OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

PIEMONTE

Home

Mappa

Contatti

Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

INTERVENTI REGIONALI
09/02/2017  -  Pubblicata sul BUR della Regione Piemonte la Deliberazione della Giunta Regionale 23 gennaio 2017, n. 12-4588: "Programma Operativo Regionale FESR 2014/2020 - Priorita' di Investimento IV.4c. Obiettivo IV.4c.1. Approvazione scheda misura volta a sostenere la riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche del patrimonio ospedaliero-sanitario regionale". Con tale delibera è stata attivata una misura finalizzata alla riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici del patrimonio ospedaliero-sanitario regionale attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica, eventualmente accompagnati dalla produzione di energia rinnovabile per autoconsumo. E' previsto quale forma di sostegno,  un contributo in conto capitale pari al 40% dei costi ammissibili e un credito agevolato pari al 60% dei costi ammissibili; nel caso di riduzione delle tempistiche di realizzazione, il credito agevolato può essere trasformato, fino al 20%, in contributo in conto capitale. La dotazione finanziaria della misura è di € 16.000.000. Interventi ammessi: Linea A (Azione IV.4c.1.1): Interventi di riduzione della domanda di energia dell'edificio (ad es. isolamento di strutture opache e trasparenti, installazione di schermature solari e sistemi bioclimatici). Revisione degli impianti a fonti fossili anche mediante l'impiego di mix tecnologici e loro asservimento ai sistemi di telegestione e telecontrollo. Linea B (Azione IV.4c.1.2), ammissibile solo se associata all'Azione IV.4c.1.1 o su edifici già efficienti: Installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo.

26/01/2017  -  Pubblicata sul BUR della Regione Piemonte la Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2017, n. 12-4569: "Programma Operativo Regionale FESR 2014/2020 - Priorita' di Investimento IV.4c. Obiettivo IV.4c.1. Approvazione della scheda di misura volta a sostenere la riduzione dei consumi energetici nel settore dell'edilizia abitativa sociale di proprietà pubblica gestita dalle Agenzie Territoriali per la Casa (ATC) piemontesi". Con tale delibera è stata attivata una misura  per la riduzione dei consumi energetici negli edifici destinati a uso residenziale sociale gestiti dalle ATC piemontesi, attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica eventualmente accompagnati dalla produzione di energia rinnovabile per autoconsumo. E' previsto quale forma di sostegno, un contributo in conto capitale pari al 90% dei costi ammissibili. La dotazione finanziaria della misura è di € 10.000.000. Interventi ammessi: Linea A (Azione IV.4c.1.1): Interventi di riduzione della domanda di energia dell'edificio (ad es. isolamento di strutture opache e trasparenti, installazione di schermature solari e sistemi bioclimatici). Revisione degli impianti a fonti fossili anche mediante l'impiego di mix tecnologici e loro asservimento ai sistemi di telegestione e telecontrollo. Linea B (Azione IV.4c.1.2), ammissibile solo se associata all'Azione IV.4c.1.1 o su edifici già efficienti: Installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo. Cogenerazione e trigenerazione.

26/01/2017  -  Pubblicata sul BUR della Regione Piemonte la Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2017, n. 12-4568: "Programma Operativo Regionale FESR 2014/2020 - Priorita' di Investimento IV.4c. Obiettivo IV.4c.1. Approvazione scheda misura "Riduzione dei consumi energetici sul patrimonio di proprieta' della Regione Piemonte o in uso alla stessa"". Con tale delibera è stata attivata una misura finalizzata alla riduzione dei consumi energetici sul patrimonio di proprietà della Regione Piemonte o in uso alla stessa, attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica eventualmente accompagnati dalla produzione di energia rinnovabile per autoconsumo. E' previsto quale forma di sostegno, un contributo in conto capitale pari al 100% dei costi ammissibili. La dotazione finanziaria iniziale della misura è di € 10.000.000. Interventi ammessi. 1. Riqualificazione energetica, ristrutturazioni di 1° e 2° livello di cui al DM 26/6/2015 "Requisiti minimi"; 2. installazione di sistemi di BAC/monitoraggio e di interventi di riduzione dei consumi nei servizi generali; 3. installazione di impianti alimentati da Fonti energetiche rinnovabili (FER) o aumento della quota di FER utilizzate.


26/01/2017  -  Pubblicata sul BUR della Regione Piemonte la Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2017, n. 11-4567: "Programma Operativo Regionale FESR 2014/2020 - Priorita' di Investimento IV.4c. Obiettivo IV.4c.1. Approvazione delle schede di misura volte a sostenere la riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche degli Enti locali piemontesi". Con tale delibera sono state attivate due misure finalizzate alla riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche delle Province, della Città Metropolitana di Torino e dei Comuni piemontesi, attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica eventualmente accompagnati dalla produzione di energia rinnovabile per autoconsumo. Le due misure sono state differenziate in base al numero degli abitanti (Comuni e Unioni di comuni con popolazione fino a 5000 abitanti e Province/Città Metropolitana/Comuni e Unioni di Comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti). L'agevolazione, a totale carico del POR FESR, consiste in un contributo in conto capitale pari all'80% dei costi ammissibili, se gli interventi vengono effettuati da Comuni o Unioni di Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti (bando con procedura a sportello) e per le Province, la Città Metropolitana di Torino, Comuni o Unioni di Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti, un contributo in conto capitale pari al 40% dei costi ammissibili e una quota di credito agevolato pari al 50% dei costi ammissibili, nel caso di riduzione delle tempistiche di realizzazione, il credito agevolato può essere trasformato, fino al 20%, in contributo in conto capitale (bando con graduatoria). La delibera fissa in € 10.000.000,00 la dotazione finanziaria disponibile per i Comuni/Unioni di Comuni con popolazione fino a 5000 abitanti e in € 30.000.000,00 la dotazione finanziaria disponibile per le Province, la Città Metropolitana di Torino, i Comuni o Unioni di Comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti. Sono previste 2 linee di intervento: Linea A (Azione IV.4c.1.1): Interventi di riduzione della domanda di energia dell'edificio (ad es. isolamento di strutture opache e trasparenti, installazione di schermature solari e sistemi bioclimatici). Revisione degli impianti a fonti fossili, con incremento dell'efficienza, anche mediante l'impiego di mix tecnologici e loro asservimento ai sistemi di telegestione e telecontrollo; Linea B (Azione IV.4c.1.2), ammissibile solo se associata all'Azione IV.4c.1.1 o su edifici già efficienti: installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo.

27/10/2016  -  Con Delibera della Giunta Regionale del Piemonte n. 11-4056 del 17 ottobre 2016, è stato approvato il Programma regionale di cofinanziamento a favore della realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o dell'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001, in risposta all'Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 agosto 2016. Il programma prevede risorse finanziarie per 2.388.000 euro tra risorse ministeriali e cofinanziamento regionale (derivanti dai Fondi POR FESR 2014-2020, Asse IV, Azione IV.4b.2.1).

29/09/2016  -  Emesso dalla Regione Piemonte un bando diretto a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle P.M.I. o l'adozione di sistemi di gestione dell'energia (SGE) conformi alle norme ISO 50001. La dotazione finanziaria è di € 2.388.000, di cui il 50% a carico del Ministero dello Sviluppo Economico e la restante quota, pari a € 1.194.000, a carico del POR FESR 2014/2020, Asse IV, Azione IV.4b.2.1. Il bando disciplina la concessione di sovvenzioni per la realizzazione di diagnosi energetiche, ai sensi del d.lgs. 102/2014, art. 8, finalizzate alla valutazione del consumo di energia ed al risparmio energetico conseguibile in una o più sedi operative, o l'ottenimento di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001 a favore di PMI, con unità locale in Piemonte, non soggette agli obblighi di cui all'art. 8, comma 3, del d.lgs. di cui sopra. Tale obiettivo viene perseguito utilizzando, quale forma di sostegno, un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili per un investimento massimo di € 10.000 per le diagnosi e € 20.000 per l'adozione di un sistema di gestione. I contributi sono erogati ai sensi del regime "de minimis" di cui al Reg. UE 1407/2013.

01/06/2016  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2014/2020, un bando per l'efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle imprese. Il bando agevola le imprese per investimenti di miglioramento dell'efficienza energetica, anche attraverso l'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Sono ammissibili: 1) interventi di efficienza energetica (impianti di cogenerazione ad alto rendimento, interventi per l'aumento dell'efficienza energetica dei processi produttivi e degli edifici, sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza, installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza); 2) interventi di installazione di impianti a fonti rinnovabili la cui energia prodotta sia interamente destinata all'autoconsumo nell'unità locale. Il sostegno riguarda un finanziamento combinato con una sovvenzione a fondo perduto. La dotazione è pari a € 50.000.000 €. I destinatari finali sono PMI non energivore e GI energivore. L'incentivazione può coprire fino al 100% dei costi ritenuti ammissibili dell'investimento e risulta così suddivisa: 1) finanziamento pari almeno all'80% del valore del progetto; 2) contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% del valore del progetto.

14/01/2016  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 asse 3, un bando per l'accesso al Fondo Pmi destinato al sostegno di progetti ed investimenti per l'innovazione, la sostenibilità ambientale, l'efficienza energetica e la sicurezza nei luoghi di lavoro realizzati da Micro, Piccole e Medie Imprese. L'agevolazione consiste in un prestito agevolato di importo fino al 100% delle spese ritenute ammissibili e con le seguenti caratteristiche: 50% fondi regionali, a tasso zero (con un limite massimo di € 750.000); 50% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. E' prevista una maggiorazione dell'entità dell'agevolazione in determinate condizioni tra cui: l'investimento comporta miglioramento delle prestazioni ambientali del ciclo produttivo; l'investimento comporti un miglioramento dell'efficienza energetica nel ciclo produttivo, quantificabile in termini di energia primaria risparmiata in un valore uguale o superiore a 0,7 kWh per ogni euro investito e parametrato alla capacità produttiva preesisente. La dotazione finanziaria del Fondo è pari a complessivi € 60.000.000.

14/01/2016  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 asse 1, un bando a sostegno di programmi di sviluppo di cluster di innovazione regionali. Obiettivo del presente bando è il sostegno di Programmi di sviluppo di Cluster di innovazione regionali attuati da Poli di Innovazione nell'ambito delle seguenti aree tematiche: SMART PRODUCTION AND MANUFACTURING; GREEN CHEMISTRY; ENERGY AND CLEAN TECHNOLOGIES; ICT; AGRIFOOD; TEXTILE; LIFE SCIENCES. Per ciascuna delle aree tematiche, citate sopra, la Regione intende finanziare un solo Programma, con possibili articolazioni al proprio interno e in coerenza con la Smart Specialization Strategy regionale. La dotazione finanziaria del Bando è pari a € 5.000.000. L'agevolazione è costituita da un contributo pari al 50% delle spese effettivamente sostenute, rendicontate e ritenute ammissibili. Beneficiari sono:
"strutture o raggruppamenti organizzati di parti indipendenti (quali start-up innovative, piccole, medie e grandi imprese, organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza, organizzazioni senza scopo di lucro e altri pertinenti operatori economici) volti a incentivare le attività innovative mediante la promozione, la condivisione di strutture e lo scambio di conoscenze e competenze e contribuendo efficacemente al trasferimento di conoscenze, alla creazione di reti, alla diffusione di informazioni e alla collaborazione tra imprese e altri organismi che costituiscono il polo".

31/12/2015  -  Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte la Delibera della Giunta Regionale n. 24-2725 del 30/12/2015: POR FESR 2014/2020 - Asse IV - Azione IV.4b.2.1 "Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo (...)". Approvazione scheda misura "Efficienza energetica ed energia rinnovabile nelle imprese". L'obiettivo consiste nell'agevolare la realizzazione di interventi di efficienza energetica e di produzione da fonte rinnovabile nelle imprese per autoconsumo.  Sono previste 2 linee di intervento. Linea A: realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento; interventi per l'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi; interventi per l'aumento dell'efficienza energetica negli edifici delle imprese; sostituzione di componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza; installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza; Linea B: installazione di impianti a fonte rinnovabile destinati a soddisfare, in tutto o in parte, il fabbisogno di energia dell'impresa. La dotazione finanziaria iniziale della misura è di € 50.000.000.  L'incentivazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, pari almeno all'80% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di sovvenzione a fondo perduto, fino ad un massimo del 20%.

31/12/2015  -  Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte la Delibera della Giunta Regionale n. 22-2723 del 29/12/2015: Programma regionale di cofinanziamento a favore della realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o dell'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001 in risposta all'Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico del 15 maggio 2015 e s.m.i. Modifiche alla d.g.r. 26 ottobre 2015 n. 15-2314. Le risorse finanziarie ammontano complessivamente a € 2.388.000.

02/07/2015  -  Pubblicato su BUR della Regione Piemonte la Delibera della Giunta Regionale n. 10-1639: "Programma regionale di cofinanziamento a favore dell'efficienza energetica nei cicli e delle strutture produttive in risposta all'Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico finalizzato a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o l'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001". L'attuazione del programma avverrà attraverso la predisposizione di uno specifico bando a valere sull'asse prioritario IV del POR FESR 2014-2020, con risorse finanziarie dello stesso POR FESR e del Decreto MSE del 12/05/2015.

13/02/2014  -  Con decreto Dirigenziale n. 289 del 06/02/2014 è stato emanato, nell'ambito del PAR FSC 2007/2013 (ex PAR FAS), un bando di avviso per la manifestazione di interesse finalizzato alla realizzazione del progetto "Sviluppo della filiera bosco energia". La dotazione finanziaria della presente iniziativa è pari a € 1.434.822,61. I soggetti che potranno realizzare gli interventi sono: 1) comuni, singoli o associati, anche in forma societaria; 2) proprietari forestali pubblici e/o privati; 3) imprese iscritte all'Albo Regionale delle Imprese forestali; 4) ESCO o altra impresa che con le imprese forestali di cui al punto precedente, si candidino alla realizzazione di investimenti di valorizzazione energetica delle biomasse locali, mediante l'implementazione di contratti di rendimento energetico. Oggetto delle iniziative deve essere la realizzazione di uno o più dei seguenti interventi: a) impianti per la produzione di energia termica o per la cogenerazione di energia termica ed elettrica che utilizzano biomasse forestali; b) piattaforme per il conferimento, lavorazione e commercializzazione delle biomasse forestali; c) piani di approvvigionamento, piani forestali aziendali e interventi di miglioramento boschivo; d) definizione degli accordi (contratti, soggetti giuridici) organizzativi e commerciali per la realizzazione di filiere corte (protocolli pluriennali d'acquisto); e) definizione degli accordi per pervenire alla gestione forestale associata che sia unitaria per gli aspetti tecnici ed economici, professionale e multifunzionale; f) acquisto o locazione di terreni per un importo non superiore al 10% delle spese ammesse a contributo. Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto dell'importo massimo di 200.000 € per ogni proposta progettuale. L'entità è così definita in relazione al tipo di intervento: non superiore al 50% per gli interventi di cui alla lettera a); non superiore al 40% per gli interventi di cui alle lettere b), c) ed f); non superiore al 30% per gli interventi di cui alla lettera d) ed e).

22/01/2014  -  E' stato approvato dal Consiglio provinciale il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile della Provincia di Torino.

07/03/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Piemonte un bando diretto alla concessione ed erogazione di contributi volti all'incentivazione di interventi in materia di riduzione delle emissioni in atmosfera e di risparmio energetico. Il bando prevede la concessione di contributi per interventi di manutenzione e ristrutturazione finalizzati alla riqualificazione energetica di impianti ed edifici esistenti sul territorio piemontese: nello specifico si tratta di interventi di sostituzione dei generatori di calore, adozione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, coibentazione di superfici che presentano criticità dal punto di vista delle dispersioni termiche, quali sottotetti e piani pilotis. L'agevolazione è costituita da un contributo in conto interessi e da un fondo di garanzia o, per alcune tipologie di beneficiari, da un contributo in conto capitale fruibile solo di interventi di importo non superiore a 15 mila euro. Soggetti beneficiari: persone fisiche, persone giuridiche, condomini, imprese, enti pubblici. La dotazione iniziale è di 2,6 milioni di euro.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando "Più Green 2013" - Agevolazioni per l'efficienza energetica e l'uso di fonti di energia rinnovabile nelle imprese. Attraverso questo bando, la Regione Piemonte agevola le imprese nella realizzazione, nelle proprie unità locali, di investimenti finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica e/o all'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a € 5.000.000. Sono previste due linee di intervento ammissibili: Linea A - Efficienza energetica: installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento; interventi finalizzati all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi, per questa tipologia di interventi, è richiesto un risparmio annuo di energia primaria almeno pari a 1,5 kWh per euro investito in costi ammissibili; Linea B - Fonti rinnovabili: installazione di sistemi di sfruttamento della geotermia a bassa entalpia; interventi finalizzati all'avvio e/o all'incremento della produzione (e conseguente uso) di energia da fonti rinnovabili a condizione che: a) l'energia prodotta sia destinata anche al soddisfacimento, in tutto o in parte, del fabbisogno di energia dell'unità locale; b) gli impianti fotovoltaici abbiano le caratteristiche degli "impianti fotovoltaici con caratteristiche innovative" o degli "impianti a concentrazione". L'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per agevolazioni alla diffusione, sul territorio piemontese, di impianti termici alimentati a fonte rinnovabile. Attraverso questo Bando, la Regione Piemonte intende favorire la progettazione, sostituzione e/o realizzazione di impianti alimentati a fonte rinnovabile e destinati ad uso riscaldamento e raffrescamento. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a 3.500.000  euro. La proposta progettuale relativa ad un solo intervento, dovrà riguardare: a) nuova installazione di pompe di calore idro - geo termiche; b) sostituzione di pompe di calore esistenti di taglia superiore a 500 kW; c) nuova installazione di impianti solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling, con superficie lorda superiore a 1.000 mq; d) impianti destinati al recupero di cascami termici da processi industriali; e) altri sistemi di produzione di energia termica da fonte rinnovabile ad esclusione delle biomasse. Benediciari: Enti pubblici e Imprese. Incentivo: per i soggetti pubblici di cui alla lettera A del paragrafo 3.1 del bando, il contributo è concesso esclusivamente a fondo perduto  e non può essere superiore al 60% del valore del progetto in termini di costi ammissibili; per i soggetti privati o per soggetti pubblici che cedano a terzi l'energia prodotta l'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per l'incentivazione alla razionalizzazione dei consumi energetici nel patrimonio immobiliare degli enti pubblici. La dotazione finanziaria (fondi POR/FESR) è pari a € 6.000.000,00. Beneficiari: Amministrazioni Pubbliche. Sono ammissibili al contributo regionale gli interventi di riqualificazione energetica del sistema edificio impianto di edifici esistenti ad uso pubblico, non residenziale, che conseguano una riduzione consistente, comunque non inferiore al 30%, del fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento. Gli interventi dovranno obbligatoriamente prevedere l'installazione di sistemi di termoregolazione, contabilizzazione e monitoraggio dei consumi energetici del sistema edificio-impianto. Il contributo in conto capitale viene concesso fino all' 80% dei costi totali ammissibili dell'intervento.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per finanziamenti agevolati per la realizzazione di edifici a energia quasi zero. La dotazione iniziale è pari a € 1.000.000. Beneficiari: imprese in forma singola operanti nel settore delle costruzioni. L'agevolazione consiste in un finanziamento agevolato, il cui valore è determinato sulla base del parametro 300 €/m2 per unità di superficie utile riscaldata abitabile. Nel caso di un'impresa a prevalente partecipazione giovanile l'entità è pari a 350 €/m2 per unità di superficie utile riscaldata abitabile. L'edificio dovrà contenere un numero di unità abitative compreso tra un minimo di quattro ed un massimo di ventiquattro. Gli edifici a energia quasi zero per i quali si richiede il contributo previsto dal presente bando devono essere progettati e realizzati in modo da essere caratterizzati da fabbisogni di energia termica estremamente contenuti sia per il riscaldamento invernale (<= 15 kWh/m2 a) sia per il raffrescamento estivo (<= 10 kWh/m2 a) e il fabbisogno di energia dovrà essere coperto con fonti rinnovabili almeno per il 50%.

20/12/2012  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del POR FESR 2007/2013, un bando per favorire la diffusione di sistemi di valorizzazione dell'energia termica prodotta da impianti alimentati da biomasse provenienti dalla filiera forestale. Le risorse iniziali a disposizione sono pari a € 5.000.000.  Soggetti beneficiari: Amministrazioni pubbliche e imprese. Per i soggetti pubblici di cui alla lettera A del paragrafo 3.1, il contributo a fondo perduto non può essere superiore al 60% del valore del progetto. Per i soggetti privati o per soggetti pubblici che cedano a terzi l'energia prodotta l'agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell'investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, fino al 100% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% degli stessi.

18/09/2012  -  La Regione Piemonte dà avvio all'innovativo portale web www.forumenergia.regione.piemonte.it per condividere il confronto sulle strategie da perseguire nel corso del processo di definizione del nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale. 

12/07/2012  -  Come primo passo del processo di definizione del nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale la Regione Piemonte ha approvato con DGR n. 19-4076 del 2 luglio 2012, pubblicata sul B.U.R. n. 28 del 12 luglio 2012, l'Atto di indirizzo per la predisposizione della proposta di nuova pianificazione energetica regionale.

02/02/2012  -  Con Deliberazione della Giunta Regionale 30 gennaio 2012, n. 5-3314 sono state emanate le Indicazioni procedurali in ordine allo svolgimento del procedimento unico di cui all'articolo 12 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387, relativo al rilascio dell'autorizzazione alla costruzione ed esercizio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile.

02/02/2012  -  Con Deliberazione della Giunta Regionale 30 gennaio 2012, n. 6-3315 viene disciplinata la Individuazione delle aree e dei siti non idonei all'installazione ed esercizio di impianti per la produzione di energia elettrica alimentati da biomasse, ai sensi del paragrafo 17.3. delle "Linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili" di cui al decreto ministeriale del 10 settembre 2010.

04/10/2011  -  Con Determinazione Dirigenziale n. 218 del 2011 è stato approvato dalla Regione Piemonte il disciplinare per l'attuazione del progetto-pilota: Universita' degli Studi di Torino - Rifacimento delle strutture di facciata per l'adeguamento energetico dell'edificio denominato "Palazzo Nuovo". Gli interventi riguardano la realizzazione della riqualificazione energetica dell'involucro edilizio del fabbricato universitario di via Sant'Ottavio 20 in Torino, c.d. "Palazzo Nuovo". Il contributo è erogato dalla Regione Piemonte sotto forma di fondo perduto a valere sulle risorse dell'attività II.1.3 "Efficienza Energetica" del P.O.R. FESR, nella misura massima di € 5.000.000,00 e fino al 80 % del totale delle spese ammissibili.

22/07/2011  -  Con deliberazione n. 41-2373, la Giunta Regionale, nell'ambito degli strumenti di incentivazione previsti dalla legge regionale 23/2002 (Disposizioni in campo energetico), ha approvato i criteri e le modalità per la concessione di contributi in conto capitale, nella misura del 25% dei costi ammissibili, per la realizzazione di edifici "a energia quasi zero", ossia edifici ad altissima prestazione energetica e che utilizzano energia prevalentemente da fonti rinnovabili. La dotazione iniziale è pari a 2.195.428,32 euro. Beneficiari: Privati ed Enti Pubblici. L'entità del contributo assegnabile non potrà essere superiore ad euro 200.000 ed inferiore ad euro 20.000.

15/06/2011  -  Con sentenza n. 192 del 2011, la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità dell'art. 27 della legge regionale del piemonte n. 18 del 2010, a seguito del ricorso del Consiglio dei Ministri. Tale articolo prevedeva la moratoria delle procedure relative a impianti fotovoltaici non integrati da realizzare su terreni ricompresi nelle aree di esclusione di cui al paragrafo 3.3 dell'allegato alla deliberazione della Giunta regionale 28 settembre 2009, n. 30-12221.

30/08/2010  -  Emesso dalla Regione Piemonte un nuovo bando, analogo a quello emesso nel 2008, di incentivazioni alla razionalizzazione dei consumi energetici e all'uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi. Il bando è emesso nell'ambito del POR FESR 2007/2013. Lo stanziamento è di 20 Mln di €
.

23/07/2010  -  Con D.D. 23 luglio 2010, n. 197 la Regione Piemonte ha disposto che la dotazione finanziaria del bando emesso il 07/04/2009 (bando di incentivazione, mediante contributi in conto capitale, degli investimenti destinati alla razionalizzazione dei consumi energetici nel patrimonio immobiliare ad uso pubblico, non residenziale, degli Enti Pubblici Territoriali) è stata integrata per ulteriori 20 milioni di euro.

29/03/2010  -  Emesso dalla Regione Piemonte, nell'ambito del Por Fesr 2007/2013 un bando per la riqualificazione energetica di edifici di proprietà pubblica in disponibilità delle Agenzia territoriali per la Casa (A.T.C.). La dotazione finanziaria è di 30 milioni di euro. I soggetti beneficiari del presente bando sono le Agenzie Territoriali per la Casa (A.T.C.) della Regione Piemonte. Sono ammissibili interventi mirati al miglioramento dell'efficienza energetica del sistema edificio-impianto. I contributi pubblici previsti verranno erogati a fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili.

08/03/2010  -  Emesso dalla Regione Piemonte un bando di incentivazioni all'insediamento di linee di produzione di sistemi e componenti nel campo dell'efficienza energetica e dello sfruttamento delle fonti rinnovabili. Il bando è stato emesso nell'ambito del POR FESR 2007-2013 ed ha una dotazione finanziaria iniziale di 20 Mln di €. Beneficiari sono le PMI e loro consorzi. Non sono ammessi a beneficiare dell'agevolazione progetti di investimento di ammontare inferiore a 100.000,00 €. Le agevolazioni sono concesse tramite finanziamento agevolato, integrato da un contributo a fondo perduto. Si applicano le norme previste dal regime in esenzione o da quello in de minimis.


03/12/2009  -  Con Determinazione Dirigenziale n. 589 è stato approvato il Disciplinare per l'attuazione del progetto-pilota: installazione impianto fotovoltaico sul Palasport Olimpico di Torino come previsto dalla Delibera della GR n. 55-10095 del 17/11/2008.

27/11/2009  -  Con  Determinazione Dirigenziale n. 345 è stato approvato il Disciplinare per il cofinanziamento di interventi di "riqualificazione energetica di edifici pubblici del Comune di Torino". Le risorse finanziarie messe a disposizione dal POR FESR del Piemonte ammontano a 11,4 Mln di € e il contributo, in conto capitale, viene concesso fino al  70% del costo totale ammissibile di ciascun intervento.

07/04/2009  -  Emesso dalla Regione Piemonte un bando di incentivazione, mediante contributi in conto capitale, degli investimenti destinati alla razionalizzazione dei consumi energetici nel patrimonio immobiliare ad uso pubblico, non residenziale, degli Enti Pubblici Territoriali. Il bando, finanziato dal POR FESR 2007-2013, ha una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro. L'incentivo ammonta al 60% delle spese ammissibili ed aumenta al 70% nel caso di interventi integrati con Progetti Integrati Territoriali o con Progetti Integrati di Sviluppo Urbano.  Per gli immobili esistenti, sono ammissibili gli interventi di riqualificazione energetica, che nel contempo: dimezzino il fabbisogno energetico per il riscaldamento e rispettino i valori massimi di trasmittanza, cosi come definiti all'articolo 26, Tabella 2 del bando. Per gli immobili di nuova costruzione, sono ammissibili gli interventi, che nel contempo: rispettino i limiti prestazionali dell'involucro edilizio, cosi come definiti all'articolo 26, Tabella 1 del bando e rispettino i valori massimi di trasmittanza, cosi come definiti all'articolo 26, Tabella 2 del bando.

09/10/2008  -  Emesso dalla regione Piemonte, in ambito POR FESR 2007-2013, un bando di incentivazione della produzione di energia elettrica  da fonte solare su discariche esaurite ed in fase di gestione post-operativa. Il bando e' rivolto agli enti locali e alle imprese. Dotazione finanziaria: 10 milioni di euro.

17/07/2008  -  Emesso dalla regione Piemonte un bando diretto alla concessione di un prestito agevolato per la realizzazione o il potenziamento di reti di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento attraverso un fondo rotativo istituito presso Finpiemonte S.p.A.. Le risorse complessivamente a disposizione per il presente bando ammontano ad euro 5.932.978,30.

22/04/2008  -  Emessi dalla
Regione Piemonte due bandi nell'ambito del POR FESR 2007-2013. Il primo: "Incentivazione alla razionalizzazione dei consumi energetici e all'uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi",  il secondo: "Incentivazione all'insediamento di nuovi impianti e nuove linee di produzione di sistemi e componenti dedicati allo sfruttamento di energie rinnovabili e vettori energetici, all'efficienza energetica, nonché all'innovazione di prodotto nell'ambito delle tecnologie in campo energetico". La dotazione finanziaria è di 50 Mln di euro per il primo bando e 40 Mln per il secondo. Beneficiari: Imprese.

29/11/2007  -  Con Deliberazione della Giunta Regionale del Piemonte n. 67-7436 del 12 novembre 2007, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 48 del 29/11/2007, sono stati approvati i criteri e le modalità di concessione di prestiti agevolati per la realizzazione o il potenziamento di reti di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento mediante il fondo rotativo istituito presso Finpiemonte S.p.A.

29/11/2007  -  Con Deliberazione della Giunta Regionale del Piemonte n. 66-7435 del 12 novembre 2007, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 48 del 29/11/2007, sono stati approvati i criteri e le modalità di concessione di prestiti agevolati mediante il fondo rotativo istituito presso Finpiemonte S.p.A., per la realizzazione di impianti fotovoltaici di potenza compresa tra 1 e 5 kWp, integrati o parzialmente integrati nella struttura edilizia, che aderiscano alle tariffe incentivanti di cui al D.M. 19 febbraio 2007 ("nuovo conto energia").

27/09/2007  -  Pubblicati dalla Regione Piemonte due bandi, uno per l'incentivazione di interventi dimostrativi (installazione di celle a combustibile anche per sistemi di soccorso e pronto intervento;  realizzazione di sistemi di sfruttamento dei differenziali di temperatura mediante pompe di calore; adozione di tecnologie avanzate in campo edilizio che consentano la realizzazione di edifici a bassissimo consumo energetico; produzione di energia elettrica e termica con biogas da attività zootecnica e agricola) e l'altro per l'incentivazione di interventi strategici (iniziative, proposte da soggetti pubblici, dirette a ridurre con interventi di risparmio energetico e di uso razionale dell'energia i propri fabbisogni energetici e/o di utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di energia destinata esclusivamente all'autoconsumo; interventi, proposti da soggetti pubblici e privati, di utilizzo delle fonti rinnovabili e di uso razionale dell'energia aventi caratteristiche tali da determinare nel corso della loro vita utile risparmi annuali di CO2 equivalente superiori a 300 tonnellate). Le risorse dirette all'incentivazione degli interventi di cui al bando per l'incentivazione degli interventi dimostrativi sono di euro 3.096.200, mentre quelle per l'incentivazione degli interventi strategici sono di euro 4.200.000.

11/01/2007  -  Emesso dalla Regione Piemonte un bando diretto alla concessione di un contributo in conto interesse per l'incentivazione di interventi in materia di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni in atmosfera - ( L.R. 7 ottobre 2002, n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni). La dotazione finanziaria iniziale, comprensiva del corrispettivo spettante al soggetto gestore Finpiemonte S.p.A., è pari ad euro 5.654.430,00 e potrà essere incrementata negli anni successivi. Il bando è stato emesso congiuntamente all'approvazione dello Stralcio di Piano per il riscaldamento ambientale e il condizionamento.


NORMATIVA IN MATERIA DI ENERGIA

09/06/2016  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte la Delibera della Giunta Regionale del 30/05/2016 n. 29-3386: "Attuazione della legge regionale 7 aprile 2000 n. 43. Disposizioni per la tutela dell'ambiente in materia di inquinamento atmosferico. Armonizzazione del Piano regionale per il risanamento e la tutela della qualita' dell'aria con gli aggiornamenti del quadro normativo comunitario e Nazionale". Con tale delibera viene: eliminato l'obbligo di coibentazione in occasione di interventi di ritinteggiatura contenuto nelle schede E dell'allegato alla DGR 46-11968 in conformità al punto 1.4.3. del D.M. 26/6/2015; prevista una nuova deroga all'obbligo del riscaldamento centralizzato oltre le quattro unità abitative.

21/04/2016  -  Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte il  Decreto dirigenziale n. 66 del 3 marzo 2016: "Approvazione delle Linee guida regionali per l'installazione e la gestione delle sonde geotermiche". Le presenti Linea Guida sono finalizzate: a dare un contributo alla valorizzazione dell'utilizzo delle risorse geotermiche a bassa entalpia nel rispetto dell'ambiente e della tutela delle acque sotterranee; a fornire alcune indicazioni tecniche agli enti coinvolti nel processo decisionale e agli operatori del settore che affrontano la progettazione, l'installazione, il collaudo, la gestione e la dismissione delle sonde geotermiche.


24/09/2015  -  Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte la Deliberazione della Giunta Regionale 21 settembre 2015, n. 14-2119: Disposizioni in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici in attuazione del d.lgs. 192/2005 e s.m.i., del d.p.r. 75/2013 e s.m.i., del d.m. 26 giugno 2015 "Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici" e degli articoli 39, comma 1, lettera g) e i) e 40 della l.r. 3/2015."


07/08/2014  -  Con Deliberazione della Giunta Regionale 4 agosto 2014, n. 41-231 la Regione Piemonte ha prorogato al 31 dicembre 2016 l'obbligo di installazione di dispositivi di termoregolazione e contabilizzazione del calore in tutte le singole unità abitative.


13/02/2014  -  Approvata dalla Giunta Regionale del Piemonte la Delibera n. 17-7073 del 4 febbraio 2014: "Adeguamento in materia di certificazione energetica alle disposizioni di cui al decreto legge 63/2013 convertito dalla legge 90/2013 e al d.p.r. 75/2013. Modifica della D.G.R. 4 agosto 2009 n. 43-11965 e s.m.i.".

Dgr 19 novembre 2012, n. 5-4929: Approvazione del Piano d'azione 2012-2013 per una prima attuazione dell'Atto di indirizzo per la pianificazione energetica regionale.

14/12/2010  -  Con Delibera n. 3-1183 della Giunta Regionale vengono individuate in Piemonte i siti non idonei all'installazione di impianti fotovoltaici a terra ai sensi delle linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili emanate con il decreto ministeriale del 10 settembre 2010.

Legge regionale 28 maggio 2007, n. 13: "Disposizioni in materia di rendimento energetico nell'edilizia". La legge prevede: a) la certificazione energetica degli edifici che consentirà ai cittadini interessati all'acquisto o alla locazione di un immobile di conoscere le caratteristiche energetiche dello stesso; b) il miglioramento delle caratteristiche energetiche degli edifici nuovi e oggetto di ristrutturazione che, a fronte di una spesa aggiuntiva minima (al di sotto dell'1% dei costi complessivi) potrà determinare risparmi di energia superiori al 50% di dei consumi attuali; c) un sistema di autocertificazione per tutti gli impianti termici, attraverso l'apposizione di un bollino verde da parte del manutentore, che permetta di semplificare e diminuire gli oneri economici e gli adempimenti previsti per gli utenti; d) nuove modalità di ispezione dirette ad individuare gli impianti termici sprovvisti di bollino verde e di manutenzione.

Legge regionale n. 23 del 07-10-2002: Disposizioni in campo energetico. Procedure di formazione del piano regionale energetico-ambientale. Abrogazione delle leggi regionali 23 marzo 1984, n. 19, 17 luglio 1984, n. 31 e 28 dicembre 1989, n. 79. Bollettino ufficiale della regione Piemonte n. 41 del 10 ottobre 2002

Legge regionale n. 5 del 15-03-2001: Modificazioni ed integrazioni alla legge regionale 26 aprile 2000, n. 44 (Disposizioni normative per l'attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 'Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del Capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59'). Bollettino ufficiale della regione Piemonte n. 12 del 21 marzo 2001.

Legge regionale n. 44 del 26-04-2000: Disposizioni normative per l'attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 'Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del Capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59'. Bollettino ufficiale della regione Piemonte n. 18 del 3 maggio 2000.

Legge regionale n. 31 del 24-03-2000: Disposizioni per la prevenzione e lotta all'inquinamento luminoso e per il corretto impiego delle risorse energetiche. Bollettino ufficiale della regione Piemonte n. 13 del 29 marzo 2000.

PIANO ENERGETICO

Relazione Programmatica sull'Energia (Approvata dalla GR nel 2009)
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE
  (Approvato dal CR nel 2004)
PIANO ENERGETICO PROVINCIALE DELLA PROVINCIA DI ASTI   (Approvato dal CP nel 2011)
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE DELLA PROVINCIA DI VERBANO
(Approvato nel 2004)
PIANO ENERGETICO AMBIENTALE DELLA PROVINCIA DI BIELLA
(Approvato nel 2001)
Piano d'Azione per l'Energia della provincia di Biella (Approvato dal CP nel 2006)
PIANO D'AZIONE ENERGETICO AMBIENTALE DELLA PROVINCIA DI TORINO
   (Approvato dal CP nel 2003)
STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)



LINK UTILI
Agenzia Energia e Ambiente di Torino
Agenzia Provinciale per l'Energia della Provincia di Biella
Agenzia per l'Energia della Provincia di Cuneo

Agenzia Provinciale per l'Energia del Vercellese e della Valsesia
Arpa Piemonte
Fondi strutturali 2014-2020
Bandi e finanziamenti regionali
Bollettino Ufficiale Regionale