OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

MARCHE

Home

Mappa

Contatti


Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

INTERVENTI REGIONALI
21/10/2016  -  Con Delibera della Giunta Regionale delle Marche n.1159 del 03/10/2016, è stato approvato lo Schema di Convenzione tra la Regione Marche e l'ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) finalizzata alla promozione dell'efficienza energetica e dell'utilizzo delle fonti rinnovabili sul territorio della Regione Marche.

22/04/2016  -  Emesso dalla Regione Marche, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020, un bando finalizzato a garantire il sostegno a favore delle micro e piccole imprese agricole che investono negli impianti che producono, utilizzano e vendono energia da fonti rinnovabili, nonché negli impianti che producono bioprodotti.  La dotazione finanziaria per il bando della presente misura è pari ad € 2.500.000. Sono ammissibili i seguenti investimenti di produzione di energia da fonte rinnovabile finalizzata alla vendita: A. realizzazione di piccoli impianti per la produzione, trasporto e vendita di energia e/o calore; B. costruzione e adeguamento di strutture produttive aziendali e acquisto di attrezzature per l'estrazione e la produzione di bioprodotti di origine naturale; C. costruzione di micro impianti per la produzione di energia eolica fissi di potenza massima di 60 kWe; D. costruzione di micro impianti geotermoelettrici di potenza massima di 60 kWe; E. produzione di energia solare (Fotovoltaica e termica) di potenza massima di 200 kWe relativamente al fotovoltaico e 200 kWt relativamente al solare termico; F. realizzazione di piccole reti per la distribuzione dell'energia a servizio delle centrali o dei microimpianti. Il tasso di aiuto previsto, in regime de minimis, è pari: Al 50% sul costo ammissibile per investimenti in aree montane; Al 40% nel restante territorio regionale. Nel caso in cui gli impianti godano di incentivi pubblici in relazione alla produzione di energia elettrica valgono le seguenti limitazioni: Per gli impianti fotovoltaici, il tasso di aiuto è pari al 20% della spesa ammessa per l'impianto; lo  scambio sul posto non è considerato un incentivo alla produzione; Per gli impianti a biomassa, geotermici e per il microeolico, il tasso di aiuto è pari al 40% della spesa ammessa; Nel caso in cui gli impianti godano dei benefici per la produzione di energia termica (conto termico, ecc) sono esclusi dai contributi del PSR.

25/11/2015  -  Emesso dalla Regione Marche, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 sottomisura 4.1, un bando per il sostegno del settore della produzione primaria attraverso il miglioramento della competitività delle imprese agricole. Tra gli investimenti ammessi ci sono: investimenti per la produzione di energia da biogas con utilizzo esclusivo dei sottoprodotti dell'azienda o di altre aziende locali nell'arco di Km. 30; investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili quali fotovoltaico - eolico-idraulica e geotermica. Le risorse finanziarie ammontano a 18 milioni di euro. Il massimale stabilito in termini di contributo pubblico per la presente misura è di € 500.000 per beneficiario per l'intero periodo 2014-2020. Il contributo concesso in conto capitale, varia dal 40% al 60% dell'investimento ammesso.

13/11/2015  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Delibera della Giunta Regionale n. 952 del 02/11/2015: "D.Lgs. 102/2014 Art. 8 - Decreto direttoriale MISE del 12 maggio 2015 - Approvazione del Programma regionale di sostegno alla realizzazione delle diagnosi energetiche o all'adozione della certificazione ISO 50001 da parte delle PMI". Le risorse statali disponibili ammontano a 447.500 euro, dei quali il 90% per le diagnosi energetiche ed il resto per interventi di sensibilizzazione delle PMI. A tali risorse si aggiungono ulteriori 447.500 euro di cofinanziamento regionale. Si ha a disposizione un doppio aiuto, derivante dal cofinanziamento statale e da quello regionale, pari ognuno al 25% delle spese ammesse fino ad un massimo di 5.000 €, al netto di Iva, per le diagnosi energetiche e di 10.000 €, al netto di Iva, per l'adozione di sistemi di gestione conformi alle norme ISO 50001.

30/04/2015  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Legge regionale n. 17 del 20 aprile 2015: "Riordino e semplificazione della normativa regionale in materia di edilizia". Con tale legge la Regione disciplina l'attività edilizia ai fini di semplificare e accelerare, anche mediante l'informatizzazione, i procedimenti del settore e di promuovere l'innalzamento del livello di qualità delle opere e degli interventi. Inoltre con l'art. 11 per favorire il miglioramento del rendimento energetico in edilizia si applicano alcune disposizioni previste dal Dlgs 102 del 4/7/2014.

19/08/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Marche un bando nell'ambito del PSR 2007/2013 Misura 3.1.1. Sottomisura b) Diversificazione delle attività delle aziende agricole ed avvio di nuove attività Azione d) Realizzazione di impianti di produzione, utilizzo e vendita di energia o calore da fonti rinnovabili di potenza massima di 1 MW elettrico.  Dotazione finanziaria: un milione di euro. L'intensità di aiuto, in regime de minimis, è calcolata in percentuale della spesa ammessa a finanziamento e il suo valore massimo varia tra il 30% e il 40% in funzione del beneficiario e del tipo di investimento. Sono incentivati investimenti destinati alla produzione, per l'utilizzo e la vendita, di energia elettrica e termica nonché per la produzione di biocombustibili provenienti da fonti rinnovabili, ed in particolare dalle biomasse, di potenza massima di 250 kW elettrici. L'autoconsumo aziendale dell'energia prodotta o dei biocombustibili non può essere superiore ad 1/3 del totale. La misura è applicabile in tutto il territorio della regione Marche ad esclusione dei poli urbani: Ancona, Ascoli Piceno, Macerata e Pesaro.

07/02/2013  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Deliberazione amministrativa assemblea legislativa 15 gennaio 2013, n. 62: Adeguamento del Piano Energetico Ambientale Regionale (DACR 175/2005) alla normativa "burden sharing" e individuazione delle aree non idonee alla installazione di impianti a biomassa e a biogas. Per raggiungere gli obiettivi previsti dalla normativa "burden sharing" sono stati individuati i seguenti punti prioritari per il rilancio della politica energetica regionale:
· Diversificazione equilibrata delle fonti di produzione e consumo di energia;
· Attenta regolamentazione del settore delle fonti rinnovabili, al fine di ridurne l'impatto ambientale, paesaggistico, aumentandone l'accettabilità sociale;
· Sostegno alla creazione di distretti tecnologici sulle fonti rinnovabili;
· Riconversione strutturale dell'industria in crisi in industria verde (Bioraffinerie ecc…);
· Efficientamento della rete elettrica - sviluppo delle reti intelligenti;
· Mobilità e reti della mobilità elettrica;
· Riqualificazione energetica dell'edilizia e della città;
· Accumulo energetico, autosufficienza e graduale indipendenza dalle reti;
· Strumenti fiscali regionali per incentivare il consumo di energia rinnovabile e il risparmio energetico;
· Strumenti finanziari per lo sviluppo del mercato dei Servizi di Efficienza Energetica nel settore pubblico e privato (FTT - Finanziamento tramite terzi) e Contratti di garanzia delle prestazioni energetiche EPC Energy Performance Contract);
· Modifica dei comportamenti individuali attraverso azioni di informazione, sensibilizzazione, formazione sul risparmio energetico.

24/08/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Delibera della Giunta Regionale n. 1191 del 01/08/2012. Impianti a biomasse e a biogas: integrazioni alla D.G.R. n. 255 dell'8 marzo 2011 in materia di autorizzazione unica, indicazioni per la gestione dei prodotti in uscita dagli impianti e attuazione stralcio del Piano d'azione di cui alla DACR 52/2007 per la limitazione delle emissioni inquinanti nei Comuni in zona A.

31/05/2012  -  Emesso dalla Regione Marche un bando, nell'ambito dell'Asse 3 del POR FESR 2007/2013, per favorire la realizzazione di  investimenti finalizzati al risparmio energetico ed all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili in contesti produttivi ed alla conseguente riduzione delle emissioni in atmosfera di gas ad effetto serra. Le risorse finanziarie ammontano ad € 1.087.108,34. Per la realizzazione degli interventi viene concesso un contributo pubblico in conto capitale fino al 40% del costo dell'investimento ammissibile nei limiti previsti dalla disciplina comunitaria sul "de minimis".

06/07/2010  -  Costituito dalla Regione Marche un Fondo di ingegneria finanziaria per la concessione di garanzie su investimenti delle imprese nelle energie rinnovabili e nel risparmio energetico a valere sulle risorse comunitarie del POR FESR 2007-2013. Le risorse disponibili ammontano a 8,05 Mln di €.


30/12/2009  -  Approvato un bando per la Misura 3.1.1. Sottomisura b) "Diversificazione dell'attività delle aziende agricole ed avvio di nuove attività" del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 della Regione Marche. Le risorse finanziarie  ammontano a 5 Mln di €. Produzione per l'utilizzo e la vendita di energia elettrica e termica nonché per la produzione di biocombustibili provenienti da fonti rinnovabili, ed in particolare dalle biomasse, di potenza massima di 1 MWe. L'autoconsumo aziendale dell'energia elettrica o elettrica e termica prodotta o dei biocombustibili non può essere superiore ai 1/3 del totale. Gli aiuti sono concessi, in regime de minimis, in forma di contributo in conto impianti, con intensità tra il 30 e il 40%.

23/11/2009  - 
Emesso dalla Regione Marche un bando per l'affidamento di una valutazione indipendente relativa agli interventi nel settore energetico del POR CRO FESR Marche 2007-2013. Base d'asta 125.000 € (IVA esclusa).

16/7/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando per attivita' di diagnosi energetica e progettazione esecutiva su utenze energetiche pubbliche individuate dalla giunta regionale in attuazione del D.M. 22 dicembre 2006. Dotazione finanziaria: 215.871,15 euro
.

13/07/2009  -  Con Delibera della GR n. 1155 del 2009, la Regione Marche ha emesso un bando, in attuazione della Legge Regionale n. 20 del 2003, per la presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni finalizzate alla "produzione di energia termica con sistemi alternativi alla caldaia utilizzante combustibile convenzionale o per la cogenerazione tramite impianti di potenza termica non superiore ai 200 KWt. Sono ammissibili le istanze presentate da imprese operanti nei settori produttivi industriale, artigianale, terziario e agricolo e da associazioni senza scopo di lucro. La dotazione finanziaria è di 130.000 €. Per gli interventi di cui al presente bando sono concessi contributi in conto capitale, al netto dell'IVA, nella percentuale massima del 25% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo si intende in regime di de minimis nel rispetto del Reg. CE 1998/2006.

13/07/2009  -  Con Delibera della GR n. 1155 del 2009, la Regione Marche ha emesso un bando che incentiva l'installazione di pannelli solari termici, con la concessione dei contributi a favore di imprese ed associazioni senza scopo di lucro, in attuazione della Legge Regionale n. 20 del 2003.  La dotazione finanziaria è di 130.000 €. Per gli interventi di cui al presente bando sono concessi contributi in conto capitale, al netto dell'IVA, nella percentuale massima del 25% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo si intende in regime di de minimis nel rispetto del Reg. CE 1998/2006.


11/05/2009  -  Con Delibera n. 760 del 2009 sono state approvate le Linee guida per la valutazione energetico-ambientale degli edifici residenziali.

07/04/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando per investimenti per il risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti rinnovabili nelle PMI del settore Turismo. Con il presente bando la Regione Marche intende finanziare una serie di azioni inerenti Progetti Imprenditoriali ad elevato contenuto tecnologico finalizzato: a) conseguire elevati standard di efficienza energetica, ridurre i consumi di energia nella climatizzazione e illuminazione degli ambienti adibiti al soggiorno degli ospiti, nonché nella produzione di acqua calda sanitaria e nell'illuminazione delle aree esterne di pertinenza; b) ridurre i consumi specifici di energia anche attraverso la riprogettazione e la  riqualificazione degli impianti adibiti alla gestione dell'energia della struttura, anche attraverso  l'adozione di strumenti di misura, controllo e gestione dell'energia utilizzata; c) adottare impianti per produrre energia da fonti rinnovabili ( solare termico, solare fotovoltaico, energia eolica). La dotazione finanziaria è di 532.000 euro. L'intensità d'aiuto varia tra il 40% e il 50% secondo le dimensioni dell'impresa per i punti a e b e tra il 20% per il punto c.

26/03/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando per investimenti per il risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti rinnovabili a favore delle PMI del settore Cultura. Con il presente bando la Regione Marche intende finanziare: a) audit energetici (diagnosi energetiche) ex ante, finalizzati alla individuazione dell'/degli intervento/i più efficace/i  in termini di risparmio energetico, ed ex post, per la valutazione dei risultati; b) interventi di coibentazione dell'involucro edilizio; c) interventi di edilizia bioclimatica; d) realizzazione di sistemi di ventilazione naturale per il periodo estivo; e) sostituzione  impianti di riscaldamento finalizzati al risparmio energetico; f) pompe di calore (anche per il raffrescamento estivo);  g) interventi per l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili (es.: solare fotovoltaico per produzione elettrica, energia solare termica, ecc.); h) utilizzo di dispositivi a più elevata efficienza per la combustione delle fonti energetiche non rinnovabili; i) adozione di sistemi di posizionamento in stand-by delle apparecchiature in uso saltuario, sistemi di spegnimento automatico di apparecchi in stand-by; j) rifasamento delle linee elettriche strettamente collegate all'installazione di attrezzature e impianti finalizzati al risparmio energetico; k) sostituzione  dei motori elettrici e dei sistemi di illuminazione finalizzati al risparmio energetico; l) adozione di sistemi informatici che garantiscano il monitoraggio dei dati energetici; m) ottenimento dell'attestato di qualificazione energetica  - ove applicabile in base alla normativa vigente (D.Lgs. 192 del 19/08/2005 e succ. provv.). La dotazione finanziaria è di 760.000 euro. L'intensità d'aiuto è pari al 40% dell'investimento ammissibile in regime "de minimis". Per le micro imprese, per le quali è prevista una riserva del 40% sul totale delle risorse attivate con il presente bando,  viene concesso un contributo pubblico in conto capitale fino al 75% dell'investimento ammissibile in regime "de minimis".

10/03/2009  -  Emesso dalla Regione Marche un bando finanziato dal POR FESR che incentiva il risparmio energetico e l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili delle PMI del settore Commercio. Sono ammissibili interventi realizzati o da realizzare in unità locali ubicate nel territorio della Regione Marche. Gli interventi ammissibili associati allo svolgimento delle relative attività, consistono nell'introduzione di nuove soluzioni tecnologiche da parte delle imprese del settore commercio, finalizzate ai due seguenti obiettivi: a) incremento dei livelli di efficienza energetica e di contenimento dei consumi energetici da parte delle imprese del settore commercio; b) incremento del ricorso alle fonti rinnovabili (solare termico e fotovoltaico) per la produzione di energia. Le risorse finanziarie attivate con il presente Bando sono pari a Euro 760.000.

02/03/2009  -  Emessi dalla Regione Marche due bandi finanziati dal POR FESR.
Il primo bando riguarda l'incentivazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonte eolica con aerogeneratori di piccola taglia aventi una potenza nominale minore o uguale a 100 kW. Beneficiari sono gli Enti Pubblici. L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento. Le risorse finanziarie attivate con il presente Bando sono pari a Euro 1.250.000,00.
Il secondo bando incentiva la realizzazione di impianti per la produzione di energia alimentati a biomassa di potenza termica maggiore o uguale a 1,0 MWt, salvo l'accoglimento da parte della Commissione Europea della richiesta di modifica del POR, approvata dal Comitato di Sorveglianza del 14/11/2008, relativamente all'ammissibilità anche degli impianti di produzione di energia alimentati a biomassa di potenza termica maggiore o uguale a 0,5 MWt ed inferiore a 1,0MWt. Beneficiari sono gli Enti Pubblici. L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento. Le risorse finanziarie attivate con il presente Bando
sono pari a Euro 4.000.000,00.

11/12/2008  -  la Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso due bandi: Bando A - incentivazone di impianti fotovoltaici; bando B - incentivazone di impianti solari termici.  Entrambi i bandi hanno come beneficiari gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 3 milioni di euro per il bando A e circa 1,85 milioni per il bando B. L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

07/11/2008  -  La Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso un bando di selezione per interventi di efficienza  energetica e uso di fonti rinnovabili nella pubblica illuminazione. Beneficiari del bando sono gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 2,5 milioni di euro.  L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

07/11/2008  -  La Regione Marche, in attuazione del POR FESR 2007-2013, ha emesso un bando di incentivazione di impianti geotermici a bassa entalpia. Beneficiari del bando sono gli enti pubblici. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 1 milione di euro.  L'entità massima del contributo pubblico è pari al 80% del costo dell'investimento sostenuto ammissibile a finanziamento.

30/07/2008  -  Approvato dalla Giunta Regionale delle Marche il seguente bando finanziato dal POR FESR: "Sostegno agli investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla produzione di energia da fonti rinnovabili da utilizzare in contesti produttivi". Gli interventi ammissibili, anche attraverso l'introduzione di nuove tecnologie, si riferiscono alle seguenti tipologie: a) favorire il risparmio energetico e/o l'uso razionale di energia con la riduzione dei consumi di energia elettrica e/o termica, a parità di produzione, anche con l'introduzione di nuovi processi tecnologici ivi compresa la cogenerazione; b) incentivare la produzione per l'utilizzo diretto di energia tramite impianti alimentati da fonti rinnovabili; per fonti rinnovabili si intendono quelle definite all'art. 2 del D.Lgs 387/2003.  Per la realizzazione del presente intervento è stanziato un importo complessivo pari ad € 1.445.519,29 .

15/07/2008  -  E` stato approvato dalla Regione Marche un bando regionale, emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013, che promuove l'uso efficiente dell'energia da parte degli Enti pubblici. Quasi 7 milioni di euro destinati a Province, Comuni, Comunita` montane, Consorzi ecc., per finanziare fino all'80% del costo per impianti di cogenerazione (produzione di calore e di elettricita`), trigenerazione (elettricita`, calore e freddo) e reti di teleriscaldamento.

13/11/2007  -   Con delibera della Giunta Comunale di Pesaro viene avviato un progetto di prefattibilità di installazione di impianti fotovoltaici sui tetti di edifici comunali.


NORMATIVA

23/08/2016  -  Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche la Delibera n. 858 del 01/08/2016 della Giunta Regionale: "Legge regionale n. 14/2008 "Norme per l'edilizia sostenibile" - Art. 14, comma 2, lettera a) "linee guida per la valutazione energetico ambientale degli edifici residenziali" - Modifica della DGR n. 760/2009". Con la DGR n. 858 del 01/08/2016, la Regione Marche ha aggiornato le "Linee guida per la valutazione della sostenibilità energetico ambientale degli edifici residenziali di cui all'art. 7 della L.R. n. 14/2008 ", sostituendo il Protocollo Itaca Marche con la Prassi UNI/PdR 13:2015 - Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità" pubblicata da UNI il 22 giugno 2016, che rappresenta il Protocollo ITACA aggiornato alle nuove norme.

17/03/2016  -  Pubblicato sul BUR della Regione Marche il Regolamento n. 1 del 07 marzo 2016: "Disciplina delle serre solari ai sensi dell'articolo 11, comma 3, della legge regionale 20 aprile 2015, n. 17 (Riordino e semplificazione della normativa regionale in materia di edilizia)".

25/10/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Legge regionale n. 30 del 19 ottobre 2012: Individuazione delle aree non idonee all'installazione di impianti alimentati da biomasse o biogas e modifiche alla legge regionale 26 marzo 2012, n. 3 "Disciplina della procedura di valutazione di impatto ambientale". Tale legge dispone che la Regione procede alla individuazione delle aree non idonee alla installazione degli impianti alimentati da biomasse o biogas e che sino all'approvazione di tale documento non possono essere autorizzati nuovi impianti termoelettrici alimentati da biomasse e da biogas nel territorio regionale, ciò non si applica ai nuovi impianti alimentati da biogas provenienti dalla fermentazione anaerobica metanogenica di sostanze organiche costituite da rifiuti.

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1312 del 03/10/2011: Semplificazione dell'azione amministrativa in materia di energia da fonti rinnovabili: indirizzi per il coordinamento della procedura di autorizzazione unica regionale con le procedure di VIA e con la procedura di concessione di derivazione d'acqua in caso di impianti idroelettrici.

08/03/2011  -  Con Delibera della GR n. 255 del 2011 la Regione Marche recepisce le linee guida nazionali per l'autorizzazione di impianti a fonti rinnovabili.

Deliberazione Assemblea Legislativa n. 13/2010: Individuazione delle aree non idonee di cui alle linee guida previste dall'articolo 12 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 per l'installazione di impianti fotovoltaici a terra e indirizzi generali tecnico amministrativi. Legge regionale 4 agosto 2010, n. 12"

26/06/2008  -  Pubblicata sul BUR della Regione Marche la Legge Regionale n. 14 del 2008: "Norme per l'edilizia sostenibile"

Legge regionale n. 20 del 28-10-2003:
Testo unico delle norme in materia industriale, artigiana e dei servizi alla produzione. Tale legge tra le altre cose incentiva il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia. Bollettino ufficiale della regione Marche n. 105 del 13 novembre 2003.

Legge regionale n. 10 del 24-07-2002: Misure urgenti in materia di risparmio energetico e contenimento dell'inquinamento luminoso. Bollettino ufficiale della regione Marche n. 87 del 1 agosto 2002.

Legge regionale n. 10 del 17-05-1999: Riordino delle funzioni amministrative della Regione e degli Enti locali nei settori dello sviluppo economico ed attività produttive, del territorio, ambiente e infrastrutture, dei servizi alla persona e alla comunità, nonché dell'ordinamento ed organizzazione amministrativa. Bollettino ufficiale della regione Marche n. 54 del 26 maggio 1999.


PIANO ENERGETICO
Bozza preliminare di aggiornamento del PEAR (redatta nel 2013)
STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)
Piano Energetico Ambientale Regionale (2005)
Piano Energetico Ambientale della Provincia di Pesaro Urbino (2005)



LINK UTILI

Arpa Marche
Agenzia per il Risparmio Energetico della Provincia di Ancona
Sito regionale sui fondi strutturali.
Sito regionale sull'Energia
Bur