OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

FRIULI VENEZIA GIULIA

Home

Mappa

Contatti

Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

INTERVENTI REGIONALI
24/03/2017  -  Emesso dalla Regione Friuli, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 Asse 3, un bando per la concessione dei finanziamenti per la riduzione di consumi di energia primaria nelle strutture residenziali per anziani non autosufficienti non collocate in area montana. La dotazione finanziaria del presente bando è pari a  € 5.107.697,72. Beneficiari: a. Comuni; b. Aziende di servizi alla persona; c. Aziende per l'assistenza sanitaria. I contributi sono concessi nella forma di aiuto a fondo perduto nella misura del 100%, pari a massimo euro 240.000 per strutture con un numero di posti letto inferiore a 20 e massimo euro 12.000 per quelle con maggiore o uguale a 20 posti letto. Tipologie di intervento ammesse sulla struttura residenziale, che devono assicurare una riduzione, almeno pari al 15%, dei consumi di energia primaria tra il valore medio nei tre anni precedenti (2014-2016) dichiarato nella domanda di contributo e il valore atteso: i. isolamento termico di strutture orizzontali e verticali; ii. sostituzione di serramenti e infissi; iii. sostituzione di impianti di climatizzazione estiva e/o invernale con impianti; alimentati da caldaie a gas o ibride a condensazione e/o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza del tipo aria/aria, aria/acqua e acqua/acqua; iv. pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento; v. impianti fotovoltaici; vi. sistemi intelligenti di automazione e controllo dell'illuminazione e/o climatizzazione estiva ed invernale; vii. impianti di cogenerazione e/o trigenerazione ad alto rendimento.

11/01/2017  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli, nell'ambito del PSR 2014/2020 tipologia di intervento 6.4.1, il bando: "Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di energie rinnovabili". Sono ammissibili le operazioni di seguito indicate, finalizzate alla produzione e vendita di energia da fonti energetiche rinnovabili: a) lo sviluppo e la realizzazione di tecnologie in grado di migliorare la remuneratività per le aziende elevando i ricavi attraverso la commercializzazione della produzione energetica, la valorizzazione dei prodotti, dei sottoprodotti e dei residui aziendali, riducendo l'impronta ecologica e i consumi dell'azienda stessa; b) il miglioramento tecnologico di impianti a fonti rinnovabili già esistenti, attraverso l'aumento dell'efficienza del processo o con interventi strutturali finalizzati ad una migliore gestione dei prodotti in entrata; c) lo sviluppo e l'installazione di impianti finalizzati all'utilizzo o alla commercializzazione delle biomasse forestali per la conversione in energia; d) la realizzazione di reti per la distribuzione di energia, diversa da quella elettrica, collegate agli interventi di cui alle lettere precedenti.  Le operazioni devono essere realizzate nelle aree rurali B), C) e D) della Regione.  Al presente bando sono assegnate risorse finanziarie per complessivi euro 1.500.000.  I beneficiari del presente bando sono: a) le imprese agricole individuali o societarie; b) micro e piccole imprese, come definite nell'allegato I del regolamento (UE) 702/2014, di utilizzazioni boschive.  Il sostegno è erogato in conto capitale a titolo di «de minimis», ai sensi del Regolamento (UE) 1407/2013.  Le aliquote del sostegno, non cumulabili fra loro, sono modulate in base alla tipologia di beneficiario e variano dal 35% al 50%  del costo ritenuto ammissibile.

28/12/2016  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli il "Regolamento recante modalità e criteri per la concessione di contributi per la realizzazione di impianti energetici a biomassa legnosa, in attuazione dell'articolo 41 ter, commi 10 e 14, della legge regionale 23 aprile 2007, n. 9 (Norme in materia di risorse forestali). I beneficiari del contributo sono soggetti di seguito elencati: a) imprese di utilizzazione boschiva; b) imprese di prima trasformazione del legno; c) aziende agricole; d) consorzi forestali; e) proprietari forestali. Sono ammissibili a contributo: a) l'acquisto e la messa in opera di caldaie a biomassa legnosa di potenza termica nominale maggiore a 35 kW (> 35 kW) e inferiore a 100 kW (< 100 kW) e al servizio diretto dei bisogni del richiedente; sono incluse tutte le opere idrauliche e elettriche funzionali all'impianto termico; b) l'installazione di un sistema di telecontrollo dell'impianto a servizio dell'impianto finanziato; c) l'installazione di un container, esclusa l'edificazione di strutture in latero cemento, al fine di contenere l'impianto o come deposito della biomassa e a servizio dell'impianto finanziato. Il contributo viene concesso fino alla percentuale: a) dell'80 per cento della spesa ammissibile per i soggetti pubblici; b) del 50 per cento della spesa ammissibile per i soggetti diversi da quelli di cui alla lettera a). Non sono ammessi a contributo gli interventi con spesa ammissibile di importo complessivo inferiore a 15.000 euro. I contributi sono concessi in regime de minimis, secondo quanto previsto dal regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione.

12/12/2016  -  Con Deliberazione della Giunta regionale 2 dicembre 2016, n. 2341 è stato approvato in Friuli il "Bando per l'attuazione del programma di cui all'avviso pubblico per il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni e finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese o l'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001 ai sensi del Decreto del Mise del 12.5.2015". I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e l'intensità dell'incentivo concedibile è pari al 50 per cento della spesa ammissibile, con i seguenti limiti per: a) le diagnosi energetiche ammesse sono finanziate fino ad un massimo di € 10.000, al netto di IVA, per singola diagnosi; b) le procedure di attuazione di un sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001 ammesse sono finanziate fino ad un massimo di € 20.000, al netto di IVA, per singola certificazione. Gli incentivi di cui al presente bando sono concessi in regime de minimis in applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013.


28/09/2016  -  Con Delibera della Giunta Regionale n. 1673 del 09/09/2016 è stato approvato un bando per la riduzione dei consumi di energia primaria nelle strutture residenziali per anziani non autosufficienti. Il bando è finanziato dal POR FESR 2014/2020. La dotazione finanziaria ammonta a 8.000.000 di euro. Possono presentare domanda i Comuni, le Aziende di servizi alla persona ovvero le Aziende per l'assistenza sanitaria, che gestiscono direttamente strutture residenziali per anziani non autosufficienti autorizzate al funzionamento, ai sensi del D.P.G. 083/90, ubicate in zona interamente montana e in funzione a decorrere da una data antecedente il 1980. I contributi per la realizzazione degli interventi sono concessi nella forma di aiuto a fondo perduto nella misura del 100% fino al limite massimo di 1 milione di euro. Sono ammissibili i progetti che prevedono le seguenti tipologie di intervento finalizzate all'efficientamento energetico: a. isolamento termico di strutture orizzontali e verticali; b. sostituzione di serramenti e infissi; c. sostituzione di impianti di climatizzazione estiva e/o invernale con impianti alimentati da caldaie a gas o ibride a condensazione e/o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza del tipo aria/aria, aria/acqua e acqua/acqua; d. pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento; e. impianti fotovoltaici; f. sistemi intelligenti di automazione e controllo dell'illuminazione e/o climatizzazione estiva ed invernale; g. impianti di cogenerazione e/o trigenerazione ad alto rendimento.

03/05/2016  -  Con Delibera della Giunta Regionale n. 705 del 28/04/2016 sono stati approvati il Programma regionale di sostegno e la Convenzione per l'attuazione del programma della Regione Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell'avviso del 12 maggio 2015 del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare che consente alle Regioni e Province autonome di presentare programmi finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie aziende o l'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001 ai sensi dell'articolo 8, comma 9, del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.

10/02/2016  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 asse 3, un bando per l'erogazione dei finanziamenti per la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici scolastici. La dotazione finanziaria prevista è pari a € 10.000.000, articolata in € 9.000.000 quali risorse ordinarie del Bando e € 1.000.000 quale riserva finanziaria per le zone interamente montane. Il costo minimo ammissibile del progetto presentato a valere sul presente Bando non dovrà essere inferiore a € 1.000.000 e il costo massimo ammissibile a contributo non potrà essere superiore a € 3.000.000. I soggetti che possono presentare domanda sono Comuni e Province. Sono ammissibili i progetti finalizzati all'efficientamento energetico degli edifici scolastici e i contributi per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi nella forma di contributo a fondo perduto nella misura del 100% della spesa ritenuta ammissibile.

30/09/2015  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Friuli il Decreto del Presidente della Regione 23 settembre 2015, n. 0197/Pres: "Regolamento per la concessione ai Comuni di contributi per la predisposizione dei Piani comunali di illuminazione, in attuazione dell'articolo 9, commi 1 e 3 della legge regionale 18 giugno 2007, n. 15". Tale regolamento disciplina i criteri e le modalità per l'erogazione dei contributi di cui all'articolo 9, comma 1 della legge regionale 18 giugno 2007, n. 15, a favore dei Comuni per la predisposizione dei piani comunali di illuminazione. Sono ammesse a contributo le spese relative ai compensi professionali, comprensivi di I.V.A. ed oneri previdenziali, da corrispondere per l'attività di redazione del piano comunale di illuminazione. Il contributo è assegnato nella misura del 50 per cento della spesa riconosciuta ammissibile. Le risorse finanziarie a disposizione ammontano a 100.000 euro.

22/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia la proposta di nuovo Piano energetico regionale adottato dalla Giunta regionale con delibera n. 1252 del 25 giugno 2015. Dal giorno della pubblicazione sul BUR sono previsti 60 giorni di consultazione pubblica, dove chiunque può prendere visione della proposta di Piano energetico regionale e degli altri documenti di Piano e proporre osservazioni, sarà anche acquisito il parere del Consiglio delle Autonomie Locali.

01/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia un bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa. Il bando è stato emesso nell'ambito dei commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17. Sono beneficiari dei contributi i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili. Interventi finanziabili: a) messa a norma di impianti di utilizzazione dell'energia elettrica; b) realizzazione di impianti domotici finalizzati all'ottimizzazione dei consumi energetici; c) installazione di impianti solari termici, fotovoltaici e impianti geotermici; d) installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell'abitazione; e) realizzazione dell'isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto o dell'involucro edilizio relativamente alle pareti esterne verticali; f) sostituzione di serramenti. Il contributo è assegnato nella misura del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, e comunque, nell'importo non superiore a 10.000 euro.

30/04/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia, nell'ambito del POR FESR 2007/2014 Asse 5, un bando per la promozione dell'efficienza energetica nella pubblica illuminazione. I soggetti beneficiari sono i Comuni del Friuli Venezia Giulia con un numero di abitanti minore o uguale a 5.000. Sono ammissibili a contributo i progetti di riqualificazione energetica dei sistemi di pubblica illuminazione esistenti finalizzati all'incremento della efficienza energetica ed in grado di garantire un risparmio energetico annuo rispetto ai consumi pregressi. Le risorse disponibili per l'erogazione dei finanziamenti di cui al presente bando, al netto della quota di cofinanziamento a carico dei beneficiari, ammontano complessivamente a euro 1.540.000. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.


31/12/2014  -  Con Decreto del Presidente della Regione Friuli n. 0242/Pres del 19 dicembre 2014, è stato pubblicato un bando che concede contributi in conto capitale per la realizzazione di impianti energetici a biomassa legnosa, al fine di promuovere l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili provenienti dalla foresta e dall'arboricoltura da legno specializzata. I soggetti beneficiari del contributo sono i seguenti: a) imprese di utilizzazione boschiva; b) imprese di prima trasformazione del legno; c) aziende agricole; d) consorzi forestali; e) proprietari forestali. Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di spesa: a) gli interventi di acquisto e messa in opera di nuove caldaie a biomassa forestale, finalizzate alla sola produzione termica da combustione, destinate a servire utenze pubbliche e private, compresa l'installazione dell'eventuale relativo sistema di telecontrollo; b) l'installazione di container di contenimento dell'impianto forniti unitamente all'impianto stesso, esclusa l'edificazione di strutture in legno o latero cemento, al fine di contenere l'impianto o come deposito della biomassa. Gli interventi presentano i seguenti requisiti di ammissibilità: a) potenza termica non inferiore a 30 kW e non superiore a 100 kW; b) efficienza energetica termica non inferiore al 90 per cento. Il contributo viene concesso in misura pari all'80 per cento della spesa ammissibile per i soggetti pubblici; al 40 per cento della spesa ammissibile per i soggetti diversi da quelli pubblici. Non sono ammessi a contributo gli interventi con spesa ammissibile di importo complessivo inferiore a 15.000,00 euro. I soggetti possono presentare domanda contributo dal 1° gennaio al 28 febbraio di ogni anno.

17/10/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Friuli Venezia Giulia la Legge Regionale n. 19 del 2012: "Norme in materia di energia e distribuzione dei carburanti". Con la presente Legge la Regione in modo organico disciplina: le funzioni e l'organizzazione delle attività a essa attribuite in materia di energia; il riordino del conferimento di funzioni e compiti amministrativi in materia di energia agli enti locali; la programmazione del sistema energetico regionale nelle sue diverse articolazioni settoriali.

22/12/2011  -  Emesso dalla Provincia di Gorizia un bando per l'erogazione di contributi in conto capitale per impianti fotovoltaici presso abitazioni private nella provincia di Gorizia. La potenza nominale deve essere da 1 ad un massimo di 4,5 KW. I contributi, a fondo perduto, ammontano a Euro 500,00 per intervento, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.  Beneficiari: privati e condomini. Il contributo è cumulabile con ogni altra forma di finanziamento ed incentivo.

30/11/2011  -  Pubblicato sul BUR della Regione Friuli un un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento.  Le risorse ammontano complessivamente a euro 783.912,05 derivanti dalle risorse finanziarie non impegnate relative al "Bando per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri" approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 1009 del 28 maggio 2010. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

24/08/2011  -  E' stato emesso dalla Regione Friuli un bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all'articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008 n. 17 per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa. Interventi finanziabili: a) Messa a norma impianto utilizzazione energia elettrica; b) installazione impianto solare termico; c) installazione impianto solare fotovoltaico; d) installazione impianto geotermico; e) installazione caldaia ad alto rendimento ed eventuale adeguamento impianto riscaldamento; f) isolamento involucro relativamente alla copertura; g) isolamento involucro relativamente alle pareti esterne verticali; h) sostituzione serramenti. I contributi sono previsti nella misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile e comunque con un importo di spesa non inferiore ai 3.000 euro; il tetto massimo dell'intervento pubblico è fissato in 10.000 euro. Il 30% delle risorse disponibili è destinato a finanziare gli interventi con una spesa prevista tra 3.000 e 6.000 euro; il restante 70 per cento per interventi con una spesa superiore. La dotazione finanziaria è di 10 milioni di euro.

10/08/2011  -  Emesso dalla Regione Friuli, nell'ambito dell'attività 5.1.b del POR FESR 2007/2013,  un bando per l'incentivazione dello sfruttamento della risorsa geotermica mediante impianti con geoscambio e pompa di calore. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane.  Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica, mediante impianti con geoscambio e pompa di calore, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria e ad usi tecnologici. Le risorse POR FESR 2007-2013 disponibili ammontano complessivamente a 423.842,41 euro. Il progetto deve avere una percentuale minima di cofinanziamento da parte di ciascun beneficiario, pari al 23% della spesa ammissibile.

21/04/2011  -  Emesso dalla Regione Friuli, nell'ambito del POR FESR 2007-2013, un bando per iniziative rivolte a sostenere l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti rinnovabili da parte delle imprese turistiche del Friuli Venezia Giulia. Le risorse disponibili ammontano a 2 Mln di €. L'intensità massima degli incentivi corrisposti a titolo di aiuti in regime "de minimis" oscilla tra il 50% e l'80% secondo la tipologia dell'intervento. Gli interventi da realizzare rientrano nei seguenti ambiti: risparmio energetico, fonti rinnovabili, cogenerazione, sostituzione di combustibili con altri puliti.

10/03/2011  -  In attuazione del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 la Regione Friuli ha emesso un bando che disciplina le modalità e i criteri per la concessione di aiuti a favore delle imprese agricole per interventi nel settore energetico.  Sono ammessi investimenti per la realizzazione, sul territorio regionale, di impianti, per potenzialità produttiva complessiva fino a 1 megawatt, finalizzati alla produzione, utilizzazione e vendita di energia ottenuta da fonti rinnovabili e per l'acquisto di attrezzature funzionalmente connesse.  Gli impianti devono avere una potenzialità produttiva pari o superiore al 120 per cento del fabbisogno elettrico aziendale. La disponibilità finanziaria per il presente bando nell'ambito del PSR ammonta ad euro 5.500.000. L'intensità di aiuto è pari al 50 per cento del costo totale, in regime de minimis. 

16/06/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando che disciplina i criteri e le modalità per l'accesso, da parte delle imprese, ai finanziamenti previsti dal POR FESR 2007-2013 nei seguenti ambiti: Risparmio energetico, Fonti rinnovabili, Cogenerazione di energia e calore, Sostituzione di idrocarburi con altri combustibili. La dotazione finanziaria di 8 Mln di € è stata portata a 10 mln nel novembre 2011. Il contributo viene concesso sotto forma di aiuto non rimborsabile. L'intensità massima degli incentivi corrisposti in regime "de minimis" è pari all'80% della spesa ammissibile.

28/05/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti nei primi settecento metri, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento.  Le risorse ammontano complessivamente a euro 1.155.000. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

28/05/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando, in attuazione del POR FESR 2007/2013 attività 5.1.b, per lo sfruttamento della risorsa geotermica nelle falde geotermiche note ed esistenti oltre i settecento metri. Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i seguenti soggetti: Comuni, Province e Comunità montane. Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di strutture ed infrastrutture per lo sfruttamento della risorsa geotermica in profondità, oltre i settecento metri, anche a completamento di interventi attuati nella programmazione precedente, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria, ad usi tecnologici, compresi la realizzazione ed il completamento di reti di teleriscaldamento. Le risorse ammontano complessivamente a euro 1.925.000. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile.

15/04/2010  -  Emesso dalla Regione Friuli un bando per l'assegnazione di contributi per interventi volti allo sfruttamento delle fonti rinnovabili di energia - BIOMASSE. Il bando è finanziato dal POR FESR 2007/2013 con 10,3 Mln di €. Possono beneficiare dei contributi previsti dal presente bando i Comuni. Sono finanziabili interventi appartenenti ad una delle seguenti tre tipologie: a) nuovi impianti di sola produzione termica, di cogenerazione o di trigenerazione alimentati a biomasse agro-forestali, che potranno servire utenze pubbliche e private; b) nuove reti di teleriscaldamento o teleraffrescamento asservite ad impianti già esistenti e di proprietà del Comune di sola produzione termica, cogenerativi o trigenerativi ed alimentati a biomasse agro-forestali, tali reti potranno servire utenze pubbliche e private; c) nuovi impianti di sola produzione termica, di cogenerazione o di trigenerazione alimentati a biomasse agro-forestali, e allacciati ad una nuova rete di teleriscaldamento o teleraffrescamento, che potranno servire utenze pubbliche e private. I contributi sono in conto capitale, e sono concessi fino ad una misura massima pari al 77% della spesa ammissibile. Il progetto deve avere una percentuale minima di cofinanziamento da parte di ciascun beneficiario, pari al 23% della spesa ammissibile.

30/12/2009  -  Pubblicata sul BUR della Regione Friuli un bando per lo sfruttamento della risorsa geotermica mediante impianti con geoscambio e pompa di calore, per finalità legate alla climatizzazione ambientale, alla produzione di acqua calda sanitaria e ad usi tecnologici. Le risorse finanziarie rese disponibili dal POR FESR 2007-2013 ammontano a 3,08 M€. Beneficiari: Comuni, province e Comunità Montane. I finanziamenti consistono in contributi in conto capitale e, per ciascun progetto, non possono eccedere il 77% della spesa ammissibile. Il limite massimo di contribuzione di ciascun progetto non può essere comunque superiore a 300.000,00 euro, al netto della quota di cofinanziamento a carico dei beneficiari.


14/08/2007  -  Emesso dalla Regione Friuli un Bando per la concessione dei contributi di cui all'articolo 8, comma 10, lettera f) della legge 448/1998 (Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo),  per la concessione e l'erogazione di contributi per l'uso efficiente dei combustibili nell'industria.
1. Sono ammissibili a contributo gli interventi che comportano la riduzione dei consumi energetici nel settore industriale riguardanti impianti di cogenerazione per un uso efficiente dei combustibili, che rispettano la condizione tecnica di ammissibilità definita dalla deliberazione del Comitato Interministeriale dei Prezzi 29 aprile 1992 n. 6, Titolo I.
2. L'investimento minimo ammissibile per ogni singola iniziativa non può essere inferiore a 51.000,00 euro.
3. Il contributo è pari al 40 per cento del costo aggiuntivo rispetto alla soluzione tradizionale non cogenerativa.

14/06/2007  -  La Giunta della Regione Friuli Venezia Giulia ha approvato in data odierna con delibera n. 1431 il Regolamento recante criteri e modalità per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale per l'installazione di impianti solari fotovoltaici, previ
sti dall'articolo 4, commi 38, 39 e 40 della legge regionale 21 luglio 2006, n. 12. Il contributo è non superiore all'80 per cento della spesa ammissibile. Sono ammissibili a finanziamento l'installazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica la cui potenza nominale risulti non inferiore a 10 kW, gli interventi i cui moduli fotovoltaici siano installati sulla struttura edilizia già esistente o da realizzare ovvero nell'area di pertinenza dell'attività produttiva.

29/11/2006  -  Con riferimento L.R. 4/1999 art. 8, comma 33 - L.R. 4/2005 art. 42 della Regione Friuli Venezia Giulia, è stato pubblicato il regolamento in materia di incentivi concessi dalle Camere di commercio industria artigianato e agricoltura alle imprese industriali, artigiane, commerciali, turistiche e del settore dei servizi, per iniziative finalizzate al contenimento dei consumi energetici nei processi produttivi ed all'utilizzo delle fonti rinnovabili di energia.


NORMATIVA IN MATERIA DI ENERGIA

Delibera della giunta regionale 27 ottobre 2011 n. 2055: Approvazione del protocollo Vea ed entrata in vigore delle nuove schede.

Legge regionale del Friuli n. 14 del 11/08/2010: Norme per il sostegno all'acquisto dei carburanti per autotrazione ai privati cittadini residenti in Regione e di promozione per la mobilità individuale ecologica e il suo sviluppo.

Decreto del Presidente della Regione 1° ottobre 2009, n. 0274/Pres: Approvazione del regolamento con le procedure per la certificazione Vea di sostenibilità energetico ambientale degli edifici.

Legge regionale n. 23 del 18/08/2005:
Disposizioni in materia di edilizia sostenibile.

Legge regionale n. 29 del 15-12-2006: Norme per favorire le utenze domestiche nell'acquisto di energia elettrica, di gas e di taluni prodotti assicurativi.

Legge regionale n. 6 del 14-02-2002: Modifiche alla legge regionale 16 novembre 2001, n. 24, recante "Disposizioni in materia di controlli degli impianti termici". Bollettino ufficiale della regione Friuli-Venezia Giulia n. 8 del 20 febbraio 2002.

Legge regionale n. 30 del 19-11-2002: Disposizioni in materia di energia. Bollettino ufficiale della regione Friuli-Venezia Giulia n. 47 del 20 novembre 2002.

Legge regionale n. 24 del 16-11-2001: Disposizioni in materia di controlli degli impianti termici. Bollettino ufficiale della regione Friuli-Venezia Giulia n. 48 del 28 novembre 2001.

Legge regionale n. 4 del 26-02-2001: Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione (Legge finanziaria 2001). In particolare l'art. 5 commi 24-28 contiene disposizione in materia di energia a favore dei privati e degli enti pubblici. Bollettino ufficiale della regione Friuli-Venezia Giulia n. 3 del 26 febbraio 2001.

Legge regionale n. 4 del 15-02-1999: Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione (Legge finanziaria 1999). In particolare l'art. 8 commi 33-39 contiene disposizione in materia di energia a favore delle imprese. Bollettino ufficiale della regione Friuli-Venezia Giulia n. 6 del 10 febbraio 1999.


PIANI ENERGETICI

PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE (Approvato dalla GR nel 2007)
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE (Approvato dalla GR nel 2015)

STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)

LINK UTILI
Arpa Friuli
Agenzia per l'Energia del Friuli Venezia Giulia
Regione Friuli Venezia Giulia: Energia
Regione Friuli Venezia Giulia: Fondi Europei
Bollettino Ufficiale Regionale