita di energia o calore da fonti rinnovabili di potenza massima di 1 MW elettrico.  Dotazione finanziaria: un milione di euro. L'intensità di aiuto, in regime de minimis, è calcolata in percentuale della spesa ammessa a finanziamento e il suo valore massimo varia tra il 30% e il 40% in funzione del beneficiario e del tipo di investimento. Sono incentivati investimenti destinati alla produzione, per l'utilizzo e la vendita, di energia elettrica e termica nonché per la produzione di biocombustibili provenienti da fonti rinnovabili, ed in particolare dalle biomasse, di potenza massima di 250 kW elettrici. L'autoconsumo aziendale dell'energia prodotta o dei biocombustibili non può essere superiore ad 1/3 del totale. La misura è applicabile in tutto il territorio della regione Marche ad esclusione dei poli urbani: Ancona, Ascoli Piceno, Macerata e Pesaro.

25/07/2013  -  Emesso dalla Regione Lazio un Avviso Pubblico relativo alla linea di attività denominata "Fondo di promozione dell'efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile" del "Nuovo Fondo di Ingegneria finanziaria a favore delle PMI a valere sul POR FESR Lazio 2007-2013". Le richieste di finanziamento possono essere presentate da PMI in forma singola o aggregata. La Misura promuove la progettazione e realizzazione dei seguenti interventi: a. misure di risparmio energetico; b. impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili; c. impianti di cogenerazione ad alto rendimento. L'agevolazione è concessa sotto forma di finanziamento a tasso agevolato e può coprire fino al 100% delle spese ammissibili. La domanda di finanziamento, dovrà riguardare una spesa non inferiore a € 100.000 e non potrà essere superiore ad € 5.000.000. Il finanziamento si articola in due componenti di pari durata: a. una componente a tasso agevolato (zero), denominata Quota Agevolata, pari al 75% del finanziamento in regime de minimis; b. una componente a tasso ordinario (IRS o Euribor più uno spread in funzione del merito di credito e del rating del beneficiario), denominata Quota Ordinaria, pari al restante 25% del finanziamento. La dotazione finanziaria ammonta ad euro 50.000.000.

11/07/2013  -  Con Delibera della Giunta provinciale di Trento n. 1371 di data 11 luglio 2013, sono state approvate le disposizioni applicative dell'articolo 14 della legge provinciale 4 ottobre 2012, n. 20 e s.m. e della legge provinciale 3 ottobre 2007, n. 16, con validità dall'anno 2013 concernenti l'incentivazione dei soggetti pubblici e privati per investimenti diretti ad un uso razionale dell'energia, all'efficienza energetica e all'impiego di fonti rinnovabili di energia. Con la Delibera vengono fissati in Euro 3.000.000 l'ammontare delle risorse da destinare al finanziamento delle domande di contributo presentate nell'anno 2013 in procedura semplificata e in Euro 300.000 l'ammontare delle risorse da destinare al finanziamento delle domande di contributo presentate nell'anno 2013 in procedura valutativa.

05/06/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Abruzzo un bando, nell'ambito del PSR 2007/2013, per finanziare investimenti in impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia e/o calore da fonti rinnovabili destinata a scopi ed utilizzazioni sociali. L'incentivo è pari al 50% della spesa ammissibile e la disponibilità finanziaria è pari a 4 milioni di euro. Beneficiari: i membri della famiglia agricola. Interventi ammessi: centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets e di potenza massima di 1 MW; microimpianti per la produzione di biogas dai quali ricavare energia elettrica e/o termica (compresa cogenerazione) e con potenza massima di 50 kW elettrici; microimpianti per la produzione di energia eolica di potenza massima di 30 kW; microimpianti per la produzione di energia solare di potenza massima di 30 kW; microimpianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti) di potenza massima di 30 kW.

15/05/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Liguria, ai sensi dell'art. 4 della Legge Regionale n. 21 del 22 marzo 2000, un bando attuativo relativo al fondo regionale per investimenti produttivi. Possono presentare domanda di agevolazione le imprese di produzione e di servizi alla produzione, iscritte al registro delle imprese ed attive al momento della presentazione della domanda. Sono ammissibili alle agevolazioni i piani di investimento, organici e articolati, riguardanti la realizzazione e ampliamento di unità produttive, il rinnovamento e aggiornamento tecnologico e il potenziamento e ammodernamento delle strutture produttive, relativi ad alcune tipologie di attività economiche svolte dall'impresa tra cui evidenziamo: attività di produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore di cui alla sezione D della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, nel limite dei programmi riguardanti la produzione e la distribuzione di energia elettrica e di calore di cui alle classi 35.1 e 35.3 della suesposta classificazione, limitatamente agli impianti alimentati da fonti rinnovabili o che concorrono all'incremento dell'efficienza energetica e al risparmio energetico, con potenza non superiore a 50 MW elettrici. L'agevolazione, il cui importo massimo non può superare 2 milioni di Euro, viene concessa per il 50% nella forma di contributo a fondo perduto e per il 50% nella forma di finanziamento agevolato allo 0,5%. L'importo dell'agevolazione è concesso nelle seguenti misure, in relazione alle dimensioni d'impresa: - 10% della spesa ammissibile per le grandi imprese; - 20% per le medie imprese; - 30% per le piccole imprese.

09/05/2013  -  Con Determinazione n. 11406/327 è stato emesso dalla Regione Sardegna un Bando per la concessione di contributi a favore dei nuclei familiari per l'installazione nella prima casa di impianti di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza.  Beneficiari: Persone fisiche per interventi nella propria casa di residenza, anche nella forma del condominio. Interventi ammessi al contributo: a) Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche, a gas, geotermiche o con impianti dotati di generatore di calore alimentato a biomassa; b) Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore; c) Installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling. Contributo concedibile: contributo in conto capitale nella misura del 40% del costo dell'investimento ammissibile, più un contributo a forfait di  € 400,00 per le spese di attestazione energetica pre e post intervento. Cumulabilità con il Conto Termico: il contributo regionale è cumulabile con gli incentivi del Conto Termico nei limiti di un finanziamento massimo pari al 100% delle spese ammissibili. Le risorse finanziarie disponibili per il 2013 ammontano a 1,5 milioni di euro.


10/04/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Liguria un bando per la concessione di contributi per realizzazione interventi di miglioramento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia da fonte rinnovabile in strutture adibite ad attività sportive. Beneficiari: società di persone, società di capitali, enti Privati, ONLUS. Dotazione finanziaria: 550.000 €.. Incentivo: Massimo 50% della spesa ammissibile in regime de minimis. In ogni caso il contributo concesso per ciascuna domanda non può superare la somma massima di 100.000 euro. Sono ammissibili a contributo i seguenti interventi: a. interventi finalizzati alla riqualificazione delle strutture edilizie e/o degli impianti attraverso un insieme di azioni atte a ridurre i fabbisogni energetici delle strutture sportive o di loro parti mantenendo o migliorando il servizio reso; b. realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica e/o termica da fonti rinnovabili destinata ad autoconsumo.
28/03/2013  -  Dal 28 marzo 2013 al 29 aprile 2013 è operativo in Emilia Romagna il Fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy. Con Delibere di Giunta n. 1419 del 2011 e n. 65 del 2012 la Regione Emilia-Romagna ha approvato la costituzione di un fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy. Il fondo, istituito nell'ambito dell'Asse 3 del Por Fesr 2007-2013 "Qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile" (Attività III.1.3), dispone di un plafond iniziale di risorse pari a 23,7 milioni di euro - di cui 9,5 milioni a valere sull'Asse 3 del Programma.  Possono fare ricorso al fondo le piccole e medie imprese operanti nei settori dell'industria, dell'artigianato e dei servizi alla persona. Il fondo incentiva gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l'efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.  Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima di 4 anni, nella misura minima di 75 mila euro e nella misura massima di 300 mila euro per progetto. Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse del Por Fesr (tasso 0,5%), il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito (tasso Euribor + 3%). Per ulteriori informazioni: http://www.fondoenergia.eu.

20/03/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando, nell'ambito della Misura 312 del PSR 2007/2013, di sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese. Il bando incentiva le seguenti due azioni della Misura 312: azione a) "Creazione e sviluppo di microimprese orientate all'attività turistica"; azione c) "Creazione e sviluppo di microimprese orientate allo sfruttamento delle energie rinnovabili". L'azione c è finalizzata a creare microimprese in grado di fornire servizi finalizzati alla realizzazione al funzionamento e alla corretta gestione di impianti di potenza non superiore ad 1 MW, compreso l'approvvigionamento delle biomasse utili al funzionamento dei medesimi (trasformazione della biomassa, approvvigionamento e vendita), allo scopo di consolidare uno specifico tessuto professionale a supporto del settore. La dotazione finanziaria a disposizione dell'azione c è di 2 milioni di euro. L'aiuto viene corrisposto nel corso dei primi tre anni solari di attività della microimpresa secondo le seguenti intensità:
- 80% per le spese sostenute nel corso del primo anno;
- 60% per le spese sostenute nel corso del secondo anno;
- 40% per per le spese sostenute nel corso del il terzo anno.


19/02/2013  -  Con Determinazione Dirigenziale n. 786 del 19/02/2013, la Regione Umbria ha emanato un Bando finalizzato alla concessione di contributi a fondo perduto sulle spese sostenute dalle piccole, medie e grandi imprese di produzione di beni e/o servizi, per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale su componenti/prodotti/sistemi/tecnologie destinati alla produzione energetica da fonti rinnovabili e/o per il miglioramento dell'efficienza energetica. Il Bando fa parte del POR FESR 2007 - 2013 Asse III attività a2 e b2. La dotazione finanziaria a disposizione delle aziende umbre è di 3,5 milioni di euro, sotto forma di contributi in conto capitale. Per le Piccole e Medie Imprese, il contributo sarà del 35% nel caso di interventi di sviluppo sperimentale e del 60% nel caso di attività di ricerca industriale. Per le Grandi Imprese, il contributo sarà del 25% nel caso di interventi di sviluppo sperimentale e del 50% nel caso di attività di ricerca industriale. La presentazione delle domande può essere fatta dall'11 marzo al 31 dicembre 2013.

15/02/2013  -  Con Delibera n. 32 del 18/01/2013 della Giunta Regionale dell'Abruzzo è stato istituito un Fondo finalizzato a favorire investimenti aziendali volti alla ricerca applicata, allo sviluppo precompetitivo e allo start-up di attività e processi innovativi, con particolare riguardo a quelli energetico-ambientali e di efficienza energetica. La dotazione finanziaria è di 9 milioni di euro, derivanti dal POR FESR 2007/2013 della Regione Abruzzo, Attività 1.2.2. Allo scopo è stato creato il sito www.starthope.it su cui sono riportati tutti i dettagli dell'iniziativa. Le richieste di agevolazioni potranno essere richieste fino al 30/06/2015. L'aiuto consiste nella partecipazione di FIRA S.p.A. (Finanziaria Regionale Abruzzese - Soggetto Gestore) al capitale sociale delle piccole imprese, costituite/costituende sotto forma di società di capitali, in forma minoritaria (non inferiore al 15% e non superiore al 45%) per un importo massimo i € 1,5 milioni per impresa e per una durata massima di 5 anni.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando "Più Green 2013" - Agevolazioni per l'efficienza energetica e l'uso di fonti di energia rinnovabile nelle imprese. Attraverso questo bando, la Regione Piemonte agevola le imprese nella realizzazione, nelle proprie unità locali, di investimenti finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica e/o all'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a € 5.000.000. Sono previste due linee di intervento ammissibili: Linea A - Efficienza energetica: installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento; interventi finalizzati all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi, per questa tipologia di interventi, è richiesto un risparmio annuo di energia primaria almeno pari a 1,5 kWh per euro investito in costi ammissibili; Linea B - Fonti rinnovabili: installazione di sistemi di sfruttamento della geotermia a bassa entalpia; interventi finalizzati all'avvio e/o all'incremento della produzione (e conseguente uso) di energia da fonti rinnovabili a condizione che: a) l'energia prodotta sia destinata anche al soddisfacimento, in tutto o in parte, del fabbisogno di energia dell'unità locale; b) gli impianti fotovoltaici abbiano le caratteristiche degli "impianti fotovoltaici con caratteristiche innovative" o degli "impianti a concentrazione". L'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per agevolazioni alla diffusione, sul territorio piemontese, di impianti termici alimentati a fonte rinnovabile. Attraverso questo Bando, la Regione Piemonte intende favorire la progettazione, sostituzione e/o realizzazione di impianti alimentati a fonte rinnovabile e destinati ad uso riscaldamento e raffrescamento. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a 3.500.000  euro. La proposta progettuale relativa ad un solo intervento, dovrà riguardare: a) nuova installazione di pompe di calore idro - geo termiche; b) sostituzione di pompe di calore esistenti di taglia superiore a 500 kW; c) nuova installazione di impianti solari termici, anche abbinati a sistemi di
solar cooling, con superficie lorda superiore a 1.000 mq; d) impianti destinati al recupero di cascami termici da processi industriali; e) altri sistemi di produzione di energia termica da fonte rinnovabile ad esclusione delle biomasse. Benediciari: Enti pubblici e Imprese. Incentivo: per i soggetti pubblici di cui alla lettera A del paragrafo 3.1 del bando, il contributo è concesso esclusivamente a fondo perduto  e non può essere superiore al 60% del valore del progetto in termini di costi ammissibili; per i soggetti privati o per soggetti pubblici che cedano a terzi l'energia prodotta l'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per favorire la diffusione di sistemi di valorizzazione dell'energia termica prodotta da impianti alimentati da biomasse provenienti dalla filiera forestale. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a € 5.000.000.  Soggetti beneficiari: Amministrazioni pubbliche e imprese. Per i soggetti pubblici di cui alla lettera A del paragrafo 3.1, il contributo a fondo perduto non può essere superiore al 60% del valore del progetto. Per i soggetti privati o per soggetti pubblici che cedano a terzi l'energia prodotta l'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

19/12/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando per aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici. Con tale bando vengono approvate le modificazioni e le integrazioni al bando "Aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici" approvato con D.D. n. 8967 del 6 dicembre 2011, già adeguato con D.D. n. 7965/2012. La dotazione finanziaria viene portata da 6 a 7 milioni di euro.

11/12/2012  -  Con Decreto del Dirigente della Direzione Industria e Artigianato n. 638 del 28 novembre 2012 la Regione Veneto ha emesso un bando di gara per l'aggiudicazione di un appalto di servizi per la costituzione e gestione di un fondo di rotazione e contributi in conto capitale per investimenti realizzati da piccole e medie imprese e finalizzati al contenimento dei consumi energetici. Il bando è stato emesso nell'ambito del POR FESR 2007/2013, Asse 2. Linea di intervento 2.1 "Produzione di energia da fonti rinnovabili ed efficienza energetica". Azione 2.1.3. Approvazione del regolamento operativo. La dotazione finanziaria complessiva del Fondo è pari ad Euro 38.800.000.  I progetti oggetto di finanziamento, da realizzare esclusivamente nel territorio della Regione del Veneto, devono riguardare: a) il miglioramento del rendimento energetico degli impianti esistenti (ad esempio attraverso l'installazione di motori elettrici ad alta efficienza, attraverso il rifasamento delle linee elettriche, ecc.); b) la produzione combinata di energia termica ed elettrica in cogenerazione;  c) la produzione di energia elettrica mediante celle a combustibile; d) la produzione di energia da fonti rinnovabili, ossia da quelle fonti definite come tali dalla normativa di settore vigente. Le agevolazioni concedibili ai beneficiari sono costituite da:  a) un contributo in conto capitale in misura non superiore al 23% del costo di investimento ammissibile (Quota Contributo); b) un finanziamento agevolato, tramite fondo di rotazione, fino a copertura dell'importo del costo di investimento ammissibile, composto da: una quota pubblica a tasso zero, non superiore al 50% del finanziamento (Quota Fondo); una quota privata fornita dalle Banche convenzionate con il Gestore regolata ad un tasso convenzionato o ad un tasso inferiore liberamente negoziato dai Beneficiari (Quota Banca).

20/11/2012  -  Pubblicato sul BUR della  Regione Valle d'Aosta  un bando per la presentazione di domande di aiuto in applicazione della misura 311 "diversificazione in attività non agricole" - azione d) "impianti per energia da fonti alternative" del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013 della regione Valle d'Aosta. Beneficiari: imprese agricole. Gli interventi ammissibili riguardano la realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica e/o termica mediante l'utilizzo di biomasse agricole e/o forestali di potenza massima di 1 MW. Nell'ambito degli interventi ammissibili sono previste le seguenti tipologie di investimento: 1. impianti termici di cogenerazione alimentati a biomasse vegetali; 2. impianti termici alimentati a biomasse vegetali; 3. impianti per la produzione e l'utilizzo di biogas; 4. strutture per lo stoccaggio delle biomasse utilizzate e/o prodotte; 5. acquisto, fino ad un massimo del 10% dell'investimento globale, di attrezzature e macchine per la raccolta di prodotti, sottoprodotti e residui della produzione agricola, zootecnica e forestale per l'alimentazione degli impianti energetici aziendali il trasporto e la movimentazione delle biomasse ottenute. L'aiuto è del 60% del costo ammissibile in regime "de minimis". Qualora l'aiuto sia cumulabile con le agevolazioni nazionali afferenti alla tariffa onnicomprensiva, la percentuale di contributo applicata sarà del 40 %. Dotazione finanziaria: 500.000 euro.

08/11/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Sardegna un bando per la concessione di contributi a favore di persone fisiche e soggetti giuridici privati diversi dalle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici. Con deliberazione n. 41/20 del 15.10.2012 la Giunta Regionale ha stabilito di destinare euro 2.900.000, agli impianti entrati in esercizio dal 01.01.2012 e fino alla data di pubblicazione del bando ed i restanti euro 7.000.000 agli impianti che entreranno in esercizio dopo la pubblicazione del bando e di prevedere due distinte procedure di accesso al contributo. L'aiuto concesso consiste in un contributo in conto capitale nella misura di euro 700,00 a kW installato. Il contributo sarà comunque assoggettato ai limiti e alle condizioni di cumulabilità previste dai decreti del "Conto Energia" in vigore al momento dell'entrata in esercizio dell'impianto. Gli impianti fotovoltaici devono essere ubicati in Sardegna, ed avere tutte le seguenti caratteristiche: a) Ricadere in una delle tipologie: abitazione privata, condominio, edifici di organizzazioni non commerciali; b) Potenza nominale non inferiore a 1 kW e non superiore a 20 kW; c) Appartenere alla tipologia "su edificio".


26/10/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Calabria, nell'ambito del PSR 2007/2013, un bando che incentiva, insieme ad altre cose, la realizzazione di impianti per la produzione e vendita di energia da fonti rinnovabili. Dotazione: 6,133 milioni, di cui 4,633 destinati agli impianti alimentati da biogas di rifiuti organici, da biomasse zuccherine aziendali e da solare a concentrazione. E' previsto un contributo pari al 50% delle spese ammesse in regime de minimis. Beneficiari: imprese agricole.

17/10/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Toscana un bando di incentivazione, nell'ambito della Linea di Attività 3.1 del POR FESR 2007/2013 della Regione, per il sostegno alla realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il bando è rivolto a: piccole imprese, medie imprese e grandi imprese; consorzi o società consortili, anche cooperative; enti locali territoriali o loro associazioni; aziende sanitarie locali (ASL); altri enti, anche di natura associativa, purché esercitino attività economica. Sono ammessi a finanziamento i seguenti progetti di centrali di produzione di energia da fonti rinnovabili: centrali idroelettriche di piccola e media potenza; impianti solari termici; impianti solari fotovoltaici; impianti eolici; centrali di produzione sia elettrica che termica alimentate a biomasse e biogas; progetti con utilizzo dei fluidi geotermici a bassa entalpia; progetti di teleriscaldamento urbano con centrale di generazione di calore. Le risorse complessive disponibili sono pari a euro 8.000.000. In attuazione dei criteri di priorità del Documento di Attuazione Regionale DAR versione 16, approvato dal Comitato di Sorveglianza il 21 giugno 2012, inerenti la linea d'intervento 3.1, è disposta: l'allocazione in via prioritaria di risorse pari a € 3 milioni, fino a esaurimento, a favore di interventi localizzati in aree di crisi industriale complessa di Prato e Massa e Carrara (delibera di Giunta Regionale n.1156/2010); l'allocazione in via prioritaria di risorse pari a  € 5 milioni, fino a esaurimento, a favore di interventi inerenti impianti solari fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (DM 5 maggio 2011); Tutti i progetti che non ricadono nelle due suddette priorità saranno finanziati solo in caso residuino risorse.  L'intensità di aiuto è così stabilita: 60% del costo ammissibile per le grandi imprese; 70% per le medie imprese; 80% per le piccole imprese.  Qualora gli interventi proposti da Enti Locali Territoriali e ASL inserite nel sistema sanitario risultino all'interno di un ambito di attività con finalità esclusivamente pubbliche, l'intensità di aiuto applicata sarà quella massima prevista nel presente regime di aiuto. Nel caso di investimenti proposti esclusivamente da Enti Locali Territoriali o loro associazioni che comportino una attività economica, gli stessi saranno parificati alle "Imprese".

22/08/2012  -  Emessi dalla Regione Umbria due bandi nell'ambito del POR FERS 2007/2013: Il primo riguarda l'assegnazione di contributi alle Amministrazioni comunali per l'utilizzo dell'energia solare in edifici di tipo scolastico, sportivo, ricreativo, culturale, sociale e amministrativo di proprietà comunale; il secondo riguarda l'assegnazione di contributi alle Amministrazioni comunali per interventi di efficienza energetica nella pubblica illuminazione. Le proposte di intervento di entrambi i bandi troveranno copertura finanziaria, nell'ambito di tranches di finanziamento che, con successivi atti, il dirigente del Servizio Energia attiverà sulla base della disponibilità derivanti dai bandi già approvati con D.D. n. 8933/2011 e n. 8934/2011, o che si renderanno altresì disponibili nell'ambito dell'Asse III del POR FESR 2007-2013. Sono ammissibili a contributo, per il primo bando, gli investimenti in impianti fotovoltaici da installare su edifici di proprietà comunale (quali quelli destinati a servizi di tipo scolastico, sportivo/ricreativo, culturale e amministrativo) ad esclusione di quelli a destinazione residenziale. In associazione alla realizzazione dell'impianto fotovoltaico è finanziabile anche l'installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria al servizio dei medesimi edifici. L'impianto fotovoltaico al servizio di ciascun edificio di cui al punto 3.1 dovrà avere una potenza nominale non inferiore a 6 kWp.  L'ammontare degli investimenti ammissibili in ciascuna domanda non può essere inferiore a  €. 50.000, mentre il contributo regionale complessivo non potrà superare per ciascun Ente richiedente l'importo di €. 150.000. Per gli interventi di cui al presente bando è previsto un contributo in conto capitale fino al 60% della spesa ammissibile direttamente sostenuta dal Comune.
Per il secondo bando sono ammissibili a contributo gli investimenti tesi a realizzare interventi di miglioramento del grado di efficienza degli impianti di illuminazione pubblica utilizzando le più moderne tecnologie presenti sul mercato in termini di risparmio energetico, di telecontrollo e di utilizzo di fonti di energia solare al servizio dei singoli corpi illuminanti. Per i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti elencati nella Tabella A dell'Allegato 3, il contributo in conto capitale per gli interventi di cui al presente bando non potrà superare il 70% della quota di spesa riconosciuta ammissibile a finanziamento e direttamente sostenuta dal Comune beneficiario. Per i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti elencati nella Tabella B dell'Allegato 3, la quota massima di contributo è fissata al 60%.

07/08/2012  -  Emesso dalla Regione Sardegna un avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte di comuni della sardegna o associazioni/unioni tra gli stessi, a realizzare e gestire un impianto pilota a tecnologia solare termodinamica a concentrazione. L'energia prodotta dagli impianti sarà utilizzata per fini di pubblica utilità. Possono presentare manifestazione di interesse a partecipare al progetto, esposto in premessa, Comuni della Sardegna o Associazioni e Unioni composte da Comuni. Il coordinamento scientifico della progettazione e realizzazione dell'intervento è a capo di Sardegna Ricerche. La proprietà dell'impianto sarà della Regione Sardegna e la gestione tecnica sarà in capo al Comune selezionato o all'associazione di Comuni. Il sistema proposto è un impianto pilota solare termodinamico a concentrazione lineare che eroga tra 3 e 4 MW termici (MWt) e dotato di sistema di accumulo termico con capacità di stoccaggio pari a qualche ora di funzionamento di impianto. La vita media prevista dell'impianto implica che il soggetto che manifesta interesse deve assicurare la disponibilità dell'area e la volontà di realizzare, ospitare e gestire l'impianto per un periodo di 20 anni eventualmente prorogabili.
La dotazione finanziaria per l'attuazione dell'intervento è pari a € 7.193.333,50 cofinanziati dal PO FESR 2007-2013 - Linea di Attività 3.1.1.c "Valorizzazione e  trasferimento dei risultati della ricerca pubblica per lo sviluppo delle energie rinnovabili".

03/08/2012  -  Con deliberazione n. 1012 del 03.08.2012 la Giunta Regionale della Liguria ha approvato la riapertura del bando "Agevolazioni a favore delle imprese dei distretti industriali, delle filiere produttive, delle reti e delle aggregazioni d'impresa per interventi mirati al risparmio ed efficienza energetica e all'utilizzo di energia rinnovabile". Il fondo destinato all'attuazione del presente bando ha una dotazione finanziaria pari a 2.121.300,00 euro. Gli interventi hanno la finalità di supportare i soggetti sopra definiti negli investimenti per il risparmio energetico, l'incremento dell'efficienza energetica, l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili al fine di ridurre le emissioni in atmosfera ed all'incremento di produzione energetica da fonti rinnovabili. E' concessa in regime "de minimis" nella misura massima del 80% del costo ammissibile, nel limite massimo di € 200.000,00 , secondo le misure di seguito indicate:
a) un contributo a fondo perduto nella misura del 50% dell'agevolazione concessa;
b) un finanziamento a tasso agevolato dello 0,50% nella misura del 50% dell'agevolazione concessa. La durata del finanziamento è fissata in otto o in cinque anni a seconda del tipo di investimento effettuato.

02/08/2012  -  Emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un Avviso che invita le Amministrazioni dello Stato appartenenti alle Forze Armate e le istituzioni che tutelano la legalità e la sicurezza nelle Regioni dell'area Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia), a presentare la propria manifestazione di interesse, per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili su edifici di proprietà o in uso esclusivo delle Amministrazioni dello stato citate. Tale Avviso è emesso nell'ambito della linea di attività 1.3 del POI "Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013" riguardante "Interventi a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell'ambito dell'efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico". Saranno ammesse a finanziamento esclusivamente le seguenti tipologie di impianto: solare fotovoltaico; solare fotovoltaico a concentrazione; cogenerazione e trigenerazione ad alto rendimento alimentati da fonti rinnovabili; solare termico, anche con sistema di "solar cooling"; pompe di calore geotermiche a bassa entalpia. Il costo complessivo ammesso, per singolo progetto, deve essere compreso tra 200.000 euro e 1.000.000 euro. Le risorse disponibili ammontano a 10.000.000 di euro, eventualmente elevabili.

01/08/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emilia Romagna un bando che disciplina, in attuazione del Piano Energetico Regionale, le modalità di concessione di contributi per la progettazione, la realizzazione e il monitoraggio di progetti di qualificazione energetica di cui alla lettera a), artt. 2, 3 e 4 della L.R. n. 26/04, finalizzati al conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell'energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra. Beneficiari sono gli Enti Locali pubblici. Gli incentivi variano dal 10% al 70% secondo il tipo di intervento. Il limite massimo del contributo concedibile è pari a 400.000 € per ogni progetto.

20/07/2012  -  Con deliberazione n. 899 del 20/07/2012 la Giunta Regionale ha approvato un bando nell'ambito del PAR FAS 2007/2013, Progetto 4 "Programma triennale per la ricerca e l'innovazione: progetti integrati ad alta tecnologia",  con cui stanzia 15 milioni di euro. Il presente Bando finanzia progetti di ricerca e/o sviluppo sperimentale proposti da imprese e Organismi di Ricerca. I progetti di ricerca e sviluppo sperimentale finanziabili dal presente Bando devono fare riferimento a cinque aree tematiche. L'area tematica Energia riguarda: produzione, distribuzione, accumulo di energia; tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili, riduzione dell'impatto ambientale di sistemi di generazione a combustibile fossile, gestione efficiente delle infrastrutture energetiche, efficienza energetica, tecnologie per il controllo ambientale, trattamento dei rifiuti ai fini della produzione di energia.

15/06/2012  -  La Regione Liguria, con DGR n. 706 del 2012, ha emesso un avviso di manifestazione di interesse per richiesta di contributi rivolti al potenziamento del settore idroelettrico. Il contributo consiste in un finanziamento a fondo perduto nella misura massima del 80% della spesa ammessa. La Regione Liguria dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari ad  € 690.000.

05/06/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Valle d'Aosta  un bando, nell'ambito del PSR 2007/2013, per incentivare la realizzazione di impianti fotovoltaici, aventi una potenza di picco massima di 200kW, a favore delle imprese agricole. Le risorse finanziarie ammontano a 500.000 euro. L'aiuto, in forma di contributo in conto capitale, è pari al 60% del costo ammissibile e viene calcolato ed erogato nel rispetto delle norme fissate per gli aiuti "
de minimis".

01/06/2012  -  Con delibera n. 1092 della GP della Provincia di Trento è stato emesso il Bando Energia per l'anno 2012 definito ai sensi della L.P. 29 maggio 1980, n. 14 e s.m. e della L.P. 3 ottobre 2007, n. 16 nonchè in relazione ai criteri approvati dalla Giunta provinciale con deliberazione n. 2942 del 30 dicembre 2011 (criteri per la concessione di contributi per l'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e per la modifica dell'alimentazione con carburanti meno inquinanti) e n. 2943 del 30 dicembre 2011 (criteri per la concessione di contributi per interventi di risparmio energetico e di produzione di energia da fonte rinnovabile).

31/05/2012  -  Emesso dalla Regione Marche un bando, nell'ambito dell'Asse 3 del POR FESR 2007/2013, per favorire la realizzazione di  investimenti finalizzati al risparmio energetico ed all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili in contesti produttivi ed alla conseguente riduzione delle emissioni in atmosfera di gas ad effetto serra. Le risorse finanziarie ammontano ad € 1.087.108,34. Per la realizzazione degli interventi viene concesso un contributo pubblico in conto capitale fino al 40% del costo dell'investimento ammissibile nei limiti previsti dalla disciplina comunitaria sul "de minimis".

16/05/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Molise un bando, a favore degli imprenditori agricoli, per la concessione di aiuti agli investimenti nella forma di contributo in conto capitale per la costruzione di impianti di produzione di biogas alimentati a biomasse per la generazione e vendita di energia elettrica
e/o termica (cogenerazione). Il bando è stato emesso nell'ambito del PSR 2007/2013. La dotazione finanziaria è di 3 milioni di euro.  L'incentivo è erogato in regime de minimis o in esenzione.

22/02/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando per lo sviluppo di tecnologie verdi nel campo dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. Il bando è finanziato dal POR FESR 2007/2013. Il presente bando disciplina i termini, le modalità e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni a favore di PMI extraagricole che realizzino innovazioni di prodotto e/o di processo attraverso programmi di investimento riguardanti la produzione di beni e servizi alla produzione strumentali e funzionali allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile e del risparmio energetico. Particolare attenzione sarà riservata allo sviluppo delle filiere produttive relative a tali settori produttivi ed allo sviluppo di start-up d'impresa. Le risorse, stanziate ammontano ad € 5.000.000,00 che trovano copertura nelle seguenti Attività del POR-FESR 2007-2013: A) Asse III Efficienza energetica e sviluppo di fonti rinnovabili € 3.500.000,00; B) Asse I Innovazione ed economia della conoscenza € 1.500.000,00. Gli interventi finanziabili sono relativi a programmi di investimento riguardanti: a. la produzione di apparecchiature, macchinari e componenti finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili che utilizzino le più innovative tecnologie disponibili; b. la produzione di componenti e/o sistemi quali soluzioni integrate di building automation, soluzioni integrate di domotica, sistemi per la gestione e il controllo dei consumi, motori a basso consumo funzionali al miglioramento delle prestazioni degli edifici. L'incentivo varia tra il 10% e il 50% secondo il tipo di spesa, la grandezza dell'impresa e il regime in esenzione o in de minimis scelto dall'impresa.

12/01/2012  -  Emesso dalla Regione Sardegna un avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte di Consorzi Industriali e/o Comuni della Sardegna, a realizzare e gestire uno o due impianti a tecnologia solare termodinamica a concentrazione. L'energia prodotta dagli impianti sarà utilizzata per fini di pubblica utilità. Il coordinamento scientifico della progettazione e realizzazione dell'intervento è a capo di Sardegna Ricerche. La proprietà dell'impianto sarà della Regione Sardegna e la gestione tecnica sarà in capo al Consorzio Industriale e/o comune selezionato o associazione di comuni. Il sistema proposto è un impianto pilota solare termodinamico a concentrazione lineare che eroga tra 3 e 4 MW termici (MWt) e dotato di sistema di accumulo termico con capacità di stoccaggio pari a qualche ora di funzionamento di impianto. La vita media prevista dell'impianto implica che il soggetto che manifesta interesse deve assicurare la disponibilità dell'area e la volontà di realizzare, ospitare e gestire l'impianto per un periodo di 20 anni eventualmente prorogabili. La dotazione finanziaria per l'attuazione di uno o due interventi è complessivamente pari a € 13 Milioni cofinanziati dal PO FESR 2007-2013 - Linea di Attività 3.1.1.c "Valorizzazione e trasferimento dei risultati della ricerca pubblica per lo sviluppo delle energie rinnovabili".

30/12/2012  -  Con deliberazione n. 2943 sono stati approvati dalla Giunta provinciale di Trento ed entrano in vigore dal 1° gennaio 2012 i criteri per la concessione dei contributi in materia di risparmio energetico e produzione di energia da fonte rinnovabile di cui alla legge provinciale 29 maggio 1980, n. 14 e s.m. ed alla legge provinciale 3 ottobre 2007, n. 16.
Beneficiari dei contributi sono: soggetti privati e ONLUS; imprese; enti pubblici ed enti strumentali; ESCO ed ESPCO. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della Provincia di Trento.

22/12/2011  -  Emesso dalla Provincia di Gorizia un bando per l'erogazione di contributi in conto capitale per impianti fotovoltaici presso abitazioni private nella provincia di Gorizia. La potenza nominale deve essere da 1 ad un massimo di 4,5 KW. I contributi, a fondo perduto, ammontano a Euro 500,00 per intervento, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.  Beneficiari: privati e condomini. Il contributo è cumulabile con ogni altra forma di finanziamento ed incentivo.

21/12/2011  -  Nell'ambito del POR FESR 2007-2013, in attuazione delle azioni dell'Attività A3 "Sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili" dell'Asse III, è stato pubblicato, sul BUR della Regione Umbria, un bando per l'utilizzo dell'energia solare in edifici di tipo scolastico, sportivo, ricreativo, culturale, sociale e amministrativo di proprietà comunale. Le risorse per il finanziamento del presente bando sono quantificate in € 4.000.000. Sono ammissibili a contributo gli investimenti tesi ad acquistare ed installare impianti fotovoltaici in edifici di proprietà comunale (quali quelli destinati a servizi di tipo scolastico, sportivo/ricreativo, culturale e amministrativo) ad esclusione di quelli a destinazione residenziale. In associazione alla realizzazione dell'impianto fotovoltaico è finanziabile anche l'installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria al servizio dei medesimi edifici. L'impianto fotovoltaico al servizio di ciascun edificio di cui al punto 3.1 dovrà avere una potenza nominale non inferiore a 6 kWp. Per gli interventi di cui al presente bando è previsto un contributo in conto capitale fino al 60% della spesa ammissibile direttamente sostenuta dal Comune.

14/12/2011  -  Nell'ambito del POR FESR 2007-2013 è stato pubblicato, sul BUR della Regione Umbria, un bando per aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici. Il bando ha una dotazione finanziaria di 6 milioni di euro di cui 2,5 dall'Asse III - Attività a3 "Sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili" ed il resto dall'Asse I  -  Attività a4 "Sostegno alle imprese in materia di eco - innovazione". Possono accedere alle agevolazioni del presente Bando le grandi, medie e piccole imprese extraagricole. Gli aiuti saranno concessi in applicazione del regolamento (CE) n. 1998/2006 "de minimis" secondo le seguenti percentuali: grandi imprese: 20%; medie imprese: 25%; piccole imprese: 30%.

14/12/2011  -  Emesso dalla Regione Liguria un bando per agevolazioni a favore delle imprese dei distretti industriali, delle filiere produttive, delle reti e delle aggregazioni d'impresa per interventi mirati al risparmio ed efficienza energetica e all'utilizzo di energia rinnovabile. Gli interventi hanno la finalità di supportare le imprese aggregate appartenenti a distretti e/o filiere produttive negli investimenti per il risparmio energetico, l'incremento dell'efficienza energetica, l'utilizzo fonti di energia rinnovabili al fine di consentire il raggiungimento dell'obiettivo europeo del 20-20-20 volto alla riduzione delle emissioni atmosfera ed all'incremento di produzione energetica da fonti rinnovabili. Il fondo destinato all'attuazione del presente bando ha una dotazione finanziaria pari a € 2.121.300. L'agevolazione, è concessa in regime "de minimis" nella misura massima dell'80% del costo ammissibile, nel limite massimo di 200.000,00 euro ed entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili, secondo le misure di seguito indicate: A) un contributo a fondo perduto nella misura del 50% dell'agevolazione concessa ai sensi del presente bando; B) finanziamento a tasso agevolato dello 0,50% nella misura del 50% dell'agevolazione concessa ai sensi del presente bando.

13/12/2011  -  Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è stato emesso un bando per la concessione ed erogazione di agevolazioni in favore dei programmi di investimento riguardanti interventi di attivazione, rafforzamento e sostegno di filiere delle biomasse che integrino obiettivi energetici di salvaguardia dell'ambiente e sviluppo del territorio attraverso il riutilizzo e la valorizzazione delle biomasse. Le risorse finanziarie disponibili per l'attuazione degli interventi di cui al presente decreto sono pari a € 100 Milioni a valere sulla dotazione finanziaria assegnata all'Attività 1.1 del POI Energia. Nell'ambito della suddetta dotazione finanziaria complessiva, una quota massima pari a € 70 Milioni è destinata alla costituzione, presso il
Soggetto gestore, di un Fondo rotativo il cui utilizzo è finalizzato alla erogazione delle agevolazioni nella forma del finanziamento agevolato. Beneficiari sono le imprese classificate di micro, piccola, media o grande dimensione, anche in forma consortile. Quelle di più piccola dimensione hanno specifiche quote delle risorse finanziarie disponibili a loro favore. I programmi di investimento devono essere realizzati nelle aree dell'obiettivo Convergenza. L'impresa proponente ha l'obbligo di apportare mezzi propri per una quota almeno pari al 25 per cento del totale delle spese ammissibili. Le agevolazioni intervengono a copertura della quota parte di investimento ammissibile non finanziata dal soggetto proponente con mezzi propri e sono concesse attraverso la combinazione di contributo in conto impianti e finanziamento agevolato, secondo l'articolazione riportata nella tabella n. 2 dell'allegato n. 2.

02/12/2011  -  Pubblicate sul BUR della Regione Sicilia le norme attuative relative all'Azione B (Produzione e vendita di energia da fonti rinnovabili) della Misura 312 (Sostegno alla creazione e allo sviluppo di micro-imprese) del Programma di Sviluppo Rurale PSR 2007-2013. La dotazione finanziaria pubblica della Misura 312, Azione B, è per l'intero periodo di programmazione, pari ad euro 14.448.430,50. Sono incentivate le seguenti categorie di investimenti: a) Impianti di raccolta, cippatura, pellettizzazione e stoccaggio di biomasse agro-forestali; b) Piccoli impianti di produzione e stoccaggio di bio-combustibili (olio grezzo e/o biodiesel); c) Piccoli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico e minieolico) aventi potenza massima di 100 KWe; non si potranno realizzare impianti fotovoltaici a terra; d) Impianti ausiliari finalizzati alla realizzazione delle tipologie previste ai punti precedenti e impianti di co-generazione per la produzione combinata di elettricità e calore; e) Realizzazione e/o adeguamento di volumi tecnici e strutture necessarie all'attività; f) Ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di fabbricati e manufatti aziendali esistenti, compresi l'installazione e il ripristino di impianti funzionali alle attività previste; g) Acquisto di attrezzature strettamente finalizzate alla gestione dell'attività, nonché di attrezzature info-telematiche per l'accesso a collegamenti ad alta velocità. Gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili non potranno avere potenza superiore ad 1 MW. Il sostegno è concesso in regime de minimis con un intensità di aiuto pari al 75%.

30/11/2011  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli un un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento.  Le risorse ammontano complessivamente a euro 783.912,05 derivanti dalle risorse finanziarie non impegnate relative al "Bando per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri" approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 1009 del 28 maggio 2010. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

11/11/2011  -  Pubblicato sul BUR della Regione Abruzzo un bando pubblico per la concessione di incentivi finalizzati alla realizzazzione di centri di stoccaggio per il trattamento dei materiali legnosi al fine di ottenere cippato e la posa in opera di impianti completi per l'utilizzo del cippato per la fornitura di energia termica.  L'energia termica prodotta è destinata all'uso esclusivo negli edifici pubblici. La dotazione finanziaria è di 1.407.720,95 euro. Il contributo è pari al 100% delle spese ammesse. Beneficiari sono le Amministrazioni Comunali.

10/10/2011  -  Con Delibera della GR della Puglia n. 2155 del 23/9/2011 sono state emanate le linee guida per il finanziamento di interventi di miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche del patrimonio edilizio pubblico del settore terziario.  Con tale avviso la Regione Puglia intende promuovere, da un lato, l'efficientamento del patrimonio edilizio esistente e, dall'altro, la diffusione in ambito urbano di impianti fotovoltaici di piccola e media taglia per la produzione di energia elettrica.  Gli Enti Locali che intendono beneficiare dei contributi concedono in locazione (o i diritti di superficie) ad operatori qualificati aree nel proprio patrimonio edilizio per la realizzazione degli impianti fotovoltaici (200 kWp - 1 MWp). I canoni di locazione devono essere destinati al cofinanziamento di almeno il 15% delle spese per l'attuazione di interventi di efficientamento e ottimizzazione dei consumi energetici degli edifici pubblici esistenti non residenziali. La dotazione finanziaria ammonta a 105 milioni di euro.

09/09/2011  -  Emesso dalla Regione Molise un bando  rivolto alle Amministrazioni Comunali e agli altri Enti Pubblici della Regione per il finanziamento di progetti finalizzati a rendere energeticamente più efficienti gli utilizzi degli edifici pubblici e le utenze energetiche pubbliche. Il finanziamento derivante dal POR FESR 2007/2013 ammonta ad € 18.551.366,91, di questi € 9.551.366,91 (Asse II, Attività 2.1.1) sono destinati per gli interventi rientranti nella Categoria "A" individuata dal bando: interventi sull'involucro degli edifici; opere di ristrutturazione/sostituzione di impianti generali e/o di riscaldamento e raffrescamento convenzionali; caldaie ad alta efficienza, anche alimentate da biomassa; impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o impianti di teleriscaldamento; pompe di calore geotermiche a bassa entalpia; realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; diagnosi energetica degli edifici; certificazione energetica degli edifici; assistenza tecnica per la mobilitazione di risorse private, a titolo di cofinanziamento, per la realizzazione degli interventi. I rimanenti  € 9.000.000 (Asse IV, Programmazione PIT, PISU e PAI) sono stanziati per i seguenti interventi rientranti nella Categoria "B" e sono accessibili unicamente ai Soggetti Pubblici che hanno già ottenuto dalla Regione il riconoscimento del diritto al finanziamento per la realizzazione di interventi rientranti nei PIT, nei PISU e nei PAI: interventi di risparmio energetico non strettamente connessi agli edifici pubblici (ad esempio l'illuminazione pubblica) e ogni altro investimento compatibile con le finalità del bando, con particolare riguardo all'introduzione di tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili nonchè agli interventi di cui alla Categoria A (qualora complementari). Il contributo ammonta al 100% delle spese ammesse. Per gli interventi della Categoria A, è previsto un contributo a fondo perduto del 30% e il restante dovrà essere restituito in 10 anni senza interessi.

24/08/2011  -  E' stato emesso dalla Regione Friuli un bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all'articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008 n. 17 per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa. Interventi finanziabili: a) Messa a norma impianto utilizzazione energia elettrica; b) installazione impianto solare termico; c) installazione impianto solare fotovoltaico; d) installazione impianto geotermico; e) installazione caldaia ad alto rendimento ed eventuale adeguamento impianto riscaldamento; f) isolamento involucro relativamente alla copertura; g) isolamento involucro relativamente alle pareti esterne verticali; h) sostituzione serramenti. I contributi sono previsti nella misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile e comunque con un importo di spesa non inferiore ai 3.000 euro; il tetto massimo dell'intervento pubblico è fissato in 10.000 euro. Il 30% delle risorse disponibili è destinato a finanziare gli interventi con una spesa prevista tra 3.000 e 6.000 euro; il restante 70 per cento per interventi con una spesa superiore. La dotazione finanziaria è di 10 milioni di euro.

20/08/2011  -  Con delibera n. 360 dell'8 agosto 2011, La Regione Lazio costituisce un nuovo fondo di ingegneria finanziaria a favore delle PMI e approva il relativo schema di convenzione e la definizione delle politiche di investimento. La dotazione finanziaria del fondo è di 100.000.000 di euro di cui 50.000.000 a valere sull'Attività 1 dell'Asse II del Por Fesr, finalizzati a sostenere progetti imprenditoriali di investimenti nel campo dell'efficienza energetica e della produzione di energia da fonti rinnovabili.

19/08/2011  -  Sul BURC n. 33 della Regione Calabria è stato pubblicato il decreto n.  9848 del 04.08.2011 con cui è  stato approvato un bando per il sostegno alla realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Soggetti beneficiari sono le Province, i Comuni capoluogo di provincia, le Aziende Sanitarie ed Ospedaliere, le Università Pubbliche e gli Enti Pubblici di ricerca della Regione Calabria, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale (ArpaCal). L'ammontare complessivo delle risorse è pari ad €. 25.000.000, a valere sulla linea d'intervento 2.1.1.1 del POR FESR Calabria 2007/2013. Gli interventi ammissibili sono i seguenti: a) Impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (solare fotovoltaico, mini eolico, mini hydro, biomassa, solare termico o fotovoltaico a concentrazione, moto ondoso, maree, ecc.); b) Impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili (solare termico, biomassa, solar cooling,  geotermia a bassa entalpia, ecc.).  Il contributo massimo è pari al 100% delle spese ammesse. Il contributo ha un minimo (400.000 o 500.000 €) e un massimo (1.500.000 o 2.000.000 o 2.500.000 €) determinato secondo la tipologia di beneficiario.


12/08/2011  -  Emesso dalla Regione Sardegna, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per il finanziamento di operazioni finalizzate al risparmio e all'efficienza energetica negli edifici degli enti pubblici della Sardegna. Il bando è rivolto agli enti pubblici della Regione. Sono ammissibili a cofinanziamento le seguenti tipologie di intervento: a) adeguamento delle prestazioni energetiche degli edifici; b) adeguamento degli impianti di produzione di acqua calda sanitaria, di climatizzazione e di illuminazione, anche attraverso l'utilizzo di sorgenti passive; c) realizzazione di impianti integrati di produzione energetica da fonte rinnovabile, per la sola produzione elettrica o termica o in cogenerazione, per il soddisfacimento dei fabbisogni energetici dell'edificio a seguito dell'adeguamento. Le risorse finanziarie ammontano a 14 Mln di €. Il contributo è pari al 100% delle spese ammissibili.


26/07/2011  -  Emesso dalla Regione Sardegna, nell'ambito dell'Asse III - Energia del POR FESR 2007/2013, un bando pubblico per la concessione di aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili e per la promozione dell'utilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e sostegno alla cogenerazione diffusa. Beneficiari: imprese. Le risorse finanziarie ammontano a 12.442.000 euro. Sono incentivati i seguenti interventi: impianti per la produzione di energia elettrica e termica da biomassa; impianti mini-eolici; impianti fotovoltaici; impianti solari termici; investimenti di efficientamento energetico (Interventi sulla linea produttiva: impianti/macchinari/apparecchiature da sostituire e interventi di riqualificazione energetica dell'edificio); interventi per la cogenerazione e la trigenerazione (realizzazione di nuovi impianti di cogenerazione ad alto rendimento e trigenerazione; conversione di impianti di produzione di energia esistenti in una unità di cogenerazione ad alto rendimento e trigenerazione). L'intensità d'aiuto è pari al 15% per le Grandi Imprese, 25% per le Medie Imprese e 35% per le Piccole Imprese.


24/05/2011  -  Con decreto n. 5667 del Dipartimento Attività Produttive della Regione Calabria è stata approvata la graduatoria ed aumentata da 15 a 26 Mln di € la dotazione finanziaria del bando emesso il 23/4/2010 per il sostegno alla realizzazione di impianti solari fotovoltaici nelle strutture e nelle componenti edilizie di proprietà delle amministrazioni comunali.

06/05/2011  -  Approvato dalla Giunta Provinciale di Trento un bando che definisce i criteri per ottenere gli incentivi per l'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e per la modifica dell'alimentazione con carburanti meno inquinanti e per la concessione di contributi per interventi di risparmio energetico e di produzione di energia da fonte rinnovabile.  Il provvedimento prevede due distinte procedure, quella "semplificata" per gli interventi già realizzati con un limite massimo di spesa ammessa fino a 40 mila euro Iva inclusa e per i quali l'Agenzia provinciale per l'energia metterà a disposizione per quest'anno non meno di 5 milioni di euro, e quella "valutativa", per importi superiori, dove è richiesta la presentazione della domanda prima di iniziare i lavori e le risorse saranno messe a disposizione con il bilancio 2012. Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link: Contributi energia Provincia di Trento


21/04/2011  -  Emesso dalla Regione Friuli, nell'ambito del POR FESR 2007-2013, un bando per iniziative rivolte a sostenere l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti rinnovabili da parte delle imprese turistiche del Friuli Venezia Giulia. Le risorse disponibili ammontano a 2 Mln di €. L'intensità massima degli incentivi corrisposti a titolo di aiuti in regime "de minimis" oscilla tra il 50% e l'80% secondo la tipologia dell'intervento. Gli interventi da realizzare rientrano nei seguenti ambiti: risparmio energetico, fonti rinnovabili, cogenerazione, sostituzione di combustibili con altri puliti.

18/04/2011  -  Con Delibera n. 122 del 2011 della Giunta Regionale della Campania è stato approvato, nell'ambito delle attività previste dal POR FESR, l'elenco dei Grandi Progetti e Grandi Programmi e le schede descrittive. Tra i Grandi Progetti previsti uno riguarda l'Asse 3 (Energia) dal titolo: La Campania delle energie alternative e delle fonti rinnovabili. Tale Progetto è finanziato con fondi POR FESR per 150 Mln di € e per ulteriori 200 Mln di € con fondi privati.
Il GP punta principalmente a realizzare:
- il consolidamento delle vocazioni territoriali in campo energetico con la predisposizione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e di un sistema elettrico in grado di recepire, con la realizzazione sostenibile di impianti per la produzione e di infrastrutture per l'accumulo e la regolazione, la produzione di energia proveniente da fonti non programmabili (rinnovabili);
- le pre-condizioni per la realizzazione di nuovi impianti di energie rinnovabili;
- il potenziamento dei settori strategici dell'industria dell'energia e dei servizi energetici attraverso l'attrazione di nuovi investimenti che si attiveranno con tale iniziativa e con la promozione dell'innovazione scientifica e tecnologica nel campo dell'energia.


04/04/2011  -  Approvate le procedure attuative del Covenant of Mayors in Abruzzo, che contengono criteri, modalità e tempistica di spesa e rendicontazione delle somme assegnate a Provincie e Comuni. Il 10 maggio 2010, la Regione Abruzzo ha sottoscritto a Bruxelles l'adesione al Covenant of Mayors - Patto dei Sindaci. Gli obiettivi del Covenant sintetizzati comunemente con il detto "venti-venti-venti", coincidono con quelli previsti dall'UE nella lotta ai cambiamenti climatici. A tale iniziativa la Regione ha destinato l'intera risorsa pari a 35,24 milioni di euro dei fondi strutturali POR FESR 2007-2013, relativi all'asse II Energia. Tutti i 305 Comuni del territorio abruzzese hanno aderito al Patto dei Sindaci. Elemento fondamentale per i Comuni sottoscrittori del Patto dei Sindaci è la redazione, entro un anno dall'adesione, del Piano di Azione Comunale (Sustainable Energy Action Plan - SEAP). Tale documento, basandosi sul bilancio delle emissioni di CO2 (Balance Emission Inventory - BEI), si concretizza nella individuazione di strategie per il raggiungimento dell'obiettivo 20-20-20, e quindi nella definizione di interventi specifici su impianti e involucri.
Gli interventi, nell'ambito dell'attività II.1.1 con beneficiari le provincie, sono: istallazione di impianti fotovoltaici (con la garanzia di cofinanziamento almeno pari al 40% della quota di produzione); impianti solari termici; cogenerazione elettrica e termica.
Le tipologie di intervento dell'attività II.1.2, attuabili da Provincie e Comuni, che attengono al miglioramento dei rendimenti energetici di produzione, di distribuzione, di regolazione, di emissione sono: efficientamento degli impianti; sostituzione degli impianti; impianti fotovoltaici (con la garanzia di cofinanziamento almeno pari al 40% della quota di produzione); impianti solari termodinamici; cogenerazione elettrica e termica; sostituzione caldaie; installazione di termoregolatori sui caloriferi; efficientamento dei sistemi per la pubblica illuminazione; sostituzione dei corpi illuminanti; sostituzione di infissi e vetri; realizzazione di opere murarie di coibentazione; opere edili funzionali all'efficientamento energetico, per un importo non superiore al 25% dell'intervento finanziato. I finanziamenti vanno utilizzati prioritariamente per edifici scolastici, ove presenti, fermo restando l'ammissibilità di interventi anche su altri edifici o impianti comunali o provinciali nel caso di giustificate motivazioni e, comunque, tutti gli interventi devono essere inseriti nei Piani di Azione Comunali e Provinciali (SEAP).
Nell'ambito dell'attività II.1.3 sono previste interventi di animazione per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico.


28/03/2011  -  Emesso dalla Regione Abruzzo un
Bando pubblico per la presentazione di domande per la concessione di aiuti a favore di investimenti finalizzati all'utilizzo ed alla realizzazione di impianti per la produzione di energia da biomasse di origine agricola. Per il finanziamento delle domande relative al presente Bando è prevista una dotazione finanziaria complessiva di € 413.895,19.  Si promuovono acquisti e installazioni di impianti per l'utilizzo energetico delle biomasse con potenza termica complessiva inferiore a 500 kW.  Le biomasse che possono essere utilizzate e/o prodotte con il presente programma sono le seguenti: materiale vegetale legnoso derivante da interventi selvicolturali, da manutenzioni forestali e da potature legnose ed arbustive; materiale vegetale legnoso derivante da colture dedicate; prodotti derivati dalle attività agro-industriali di trasformazione; cippato. Beneficiari sono gli imprenditori agricoli. Il contributo concedibile in conto capitale, è fissato nella misura massima del 50% dell'investimento ammissibile a finanziamento.

10/03/2011  -  In attuazione del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 la Regione Friuli ha emesso un bando che disciplina le modalità e i criteri per la concessione di aiuti a favore delle imprese agricole per interventi nel settore energetico.  Sono ammessi investimenti per la realizzazione, sul territorio regionale, di impianti, per potenzialità produttiva complessiva fino a 1 megawatt, finalizzati alla produzione, utilizzazione e vendita di energia ottenuta da fonti rinnovabili e per l'acquisto di attrezzature funzionalmente connesse.  Gli impianti devono avere una potenzialità produttiva pari o superiore al 120 per cento del fabbisogno elettrico aziendale. La disponibilità finanziaria per il presente bando nell'ambito del PSR ammonta ad euro 5.500.000. L'intensità di aiuto è pari al 50 per cento del costo totale, in regime de minimis.

22/02/2011  -  Emesso dalla Provincia di Bolzano il quarto invito a presentare proposte progettuali a valere sui fondi del Programma "Competitività regionale ed occupazione" del POR FESR 2007-2013. Il bando finanzia tra le altre cose interventi: Per promuovere la produzione e l'utilizzo dell'idrogeno come vettore di energia rinnovabile (asse 2 linea a) e per promuovere la produzione di energia e le tecnologie legate agli impianti fotovoltaici e solari (asse 2 linea b). Le risorse finanziarie complessive per le attività dell'asse 2 ammontano a € 5.014.830, di questi una parte sono destinati agli interventi prima citati. Beneficiari sono: I servizi provinciali (caso A) e altri enti pubblici o privati (caso B). Nel caso A l'incentivo è pari al 100% delle spese ammesse, mentre nel caso B c'è la partecipazione del proponente secondo norme provinciali.

14/02/2011  -  La Regione Lombardia e le Camere di Commercio promuovono un bando per contributi alle imprese artigiane (o a loro consorzi, società consortili o cooperative) della Lombardia per l'introduzione di innovazione nei processi e prodotti a basso impatto ambientale e per il sostegno al risanamento ambientale nell'esercizio dell'attività d'impresa.  Tra le altre cose sono incentivati la realizzazione di impianti innovativi di produzione di energia, funzionali al processo produttivo artigiano, da fonti rinnovabili e l'introduzione di tecnologie innovative che riducano, all'interno e all'esterno dell'azienda, l'impatto ambientale del processo produttivo in termini di risparmio energetico. La somma complessiva disponibile è di € 1.500.000. I contributi, in conto capitale e a fondo perduto, legati a progetti innovativi, sono previsti nella misura seguente: per le singole imprese artigiane il 25%, fino ad un massimo di € 50.000, della spesa ammissibile; per i consorzi artigiani il 30%, fino ad un massimo di € 50.000, della spesa ammissibile.  L'impresa deve effettuare un investimento con un importo minimo di  € 15.000.

27/01/2011  -  Pubblicato sul BUR della Regione Emila Romagna un bando, emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013, per la concessione di contributi finalizzati a favorire la rimozione dell'amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l'installazione e messa in esercizio di impianti fotovoltaici. Possono beneficiare dei contributi del presente bando le PMI della Regione. Le risorse finanziarie ammontano a 9 Mln di euro. Gli interventi che possono beneficiare del contributo previsto nel presente bando sono i seguenti: a) interventi finalizzati alla rimozione e allo smaltimento dei manufatti contenenti cemento-amianto anche di matrice resinosa presenti in edifici, immobili e/o stabilimenti in cui si svolgono attività lavorative; b) interventi di coibentazione degli edifici climatizzati indicati nella precedente lettera a); c) interventi finalizzati alla installazione - sugli edifici indicati nella precedente lettera a) - e messa in esercizio di impianti fotovoltaici di nuova fabbricazione. I regimi di aiuti applicabili sono o il regime de minimis (30-45% dell'investimento) o il regime generale di esenzione (45% dei sovraccosti). Il contributo concedibile per ciascun beneficiario non potrà eccedere, per l'intero complesso di interventi ammessi, la somma complessiva di  € 150.000.


30/12/2010  -  Emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un avviso pubblico per la selezione ed il finanziamento di progetti innovativi ed esemplari riguardanti la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, su edifici di proprietà pubblica, ubicati nelle Regioni Convergenza. L'avviso è stato emesso nell'ambito della linea di attività 1.3 del Programma Operativo Interregionale (POI) "Energie Rinnovabili e risparmio energetico" 2007- 2013.  Possono presentare progetti, i Ministeri, le Università, le Regioni, le Province, i Comuni e le Comunità Montane delle aree dell'obiettivo Convergenza, che siano titolari della proprietà degli immobili in cui saranno effettuate le iniziative. Le domande potranno essere presentate dal 1° al 20 aprile 2011 e prevedono un contributo pari al 100% delle spese ammissibili. Sono ammessi: impianti di cogenerazione o di trigenerazione ad alto rendimento alimentati da fonti rinnovabili, impianti solari termici con sistema di "Solar Cooling", impianti eolici, pompe di calore geotermiche a bassa entalpia. Le risorse disponibili ammontano a 20 Mln di  € ed il contributo è pari al 100% delle spese ammesse.  Per la stesura del progetto definitivo e/o esecutivo, relativo all'iniziativa il proponente potrà avvalersi di un tutor, che potrà essere costituito da ENEA o dal GSE.

29/10/2010  -  Emessi dalla Regione Lombardia 4 bandi, nell'ambito dell'Accordo di Programma Quadro in materia di Energia e Ambiente stipulato nel 2009 con il Ministero dell'Ambiente. I bandi sono i seguenti: bando per la realizzazione di progetti ad alta valenza dimostrativa basati sull'impiego della tecnologia solare (dotazione: 2 milioni di euro, destinatari: enti pubblici, contributo 50%); bando per la realizzazione di impianti solari termici al servizio di edifici pubblici ad uso pubblico o residenziale (dotazione: 6.973.691,07  euro, destinatari: enti pubblici, contributo 25-50%); bando per la progettazione e la realizzazione di interventi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici o di uso pubblico (dotazione: 4.691.441,35 euro , destinatari: enti pubblici o ESCO, contributo 40%); bando di concorso per la realizzazione di un edificio ad emissioni zero (dotazione: 1 milione di euro, destinatari: enti pubblici o ESCO, contributo: max 40%).

27/09/2010  -  Con deliberazione della giunta provinciale n. 1593 del 2010 la Provincia di Bolzano ha approvato i criteri per la concessione di contributi ai sensi della L.P. n. 9/10 per interventi di utilizzo razionale dell'energia, di risparmio energetico e di utilizzo di fonti rinnovabili di energia.

23/09/2010  -  Emesso dalla Regione Valle d'Aosta un bando pubblico per il finanziamento, nell'ambito del POR FESR 2007/13, di audit energetici su edifici di proprietà degli enti locali finalizzati alla promozione di interventi di efficienza energetica e di utilizzo delle fonti di energia rinnovabili. La dotazione finanziaria è di 500.000 euro.

15/09/2010  -  Presentato dalla Regione Sardegna alla Commissione Europea un Grande Progetto basato sulla tecnologia del Solare Termodinamico, da finanziare con il POR FESR 2007-2013 con 55 Mln di €.

30/08/2010  -  Emesso dalla Regione Piemonte un nuovo bando, analogo a quello emesso nel 2008, di incentivazioni alla razionalizzazione dei consumi energetici e all'uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi. Il bando è emesso nell'ambito del POR FESR 2007/2013. Lo stanziamento è di 20 Mln di €.

16/06/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando che disciplina i criteri e le modalità per l'accesso, da parte delle imprese, ai finanziamenti previsti dal POR FESR 2007-2013 nei seguenti ambiti: Risparmio energetico, Fonti rinnovabili, Cogenerazione di energia e calore, Sostituzione di idrocarburi con altri combustibili. La dotazione finanziaria di 8 Mln di € è stata portata a 10 mln nel novembre 2011. Il contributo viene concesso sotto forma di aiuto non rimborsabile. L'intensità massima degli incentivi corrisposti in regime "de minimis" è pari all'80% della spesa ammissibile.

29/05/2010  -  Emesso dalla Regione Sicilia, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, un bando a favore degli imprenditori agricoli, di incentivazione della diversificazione delle attività aziendali verso finalità agroenergetiche, sostenendo lo sviluppo di attività non agricole ad integrazione del reddito dell'imprenditore agricolo e/o della sua famiglia.  La dotazione ammonta a 18 Mln di €, divisi in due bandi incentivati uno con il regime de minimis e l'altro in regine art. 3 del D.P.C.M. 3 giugno 2009.

28/05/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento.  Le risorse ammontano complessivamente a euro 1.155.000. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

28/05/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti oltre i settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica in profondità, oltre i settecento metri, anche a completamento di interventi attuati nella programmazione precedente, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento. Le risorse ammontano complessivamente a euro 1.925.000. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

28/05/2010  -   Emesso dalla Regione Sicilia un avviso pubblico per la concessione di agevolazioni finanziarie, attraverso la sottoscrizione di Contratti di Programma Regionali per lo Sviluppo delle Attività Industriali, in attuazione del POR FESR Sicilia 2007 - 2013, linea di intervento 2.1.1.1 "Interventi per la costituzione di filiere produttive di ambito regionale nel campo delle fonti rinnovabili anche attraverso progetti pilota a carattere innovativo (specie nei settori del solare termico a bassa temperatura, solare fotovoltaico, biomassa, mobilità sostenibile, ecoefficienza, biocarburanti e idroelettrico), da attuare in sinergia con l'azione di incentivazione alla trasformazione e commercializzazione sulle colture energetiche no food". La dotazione finanziaria è di 120 Mln di €. Beneficiari sono, con esclusione delle imprese agricole, la PMI che propone il progetto industriale ed, eventualmente, le altre PMI che realizzano i programmi previsti nello stesso progetto industriale. Gli interventi devono fare riferimento alla produzione di tecnologie inerenti: mini eolico;  solare termico (alta e bassa temperatura); solare fotovoltaico; geotermia a bassa entalpia (in complementarietà a iniziative POIN che prevedono interventi sulla geotermia ad alta entalpia);  biocarburanti; idroelettrico; progetti per la valorizzazione energetica di biomasse da vegetali (per impianti con potenza superiore ad 1 MW); mobilità sostenibile; ecoefficienza. L'intensità dell'aiuto è del 50% per le piccole imprese e 40% per le medie, con la possibilità di usufruire in alternativa o in combinazione di aiuti sui finanziamenti.

19/05/2010  -  Emesso dalla Provincia di Trento  un bando avente ad oggetto:"Approvazione di criteri e modalità, per l'anno 2010, relativi a contributi per interventi di risparmio energetico e di produzione di energia da fonte rinnovabile di cui alla legge provinciale 29 maggio 1980, n. 14 e s.m., per interventi di riduzione dell'inquinamento luminoso di cui alla legge provinciale 3 ottobre 2007, n. 16 ed approvazione del Bando annuale 2010 con riferimento ai medesimi interventi ed a quelli relativi ai veicoli a basso impatto ambientale". Il budget complessivo è non inferiore ad Euro 7.000.000,00.

17/05/2010  -  Emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, nell'ambito del POI Energia 2007-2013, un bando finalizzato ad avviare una procedura ad evidenza pubblica per la selezione ed il finanziamento di iniziative riguardanti la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici di proprietà delle Amministrazioni dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni e delle Comunità montane, aventi sede nelle regioni Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia). Sono ammesse le seguenti tipologie di impianto: - Produzione di energia elettrica o produzione combinata di energia elettrica e termica (impianti solari fotovoltaici,  impianti di cogenerazione ad alto rendimento alimentati da fonti rinnovabili, impianti eolici operanti in scambio sul posto); - Produzione di energia termica (impianti solari termici, pompe di calore geotermiche a bassa entalpia, caldaie alimentate da biomassa). Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 30 Mln di €. La percentuale massima di contributo è pari al 100% del costo ammissibile del progetto. Il costo complessivo per singolo progetto è compreso tra 100.000 Euro e 1.000.000 Euro.

17/05/2010  -  Emesso dalla Regione Lombardia, in applicazione della Misura 311B del PSR 2007-2013, un bando a favore delle aziende agricole che incentiva la realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile fino ad 1 MW incluso l'acquisto di attrezzature, servizi e macchine funzionali alla gestione degli impianti. Le risorse finanziarie complessive ammontano a 20 M€. Il contributo ammonta al 40% della spesa ammessa, elevata al 45% per le aziende ubicate in zone svantaggiate montane.

23/04/2010  -  Emesso dalla Regione Calabria un bando per il sostegno alla realizzazione di impianti solari fotovoltaici nelle strutture e nelle componenti edilizie di proprietà delle amministrazioni comunali. Il Bando è finanziato dal POR FESR regionale con un importo pari a €.15.000.000 a valere sulle risorse della Linea di Intervento 2.1.1.1 "Azioni per la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili." Il contributo massimo concesso è pari al 100% delle spese ammesse per i Comuni fino a 5000 abitanti e del 75% per gli altri.

15/04/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando per l'assegnazione di contributi per interventi volti allo sfruttamento delle fonti rinnovabili di energia - BIOMASSE. Il bando è finanziato dal POR FESR 2007/2013 con 10,3 Mln di €. Possono beneficiare dei contributi previsti dal presente bando i Comuni. Sono finanziabili interventi appartenenti ad una delle seguenti tre tipologie: a) nuovi impianti di sola produzione termica, di cogenerazione o di trigenerazione alimentati a biomasse agro-forestali, che potranno servire utenze pubbliche e private; b) nuove reti di teleriscaldamento o teleraffrescamento asservite ad impianti già esistenti e di proprietà del Comune di sola produzione termica, cogenerativi o trigenerativi ed alimentati a biomasse agro-forestali, tali reti potranno servire utenze pubbliche e private; c) nuovi impianti di sola produzione termica, di cogenerazione o di trigenerazione alimentati a biomasse agro-forestali, e allacciati ad una nuova rete di teleriscaldamento o teleraffrescamento, che potranno servire utenze pubbliche e private. I contributi sono in conto capitale, e sono concessi fino ad una misura massima pari al 77% della spesa ammissibile. Il progetto deve avere una percentuale minima di cofinanziamento da parte di ciascun beneficiario, pari al 23% della spesa ammissibile.

01/04/2010 -  Emesso dalla Regione Basilicata un bando di incentivazione relativo all'Azione C del Programma di Sviluppo Rurale: "Investimenti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia da fonti rinnovabili". Le tipologie di investimenti ammissibili sono le seguenti: A) Centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets o a pezzi di legno, con potenza inferiore o uguale a 1 MW; B) Microimpianti per la creazione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione) e di biocombustibili; C) Microimpianti per la produzione di energia eolica, solare, idrica (piccoli salti); D) Eventuali piccole reti di distribuzione dell'energia prodotta interne all'azienda agricola. La disponibilità finanziaria è di 7 Mln di €. Beneficiari: Imprenditori agricoli. L'aiuto consiste in un contributo in conto capitale fino ad un massimo del 50% della spesa massima ammissibile, nell'ambito della vigente disciplina degli aiuti "de minimis".

23/03/2010  -  Emesso dalla Regione Veneto nell'ambito del POR FESR 2007-2013 un bando per la concessione di contributi in conto capitale per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Le risorse finanziarie disponibili ammontano a euro 6.759.012,20.  Beneficiari sono gli Enti Locali. Sono ammissibili impianti per la produzione di energia termica alimentati da biomasse o da fonte solare o da fonte geotermica o da impianti ibridi delle tre fonti. Il bando è volto alla concessione di contributi in conto capitale, sino alla misura massima del 70 per cento dell'investimento ammesso.

08/03/2010  -  Emesso dalla Regione Piemonte un bando di incentivazioni all'insediamento di linee di produzione di sistemi e componenti nel campo dell'efficienza energetica e dello sfruttamento delle fonti rinnovabili. Il bando è stato emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013 ed ha una dotazione finanziaria iniziale di 20 Mln di €. Beneficiari sono le PMI e loro consorzi. Non sono ammessi a beneficiare dell'agevolazione progetti di investimento di ammontare inferiore a 100.000,00 €. Le agevolazioni sono concesse tramite finanziamento agevolato, integrato da un contributo a fondo perduto. Si applicano le norme previste dal regime in esenzione o da quello in de minimis.

05/03/2010 -  Emesso dalla Regione Sicilia un bando per la concessione di agevolazioni agli Enti locali ed altri Soggetti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili, l'incremento dell'efficienza energetica e la riduzione delle emissioni climalteranti. Il bando è finanziato dal POR FESR 2007-2013, Asse 2, Obiettivo operativo 2.1.1.2. ed 2.1.2.1. con 60 M €. Sono riportate di seguito le tipologie di intervento ammesse con le categorie di spesa e le risorse assegnate in euro: Solare (Ctg. n. 40; 18.690.696,74); Eolica (Ctg. n. 39; 5.607.711,55); Biomassa (Ctg. n. 41; 8.411.567,01); Idroelettrica, geotermica e altre (Ctg. n. 42; 7.290.024,70); Efficienza energetica, cogenerazione, gestione energetica (Ctg. n. 43; 20.000.000,00).  La percentuale di finanziamento può essere erogata nella misura massima dell' 80% dell'ammontare totale del singolo investimento. Nel caso di impianti fotovoltaici classificati come "parzialmente integrati" la percentuale massima del finanziamneto è pari al 20%.

05/02/2010  -  La Giunta regionale della Liguria, con delibera n.213 del 5 febbraio 2010, ha approvato le Linee Guida e le Disposizioni comuni per la presentazione di progetti finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili da parte degli Enti di gestione delle Aree Protette regionali, nell'ambito del Por Fesr 2007-2013, Asse 2 Energia, azione 2.1 L'energia dei Parchi. Le risorse disponibili ammontavano complessivamente a un milione di euro. Gli interventi ammessi a finanziamento riguardavano la realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, minieolico, caldaie e stufe a legna e a pellets, geotermico e cogenerazione), idroelettrico escluso. Il contributo  consiste in un finanziamento a fondo perduto, nella misura massima dell'80% della spesa ammessa.

28/01/2010  -  Emesso dalla Regione Sardegna un bando di incentivazione di impianti solari termici 2009 - persone fisiche e soggetti giuridici privati diversi dalle imprese.  Il presente bando, disciplina le procedure per la richiesta di concessione e per l'erogazione del contributo pubblico, nella misura massima del 30% del costo d'investimento ammesso - non inclusivo dell'iva - per la realizzazione di interventi d'installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento degli ambienti e sistemi integrati nelle strutture edilizie.
Le risorse economiche sono pari a € 1.126.528,21 derivanti da economie risultanti dai fondi "Carbon Tax". Per la realizzazione degli impianti il costo unitario massimo d'investimento riconosciuto non potrà comunque superare i seguenti valori:
Impianti di taglia inferiore o uguale a 20 mq (superficie lorda):
C = 600 €/mq per gli impianti che impieghino collettori solari piani vetrati;
C = 720 €/mq per gli impianti che impieghino collettori solari sottovuoto;
Impianti di taglia superiore a 20 mq (superficie lorda):
C = 360+4800/S per gli impianti che impieghino collettori solari vetrati;
C = 440+5600/S per gli impianti che impieghino collettori solari sottovuoto.


21/01/2010  -  Pubblicato sul BUR della Regione Lazio un bando di incentivazione, a favore delle imprese,  per progetti di innovazione. Le tipologie di intervento sono: A) Accesso integrato; B) Sostenibilità ambientale. Il bando è finanziato dal POR FESR della Regione Lazio con 4 M€ di cui 0.5 M€ per gli interventi delle attività II.1 del POR (Promozione  dell'efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili ). Tra gli interventi ammessi per la sostenibilità ambientale si segnaliamo: Acquisizione di servizi per audit energetici  e di certificazione energetica (contributo del 50% e regime Regolamento CE 800/2008); Progettazione e attuazione di soluzione integrate per l'efficienza energetica, la cogenerazione e la gestione energetica, la produzione di energia da fonti rinnovabili (contributo del 50% e regime de minimis).

30/12/2009  -  Approvato un bando per la Misura 3.1.1. Sottomisura b) "Diversificazione dell'attività delle aziende agricole ed avvio di nuove attività" del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 della Regione Marche. Le risorse finanziarie  ammontano a 5 Mln di €. Produzione per l'utilizzo e la vendita di energia elettrica e termica nonché per la produzione di biocombustibili provenienti da fonti rinnovabili, ed in particolare dalle biomasse, di potenza massima di 1 MWe. L'autoconsumo aziendale dell'energia elettrica o elettrica e termica prodotta o dei biocombustibili non può essere superiore ai 1/3 del totale. Gli aiuti sono concessi, in regime de minimis, in forma di contributo in conto impianti
, con intensità tra il 30 e il 40%.

30/12/2009  -  Pubblicata sul BUR della Regione Friuli un bando per lo sfruttamento della risorsa geotermica mediante impianti con geoscambio e pompa di calore, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria e ad usi tecnologici. Le risorse finanziarie rese disponibili dal POR FESR 2007-2013 ammontano a 3,08 M€. Beneficiari: Comuni, province e Comunità Montane. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile. Il limite massimo di contribuzione di ciascun progetto non può essere comunque superiore a 300.000,00 euro, al netto della quota di cofinanziamento a carico dei beneficiari.

29/12/2009  -  Emesso dalla Regione Sardegna un bando che disciplina l'erogazione di contributi in conto capitale a favore delle persone fisiche e di altri soggetti giuridici privati diversi dalle imprese, per l'installazione di impianti fotovoltaici, integrati nelle strutture edilizie, con una potenza nominale non inferiore a 1 kw e non superiore a 20 kw.
Lo stanziamento complessivo relativo ammonta a euro 5 milioni, reso disponibile dall'Art. 24, L.R. 29 maggio 2007, n. 2 (LEGGE FINANZIARIA 2007).
L'aiuto concesso consiste in un contributo in conto capitale nella misura del 20% delle spese ammissibili al netto di iva sostenute per la realizzazione dell'impianto fotovoltaico. Il contributo è compatibile con gli incentivi per la produzione di energia fotovoltaica previsti dalla normativa sul Conto Energia.

29/12/2009  -  Emesso dalla Regione Veneto un bando di incentivazione della produzione di energia e biocarburanti da fonti rinnovabili. Il bando è finanziato con 4 Mln di € dal PSR 2007-2013, misura 311. Beneficiari sono gli agricoltori o aziende agricole. Sono ammesse: 1. produzione e vendita di energia elettrica e/o termica la cui potenza termica nominale è inferiore o uguale a 1MW1; 2. lavorazione e trasformazione della biomassa destinata alla produzione di energia. Incentivo: 60% per impianti e attrezzature privi di altri incentivi, in regime de minimis.

16/12/2009  -  La Giunta Regionale della Sardegna ha approvato la delibera n. 55/8 per la realizzazione ed il riassetto funzionale di mini centrali idroelettriche e per gli interventi di "efficientamento energetico" del sistema idrico integrato regionale attraverso la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. La Regione mette a disposizione circa 29 M€ provenienti da fondi POR/FESR 2007-2013 ed autorizza la procedura dell'appalto integrato, consentendo il mantenimento in esercizio delle centrali idroelettriche di Uvini (Diga Mulargia) e di Santu Miali (Furtei) oltre alla realizzazione di due micro centrali idroelettriche per lo sfruttamento dell'energia potenziale dell'acqua trasportata dagli acquedotti.

11/12/2009  -  La Giunta Regionale della Valle d'Aosta ha deliberato un avviso pubblico per la presentazione di domande di aiuto in applicazione della misura 311 "Diversificazione in attività non agricole" - azione d) "impianti per energia da fonti alternative" del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013, a favore delle aziende agricole.  L'intervento ammissibile riguarda la realizzazione di microimpianti per la produzione di energia elettrica da impianto fotovoltaico di potenza massima di 200 KW.  Il presente Avviso pubblico è a valere su un ammontare di euro 2.000.000. L'aiuto, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 20% della spesa ammissibile e pertanto è possibile accedere agli incentivi del conto energia. L'aiuto sarà calcolato ed erogato nel rispetto delle norme fissate per gli aiuti "
de minimis".

03/12/2009  -  Con Determinazione Dirigenziale n. 589 è stato approvato il Disciplinare per l'attuazione del progetto-pilota: installazione impianto fotovoltaico sul Palasport Olimpico di Torino come previsto dalla Delibera della GR n. 55-10095 del 17/11/2008.


01/12/2009  -  La Giunta regionale della Liguria, con delibera n. 1499 del 6 novembre 2009 ha approvato un bando di incentivazione per la realizzazione di interventi finalizzati al risparmio energetico e/o all'utilizzo delle fonti rinnovabili per l'autoproduzione di energia elettrica, termica o energia termica ed elettrica combinata, destinando risorse per complessivi 734.400 euro.  Possono presentare domanda le aziende pubbliche e private, disciplinate dalla legge regionale 7 febbraio 2008 n. 2 "Testo unico in materia di strutture turistico-ricettive e balneari". L'agevolazione è concessa da A.R.E. Liguria S.p.A. a titolo di aiuto in regime di "de minimis" e consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% della spesa totale ammessa non inclusiva dell'IVA.  Gli interventi devono essere finalizzati al risparmio energetico e/o all'utilizzo delle fonti rinnovabili per l'autoproduzione di energia elettrica, termica o energia termica ed elettrica combinata; per interventi finalizzati al risparmio energetico si intendono quelle iniziative sugli involucri edilizi e/o sugli impianti in grado garantire una riduzione complessiva dei consumi di energia primaria da fonte fossile e delle relative emissioni di CO2, in altri termini, i consumi e le emissioni totali annue dopo l'intervento devono risultare minori dei valori ante intervento.

28/10/2009  -  La Giunta regionale della Liguria, con la Delibera n. 1345 del 9 ottobre 2009, ha approvato un nuovo bando per "Produzione di energia da fonti rinnovabili - Enti pubblici" per l'attuazione dell'azione 2.1 del Por 2007-2013 asse 2 - Energia. Le risorse destinate ammontano complessivamente a 4.000.000 euro. Sono ammissibili interventi di realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili con esclusione dell'idroelettrico. Il contributo è concesso entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili, e consiste in un finanziamento a fondo perduto, nella misura massima del 80% della spesa ammessa e non può comunque essere richiesto per ciascun Ente richiedente un contributo complessivo superiore ad € 1.000.000,00 anche nel caso di finanziamenti concessi a più interventi.

30/09/2009  -  Emesso dalla Regione Sardegna un bando per il cofinanziamento di impianti solari fotovoltaici e termici integrati nelle strutture edilizie degli ospedali pubblici - POR FESR 2007-2013 Asse III linea di attività 3.1.1c "Sviluppo di energie rinnovabili: energia solare e filiere bioenergetiche".  La dotazione finanziaria del presente avviso ammonta a € 6.700.000.  Il cofinanziamento destinato alla realizzazione degli interventi è determinato nella misura massima del 90% della spesa ammissibile.


29/07/2009  -  Emesso dalla Regione Lombardia un bando di incentivazione di impianti solari termici al servizio di immobili di proprietà pubblica. Sono incentivati impianti solari termici per la produzione di acqua o aria calda con una producibilità di almeno 10.000 kWh/anno utilizzanti pannelli tradizionali o sistemi solari di climatizzazione estiva. Sono disponibili 1,4 M€. Il contributo è pari al 50% delle spese ammissibili sino a un massimo di 50.000 €, in caso di sistema di condizionamento estivo il massimo è di 60.000€.

13/07/2009  -  Con Delibera della GR n. 1155 del 2009, la Regione Marche ha emesso un bando che incentiva l'installazione di pannelli solari termici, con la concessione dei contributi a favore di imprese ed associazioni senza scopo di lucro, in attuazione della Legge Regionale n. 20 del 2003.  La dotazione finanziaria è di 130.000 €. Per gli interventi di cui al presente bando sono concessi contributi in conto capitale, al netto dell'IVA, nella percentuale massima del 25% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo si intende in regime di de minimis nel rispetto del Reg. CE 1998/2006.


10/07/2009  -  Nell'ambito del POR FESR 2007/2013 la Giunta Regionale della Valle d'Aosta ha approvato  un progetto pilota da realizzare presso l'edificio Villa Cameron sito in comune di Courmayeur. Il Progetto prevede la realizzazione di un impianto dimostrativo a fonti rinnovabili (solare termico e fotovoltaico) a servizio della sede della fondazione "Montagna Sicura" Villa Una May Cameron.  Il finanziamento previsto è di 198.000 euro.

08/07/2009  -  Approvato dalla Regione Liguria un bando attuativo Asse 2, linea attività 2.1 "Produzione di energia da fonti rinnovabili e efficienza energetica - soggetti pubblici". Sono ammissibili i seguenti interventi: A) Realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili di potenza non superiore ai 20 kW; B) Interventi finalizzati all'incremento dell'efficienza energetica riguardanti interventi sugli impianti e/o sulle strutture edilizie. Le risorse disponibili ammontavano complessivamente a 6.892.912,98 di euro (la dotazione iniziale di 5 milioni di Euro è stata incrementata con le dgr n.1573/2009 e n.135/2011). Il contributo consiste in un finanziamento a fondo perduto, nella misura massima del 80% della spesa ammessa e non può comunque essere richiesto un contributo complessivo superiore ad 1.000.000,00 anche nel caso di finanziamenti concessi a più interventi.

22/06/2009  -  Emesso dalla Regione Toscana un bando di attuazione degli interventi in materia di aiuti volti agli investimenti in materia di fonti di energia rinnovabili, risparmio energetico, cogenerazione e teleriscaldamento previsti dal POR-FESR 2007-2013. Il bando è rivolto alle imprese ed agli enti pubblici ed ha una dotazione finanziaria di 29.238.291,17 euro per il periodo 2007-2010.  Per la prima apertura del bando, scadenza 30/09/09, le risorse ammontano ad Euro 21.710.183,53 anni 2007-2009, di cui Euro12.892.579,17 per la linea di intervento 3.1 ed Euro 8.817.604,36 e la linea di intervento 3.2. Le risorse disponibili per la seconda apertura del bando, scadenza 01/03/2010 ammontano ad Euro 7.528.107,64 anno 2010, di cui Euro 4.470.562,10 per la linea di intervento 3.1 ed Euro 3.057.545,54 per la linea di intervento 3.2. Sono ammessi a finanziamento, i progetti di centrali di produzione di energia da fonti rinnovabili e, precisamente: centrali idroelettriche di piccola e media potenza; impianti solari termici; impianti solari fotovoltaici anche inseriti in contesti di recupero ambientale; impianti eolici; centrali di produzione sia elettrica che termica alimentate a biomasse e biogas e progetti di utilizzo dei fluidi geotermici. Il limite di potenza elettrica ammissibile per i progetti suddetti non dovrà essere superiore a di 10 MW. Per il risparmio energetico sono finanziabili le operazioni che consentano alle imprese di ridurre il consumo di energia utilizzata, in particolare nel ciclo di produzione.  Gli aiuti ambientali agli investimenti a favore della cogenerazione sono riferiti esclusivamente agli interventi di cogenerazione ad alto rendimento e che rispetti la seguente condizione: una nuova unità di cogenerazione permetta di ottenere un risparmio generalizzato di energia primaria rispetto alla produzione separata secondo la definizione della direttiva 2004/8/CE e della decisione 2007/74/CE. Gli aiuti ambientali agli investimenti a favore del «teleriscaldamento energicamente efficiente»: sono ammissibili purchè conducano ad un risparmio di energia primaria, che l'impianto stesso soddisfi la definizione di teleriscaldamento energeticamente efficiente e che: a) dall'operazione combinata di produzione di calore (e di elettricità nel caso della cogenerazione) e di distribuzione di calore risulti in un risparmio di energia primaria, oppure b) l'investimento sia inteso a utilizzare e distribuire il calore di scarto ai fini del teleriscaldamento. Gli interventi di cui sopra, dovranno dimostrare, con puntuali diagnosi energetiche, di incidere sensibilmente sui bilanci energetico-ambientali delle imprese e delle pubbliche amministrazioni.

13/06/2009  -  La Regione Lazio ha promulgato nell'ambito del POR FESR un bando di incentivazione "Efficienza ed ecosostenibilità del sistema/filiera produttiva regionale della carta". Tra le altre cose il bando incentiva gli investimenti di efficienza energetica finalizzati alla realizzazione di sistemi volti alla gestione efficiente dell'energia nelle cartiere mediante attività tese alla riduzione del fabbisogno energetico. Spese ammissibili: 1) Acquisizione di servizi di consulenza per la certificazione di qualità ambientale e per il monitoraggio e la gestione ambientale; 2) Acquisizione di servizi per audit energetici e di certificazione energetica; 3) Progettazione e attuazione di soluzioni integrate per l'efficienza energetica, la cogenerazione e la gestione energetica, la produzione di energia da fonti rinnovabili. Le risorse finanziarie stanziate per gli incentivi nel settore dell'efficienza energetica ammontano a 2 M€. Gli incentivi verranno erogati secondo le modalità previste dal regime de minimis e da quello in esenzione.

06/06/2009 - Emesso dalla Regione Lazio un bando che promuove l'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il bando finanziato dal POR FESR con 10 milioni di euro è rivolto alle Imprese della Regione. Interventi incentivati:
a) Risparmio energetico e ottimizzazione dell'utilizzo di energia sostenuti da una preliminare attività di auditing (interventi per l'efficienza energetica dell'involucro edilizio, acquisto di impianti, beni e strumenti che consentano la riduzione puntuale dei consumi e il conseguimento di più alti rendimenti energetici; pompe di calore ad assorbimento a gas; caldaie centralizzate o a condensazione; impianti di cogenerazione e trigenerazione ad alto rendimento; sistemi di monitoraggio dell'efficienza energetica; impianti per l'utilizzo diretto del calore geotermico mediante pompe di calore; forni ed altri impianti specifici di produzione; impianti solari termici; reti di teleriscaldamento per la distribuzione di energia termica).
b) Interventi finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti solari fotovoltaici; gli impianti micro e mini eolici; impianti di produzione di energia alimentati a biomassa, a biogas o a biocarburanti e sistemi ad essi correlati; interventi correlati a quelli previsti per l'immagazzinamento di energia da fonti rinnovabili mediante sistemi di accumulo energetico).


05/06/2009  -  Nell'ambito del POR FESR 2007/2013 la Giunta Regionale della valle d'Aosta ha approvato la realizzazione di un progetto pilota tramite l'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico e microeolico) presso gli edifici "Direzionale" e "Serpentone" di proprietà della società Autoporto Valle d'Aosta S.p.A. siti in Loc. Regione Autoporto nel comune di Pollein. Il finanziamento previsto è di 796.490 euro.

26/05/2009  -  Emesso dalla Regione Basilicata un bando di incentivazione relativo all'Azione C del Programma di Sviluppo Rurale: "Investimenti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia da fonti rinnovabili". Le tipologie di investimenti ammissibili sono le seguenti: A) Centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets, con potenza inferiore o uguale a 1 MW; B) Microimpianti per la creazione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione) e di biocombustibili; C) Microimpianti per la produzione di energia eolica, solare, idrica (piccoli salti); D) Eventuali piccole reti di distribuzione dell'energia prodotta interne all'azienda agricola. La disponibilità finanziaria è di 6,6 M€. Beneficiari: Imprenditori agricoli.

14/05/2009  -  Emesso dalla Regione Lazio un bando che promuove la realizzazione di interventi relativi all'installazione di impianti solari fotovoltaici e termici nelle strutture edilizie di proprietà pubblica insistenti sul territorio della Regione Lazio. Il bando è finanziato con il POR FESR 2007-2013. Le risorse disponibili ammontano a 16.250.000 euro. Il contributo verrà concesso nella misura dell'80% dell'investimento ammissibile per interventi su strutture scolastiche e nella misura del 20% dell'investimento ammissibile per interventi su strutture sanitarie e altre strutture pubbliche; per la copertura della rimanente parte dell'investimento il beneficiario potrà avvalersi di risorse finanziarie proprie o di capitali privati mediante operazioni di finanziamento tramite terzi . 
Sono ammissibili al contributo pubblico gli interventi per:
a. L'installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica di potenza nominale non superiore a 200 kWp e che comportino un investimento complessivo non inferiore a 100.000 euro, collegati alla rete di distribuzione;
b. installazione di impianti solari termici le cui componenti costituiscano parte integrante degli elementi costruttivi di complessi edilizi, che consentano una riduzione pari ad almeno il 30% del fabbisogno annuo di energia elettrica per usi termici dell'edificio, solo se realizzati insieme a un impianto fotovoltaico di cui alla lettera a.


30/04/2009  -  Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 417 del 30 marzo 2009, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia - Romagna n. 79 del 30/04/2009, è stato approvato il bando per la promozione dei programmi degli Enti locali di qualificazione energetica e di sviluppo di impianti a fonti rinnovabili. I programmi di qualificazione energetica devono conseguire un obiettivo di risparmio di energia primaria pari ad almeno 500 tep/a. Detto obiettivo può essere raggiunto come somma dei contributi parziali legati ad una o più delle misure nel seguito indicate: a) interventi volti a dotare gli edifici pubblici di impianti a fonti rinnovabili e/o di impianti di cogenerazione ad alta efficienza; b) interventi finalizzati alla realizzazione di piattaforme solari di proprietà pubblica; c) interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi a rete per il riscaldamento urbano di proprietà pubblica; d) interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi efficienti di utenza elettrica; e) interventi finalizzati al risparmio energetico nell'illuminazione pubblica; f) interventi a carattere sperimentale e dimostrativo finalizzati alla realizzazione di edifici pubblici e ad uso pubblico ad alta prestazione energetica, per non più di un intervento per programma.

07/04/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando per investimenti per il risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti rinnovabili nelle PMI del settore Turismo. Con il presente bando la Regione Marche intende finanziare una serie di azioni inerenti Progetti Imprenditoriali ad elevato contenuto tecnologico finalizzato: a) conseguire elevati standard di efficienza energetica, ridurre i consumi di energia nella climatizzazione e illuminazione degli ambienti adibiti al soggiorno degli ospiti, nonché nella produzione di acqua calda sanitaria e nell'illuminazione delle aree esterne di pertinenza; b) ridurre i consumi specifici di energia anche attraverso la riprogettazione e la  riqualificazione degli impianti adibiti alla gestione dell'energia della struttura, anche attraverso  l'adozione di strumenti di misura, controllo e gestione dell'energia utilizzata; c) adottare impianti per produrre energia da fonti rinnovabili ( solare termico, solare fotovoltaico, energia eolica). La dotazione finanziaria è di 532.000 euro. L'intensità d'aiuto varia tra il 40% e il 50% secondo le dimensioni dell'impresa per i punti a e b e tra il 20% per il punto c.

26/03/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando per investimenti per il risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti rinnovabili a favore delle PMI del settore Cultura. Con il presente bando la Regione Marche intende finanziare: a) audit energetici (diagnosi energetiche) ex ante, finalizzati alla individuazione dell'/degli intervento/i più efficace/i  in termini di risparmio energetico, ed ex post, per la valutazione dei risultati; b) interventi di coibentazione dell'involucro edilizio; c) interventi di edilizia bioclimatica; d) realizzazione di sistemi di ventilazione naturale per il periodo estivo; e) sostituzione  impianti di riscaldamento finalizzati al risparmio energetico; f) pompe di calore (anche per il raffrescamento estivo);  g) interventi per l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili (es.: solare fotovoltaico per produzione elettrica, energia solare termica, ecc.); h) utilizzo di dispositivi a più elevata efficienza per la combustione delle fonti energetiche non rinnovabili; i) adozione di sistemi di posizionamento in stand-by delle apparecchiature in uso saltuario, sistemi di spegnimento automatico di apparecchi in stand-by; j) rifasamento delle linee elettriche strettamente collegate all'installazione di attrezzature e impianti finalizzati al risparmio energetico; k) sostituzione  dei motori elettrici e dei sistemi di illuminazione finalizzati al risparmio energetico; l) adozione di sistemi informatici che garantiscano il monitoraggio dei dati energetici; m) ottenimento dell'attestato di qualificazione energetica  - ove applicabile in base alla normativa vigente (D.Lgs. 192 del 19/08/2005 e succ. provv.). La dotazione finanziaria è di 760.000 euro. L'intensità d'aiuto è pari al 40% dell'investimento ammissibile in regime "de minimis". Per le micro imprese, per le quali è prevista una riserva del 40% sul totale delle risorse attivate con il presente bando,  viene concesso un contributo pubblico in conto capitale fino al 75% dell'investimento ammissibile in regime "de minimis".


23/03/2009  -  Emesso dalla Regione Lombardia un bando di incentivazione, a favore delle PMI, del solare termico per la produzione di acqua e aria calda per uso igienico-sanitario, riscaldamento ed impiego nell'attività d'impresa. La producibilità degli impianti solari dovrà essere almeno di 10.000 kWh/anno e dotati di contatori di calore. Il contributo è del 30% e la dotazione finanziaria è pari a 1.236.3000 euro. Il bando è stato emesso in attuazione dell'Accordo di Programma tra Regione Lombardia e Sistema Camerale Lombardo, avente il fine di sostenere le imprese lombarde favorendo processi di innovazione ed efficienza energetica. 

18/03/2009  -  Emesso dalla Provincia di Roma un bando pubblico per la concessione di contributi in conto capitale a sostegno dell'utilizzo delle fonti rinnovabili nell'edilizia, per il contenimento dei consumi energetici nei settori industriale, artigianale e terziario ed incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili nel settore agricolo da realizzarsi nel territorio della Provincia di Roma. Le risorse stanziate sono di 4.724.000 euro, di cui due terzi destinabili alle imprese. I contributi in conto capitale a sostegno dell'utilizzo delle fonti rinnovabili nell'edilizia vanno dal 20 al 40% della spesa di investimento ammissibile documentata (ad eccezione della installazione degli impianti fotovoltaici che possono avere un contributo fino all'80%). I contributi per il contenimento dei consumo energetici nei settori industriale, artigianale e terziario arrivano fino al 30% della spesa ammissibile preventivata. I contributi per la produzione di energia da rinnovabili nel settore agricolo arrivano fino al 55% della spesa ammessa, elevabile al 65% per le cooperative.

13/02/2009  -  Emesso dalla Regione Lombardia un Bando per la concessione di contributi in conto capitale per l'installazione di pannelli fotovoltaici di potenza non inferiore a 5 kWp sulle scuole pubbliche e paritarie della Regione Lombardia, in attuazione della dgr 8294/2008.  Lo stanziamento finanziario messo a disposizione è pari a € 4.300.000. 

09/02/2009  -  Riapertura termini bando della Regione Sardegna del 04/10/2008 (bando che disciplina l'erogazione di contributi in conto capitale a favore dei privati e dei soggetti giuridici diversi dalle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici, integrati nelle strutture edilizie, di potenza nominale non inferiore a 1 kw e non superiore a 20 kw). Le risorse a disposizione ammontano complessivamente a €3.399.125,78, di cui €777.162,64 resi disponibili, ai sensi dell'art.6, comma 2, del Bando, a seguito di rigetto di istanze presentate nel precedente periodo di apertura dei termini, nonché di rinunce spontanee, ed €2.621.973,14 trasferiti con DGR n.73/13 del 20.12.2008.

04/02/2009  -  Pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione liguria un bando destinato al sostegno di investimenti finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili ed alla realizzazione di interventi destinati all'incremento dell'efficienza energetica da parte delle imprese liguri. Sono considerati ammissibili gli investimenti, non inferiori a € 50.000,00 e relativi a: A) Impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili: - fotovoltaici sia per autoconsumo che collegati alla rete elettrica di distribuzione; - impianti di cogenerazione a biomasse di potenza superiore a 0,5 Mwt (conformi a quanto stabilito dalla D.G.R. 183/2008) che vengono realizzati esclusivamente nelle aree campione di cui alla D.G.R. 454/2004; - impianti eolici (realizzati in aree idonee di cui alle D.G.R. 966/2002 e 551/2008); B) Programmi di investimento finalizzati al risparmio energetico. Il presente bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a 10.000.000,00 di euro.  L'agevolazione, a titolo di aiuto in "de minimis", consiste in un contributo a fondo perduto, nella misura del 50% della spesa ammessa.

26/01/2009  -  La Regione Lombardia ha pubblicato sul BUR un bando per la concessione di contributi in conto capitale per l'installazione di impianti fotovoltaici di potenza non superiore a 5 kW,  sulle scuole pubbliche e pariterie della Regione Lombardia, in attuazione della delibera della GR 8294/2008. La disponibilità finanziaria è di 4.300.000 euro.

30/12/2008  -  Emesso dalla Provincia di Reggio Calabria un bando per la concessione di contributi per la realizzazione di 3.000 impianti fotovoltaici di potenza nominale pari a 3 KWp. Sono ammissibili al contributo i soli sistemi fotovoltaici i cui moduli siano installabili su tetti, tettoie, pensiline e lastrici solari. Il presente bando è finalizzato in via prioritaria al sostegno alle famiglie, ma possono formulare istanza di partecipazione anche i titolari di Aziende, Società, Ditte, ecc., che saranno inseriti in coda. Gli interventi saranno incentivati con un contributo in conto capitale, nella misura del 100% del costo dell'investimento determinato dai soggetti proponenti.

11/12/2008  -  La Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso due bandi: Bando A - incentivazone di impianti fotovoltaici; bando B - incentivazone di impianti solari termici.  Entrambi i bandi hanno come beneficiari gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 3 milioni di euro per il bando A e circa 1,85 milioni per il bando B. L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

21/11/2008  -  Emesso dalla Regione Abruzzo un Bando pubblico per la presentazione di domande per la concessione di aiuti a favore di investimenti finalizzati all'utilizzo ed alla realizzazione di impianti per la produzione di energia da biomasse di origine agricola. Per il finanziamento delle domande relative al presente Bando è prevista una dotazione finanziaria complessiva di € 603.609,19.  Si promuovono acquisti e installazioni di impianti per l'utilizzo energetico delle biomasse con potenza termica complessiva <500 kW.

17/11/2008  -   Emesso dalla Regione Lazio un avviso pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per l'installazione di impianti fotovoltaici. La Regione Lazio al fine di promuovere gli investimenti nei settori della produzione distribuita di energia da fonti rinnovabili e del risparmio energetico ha istituito per il triennio 2006-2008, sulla base dell'art. 36 comma 5 della L.R. 4/2006, un fondo denominato "Fondo di rotazione per le energie intelligenti". Una quota di € 7.520.000 del Fondo di rotazione è destinata agli incentivi alla installazione degli impianti fotovoltaici.

07/11/2008  - 
La Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso un bando di selezione per interventi di efficienza  energetica e uso di fonti rinnovabili nella pubblica illuminazione. Beneficiari del bando sono gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 2,5 milioni di euro.  L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

07/11/2008  - 
La Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso un bando di incentivazione di impianti geotermici a bassa entalpia. Beneficiari del bando sono gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 1 milione di euro.  L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

30/10/2008  -  Emesso dal Comune di Ragusa un Bando di gara per "Concessione in uso di superfici pertinenti ad edifici di proprietà comunale per la realizzazione di impianti fotovoltaici". Il bando prevede la concessione in uso di superfici edificate di proprietà comunale per l'installazione - previa progettazione esecutiva - la gestione e la manutenzione di generatori fotovoltaici connessi alla rete elettrica; gli impianti fotovoltaici potranno essere del tipo "con parziale o totale integrazione architettonica". Le superfici messe a disposizione dal Comune consentono di realizzare complessivamente impianti fotovoltaici aventi una producibilità di 1594 MWh/anno.

20/10/2008  -  Emesso dalla Regione Emilia Romagna un bando di finanziamento per la realizzazione di aree ecologicamente attrezzate nell'ambito territoriale e in attuazione dell'attività III.1.1 del POR FESR 2007/2013 e dell'accordo tra la Regione e le province sottoscritto in data 13 dicembre 2006. La dotazione finanziaria ammonta a 53 milioni di euro. Sono finanziabili: le piattaforme energetiche a fonti rinnovabili, intese come sistema costituito da uno o più impianti di generazione elettrica alimentati da fonti rinnovabili, anche in assetto cogenerativo; i sistemi a rete per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, per la produzione e la fornitura di aria compressa, freddo tecnologico e altre forme di energia, a servizio dell'area; gli impianti di cogenerazione, trigenerazione e quadrigenerazione ad alto rendimento a servizio dell'area; i sistemi di illuminazione ad alto rendimento delle aree esterne e delle parti comuni; i sistemi di telecontrollo e telegestione degli impianti e delle reti di interesse collettivo. I soggetti beneficiari del finanziamento regionale possono essere i seguenti: enti pubblici; forme di partenariato pubblico/privato; società/enti responsabili della gestione di aree ecologicamente attrezzate; PMI e loro forme associate, selezionate dal soggetto attuatore degli interventi attraverso bandi di gara. I massimali di aiuto sono: 45% dei sovraccosti per gli enti pubblici e 45-65% dei sovraccosti per le imprese. In alternativa per le PMI 10-20% dei costi totali. Se si applica il regime de minimis 50% dei costi totali per tutti.

09/10/2008  -  Emesso dalla regione Piemonte, in ambito POR FESR 2007-2013, un bando di incentivazione della produzione di energia elettrica  da fonte solare su discariche esaurite ed in fase di gestione post-operativa. Il bando e' rivolto agli enti locali e alle imprese. Dotazione finanziaria: 10 milioni di euro.

04/10/2008 -  La Regione Sardegna ha emesso un bando che
disciplina l'erogazione di contributi in conto capitale a favore dei privati e dei soggetti giuridici diversi dalle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici, integrati nelle strutture edilizie, di potenza nominale non inferiore a 1 kw e non superiore a 20 kw, ai sensi dell'art. 24, comma 1 della L.R. 29.5.2007 n. 2 (Legge Finanziaria Regionale 2007). Lo stanziamento complessivo ammonta a euro 5 milioni.

30/07/2008  -  Approvato
dalla Giunta Regionale delle Marche il seguente bando finanziato dal POR FESR: "Sostegno agli investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla produzione di energia da fonti rinnovabili da utilizzare in contesti produttivi". Gli interventi ammissibili, anche attraverso l'introduzione di nuove tecnologie, si riferiscono alle seguenti tipologie: a) favorire il risparmio energetico e/o l'uso razionale di energia con la riduzione dei consumi di energia elettrica e/o termica, a parità di produzione, anche con l'introduzione di nuovi processi tecnologici ivi compresa la cogenerazione; b) incentivare la produzione per l'utilizzo diretto di energia tramite impianti alimentati da fonti rinnovabili; per fonti rinnovabili si intendono quelle definite all'art. 2 del D.Lgs 387/2003.  Per la realizzazione del presente intervento è stanziato un importo complessivo pari ad € 1.445.519,29 .

18/08/2008  -  Stanziati dalla Giunta Regionale Regione Campania un miliardo di euro a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per finanziare 357 progetti selezionati attraverso il Parco Progetti Regionale e rilevanti progetti per il settore turistico. Al settore energia (impianti fotovoltaici) sono destinati 74 milioni di euro per 40 progetti.

18/07/2008  -  La Regione Sardegna ha emesso un bando che disciplina l'erogazione di contributi in conto capitale a favore delle piccole e medie imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici, integrati nelle strutture edilizie, di potenza nominale non inferiore a 1 kw e non superiore a 20 kw, ai sensi dell'art. 24, comma 1 della L.R. 29.5.2007 n. 2 (Legge Finanziaria Regionale 2007). Lo stanziamento complessivo ammonta a euro 10 milioni.

16/07/2008  -  E` stato aperto dalla Regione Emilia Romagna un bando regionale, emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013, diretto alla qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale, attraverso il sostegno ad interventi di PMI finalizzati a promuovere, il risparmio energetico, l'uso efficiente dell'energia, l'autoproduzione di energia, la valorizzazione delle fonti rinnovabili, sistemi di produzione combinata di diverse forme di energia ed infine la riduzione delle emissioni di gas serra. Le risorse stanziate sono di 15 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle domande è il 31 ottobre 2008.

21/05/2008  -  La Regione Sardegna ha emesso un bando relativo alla concessione e all'erogazione di un cofinanziamento per l'installazione di impianti fotovoltaici e impianti solari termici abbinati collegati alla rete elettrica di distribuzione, come previsto dal programma regionale rivolto agli enti pubblici di cui all'art. 15, comma 7, della L.R. 23 maggio 2007, n. 2 (Legge finanziaria regionale 2007). Le risorse regionali disponibili per le