OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

PUGLIA

Home

Mappa

Contatti


Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR-FSE 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI


INTERVENTI REGIONALI
14/04/2017  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia, nell'ambito del POR 2014/2020 Asse IV, il bando: "Interventi per l'efficientamento energetico degli edifici pubblici".  La dotazione finanziaria ammonta a euro 157.891.208. Il bando ha come destinatari: le Amministrazioni pubbliche; le Aziende sanitarie locali e aziende ospedaliere; le Amministrazioni statali. Sono ammissibili interventi realizzati su edifici e strutture pubbliche esistenti che prevedono la ristrutturazione sia sull'involucro esterno che sugli impianti, l'introduzione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici nonché l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinata all'autoconsumo. L'importo massimo dei singoli interventi è 5.000.000 di euro, 10.000.000 di euro per le Amministrazioni statali e 30.000.000 di euro per le Aziende sanitarie locali e aziende ospedaliere. Non sono ammissibili interventi la cui prestazione energetica post-operam risulti inferiore alla classe energetica C (Dm 26 giugno 2015).

20/03/2017  -  Pubblicato sul sito internet del Ministero dello sviluppo economico, nell'ambito del PON "Imprese e Competitività" 2014-2020 FESR, ASSE IV, AZIONE 4.3.1., un Bando di incentivazione di infrastrutture elettriche per la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell'energia (smart grid) nei territori delle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Le risorse disponibili ammontano complessivamente a euro 80.000.000. Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente decreto i concessionari del pubblico servizio di distribuzione dell'energia elettrica nelle aree interessate.  Sono ammissibili alle agevolazioni i progetti che prevedono la realizzazione di interventi di costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di infrastrutture elettriche per la distribuzione (smart grid) finalizzati ad incrementare direttamente la quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita da fonti rinnovabili. Le agevolazioni di cui al presente bando sono concesse nella forma della sovvenzione diretta, nei limiti dell'intensità massima stabilita dall'articolo 48 del Regolamento GBER, fino al 100% dei costi di investimento ammessi. L'ammontare dell'agevolazione concedibile a ciascuna impresa, per ciascun progetto, non può essere inferiore a euro 1.000.000 e non superiore a euro 50.000.000.

10/02/2017  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia, la Delibera della Giunta Regionale n. 66 del 31/1/2017: PO 2014 - 2020. Asse Prioritario IV "Energia sostenibile e qualità della vita". Obiettivo RA 4.1 - Azione 4.1 "Interventi per l'efficientamento energetico degli edifici pubblici" - Approvazione schema di avviso di selezione interventi. Con tale delibera vengono stabilite le modalità di concessione da parte della Regione dei contributi di cui all'Azione 4.1 per la realizzazione di interventi per l'efficientamento energetico degli edifici pubblici. Le risorse finanziarie disponibili per l'Azione 4.1 ammontano a 203 milioni di euro. Di questi, una quota pari a 30 milioni sarà assegnata alla Sezione Politiche Abitative per la realizzazione di interventi sugli edifici di edilizia residenziale pubblica, una quota pari a 8 milioni sarà utilizzata per interventi di efficientamento energetico sugli immobili di proprietà Regionale, una quota pari a 8 milioni sarà utilizzata per interventi di efficientamento energetico a cura dei comuni dell'Area interna Monti Dauni, la restante dotazione, pari a € 157.000.000,00 sarà oggetto di un avviso avente per beneficiari: amministrazioni pubbliche, aziende ospedaliere, aziende sanitarie, amministrazioni statali, con riserve di 10 milioni per le Amministrazioni statali e di 30 milioni per le aziende ospedaliere e sanitarie locali.

04/06/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia un bando di incentivazione degli investimenti delle piccole e medie imprese per l'efficientamento energetico. Le risorse finanziarie derivano dal Fondo Sviluppo e Coesione.  Le agevolazioni previste sono erogate nella forma di: a) Sovvenzioni dirette; b) Mutui, a valere su uno strumento finanziario denominato Fondo Mutui PMI "Tutela dell'ambiente". Le risorse complessive disponibili destinate all'agevolazione dei progetti presentati a valere sul presente bando ammontano a Euro 60 milioni. I progetti di investimento ammissibili devono prevedere una spesa non inferiore a Euro 80.000,00 per unita locale e conseguire un risparmio di energia primaria pari ad almeno il 15% dell'unita locale oggetto di investimento. Sono ammissibili interventi di: a) efficienza energetica; b) cogenerazione ad alto rendimento; c) produzione di energia da fonti rinnovabili fino a un max del 60% dell'energia consumata mediamente nei tre anni solari antecedenti la data di presentazione della domanda e, comunque, fino al limite massimo di 500 kW. Al limite del 60% concorre la produzione da sistemi da fonti rinnovabili eventualmente già presenti nel sito.

28/07/2014  -  Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Puglia la Dgr n. 1320 del 27 giugno 2014, che modifica la Circolare 1/2012 che contiene requisiti e procedure autorizzative per la realizzazione di serre fotovoltaiche sul territorio regionale.


11/06/2014  -  Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Sentenza n. 166 del 2014 della Corte Costituzionale con la quale si dichiara l'illegittimità costituzionale dell'articolo 2, comma 4, della legge della Regione Puglia 21 ottobre 2008, n. 31 (Norme in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili e per la riduzione di immissioni inquinanti e in materia ambientale) e in via consequenziale, l'illegittimità costituzionale dell'articolo 2, comma 5, della stessa Legge Regionale.  L'articolo 2, comma 4, della legge della Regione Puglia 21 ottobre 2008, n. 31 vietava la realizzazione in zona agricola di impianti alimentati da biomasse, salvo che queste ultime provenivano, nella misura minima del 40 per cento, da "filiera corta", cioè da un'area contenuta entro 70 chilometri dall'impianto. 

15/04/2014  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Delibera della Giunta Regionale n. 581 del 02/04/2014: "Analisi di scenario della produzione di energia da Fonti Energetiche Rinnovabili sul territorio regionale. Criticità di sistema e iniziative conseguenti".

29/10/2013  -  Con Delibera del Consiglio Provinciale di Barletta-Andria-Trani n. 25 del 22/10/2013 è stato adottato il Piano Energetico Provinciale e Valutazione Ambientale Strategica.

30/11/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia il Regolamento Regionale 30 novembre 2012, n. 29: "Modifiche urgenti, ai sensi dell'art. 44 comma 3 dello Statuto della Regione Puglia (L.R. 12 maggio 2004, n. 7), del Regolamento Regionale 30 dicembre 2010, n. 24 "Regolamento attuativo del Decreto del Ministero dello Sviluppo del 10 settembre 2010 Linee Guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, recante la individuazione di aree e siti non idonei alla installazione di specifiche tipologie di impianti alimentati da fonti rinnovabili nel territorio della Regione Puglia."

27/11/2012  -  Con Delibera della GR della Puglia 13 novembre 2012, n. 2275 è stata approvata la  'Banca dati regionale del potenziale di biomasse agricole', nell'ambito del Programma regionale PROBIO (DGR  1370/07).

25/09/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Legge Regionale n. 25 del 24 settembre 2012: "Regolazione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili". La presente legge dà attuazione alla Direttiva Europea del 23 aprile 2009, n. 2009/28/CE. Prevede che entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge la Regione Puglia adegua e aggiorna il Piano energetico ambientale regionale (PEAR) e  apporta al regolamento regionale 30 dicembre 2010, n. 24 (Regolamento attuativo del decreto del Ministero per lo Sviluppo Economico 10 settembre 2010 "Linee Guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili"), le modifiche e integrazioni eventualmente necessarie al fine di coniugare le previsioni di detto regolamento con i contenuti del PEAR. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, vengono aumentati i limiti indicati nella tabella A allegata al d.lgs. 387/2003 per l'applicazione della PAS. La Regione approverà entro 31/12/2012 un piano straordinario per la promozione e lo sviluppo delle energie da fonti rinnovabili, anche ai fini dell'utilizzo delle risorse finanziarie dei fondi strutturali per il periodo di programmazione 2007/2013.

08/02/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la DGR n. 107 del 2012 riportante: "Criteri, modalità e procedimenti amministrativi connessi all'autorizzazione per la realizzazione di serre fotovoltaiche sul territorio regionale".

10/10/2011  -  Con Delibera della GR della Puglia n. 2155 del 23/9/2011 sono state emanate le linee guida per il finanziamento di interventi di miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche del patrimonio edilizio pubblico del settore terziario.  Con tale avviso la Regione Puglia intende promuovere, da un lato, l'efficientamento del patrimonio edilizio esistente e, dall'altro, la diffusione in ambito urbano di impianti fotovoltaici di piccola e media taglia per la produzione di energia elettrica.  Gli Enti Locali che intendono beneficiare dei contributi concedono in locazione (o i diritti di superficie) ad operatori qualificati aree nel proprio patrimonio edilizio per la realizzazione degli impianti fotovoltaici (200 kWp - 1 MWp). I canoni di locazione devono essere destinati al cofinanziamento di almeno il 15% delle spese per l'attuazione di interventi di efficientamento e ottimizzazione dei consumi energetici degli edifici pubblici esistenti non residenziali. La dotazione finanziaria ammonta a 105 milioni di euro.

23/03/2011  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Delibera della GR n. 461 del 10 Marzo 2011 riportante: "Indicazioni in merito alle procedure autorizzative e abilitative di impianti fotovoltaici collocati su edifici e manufatti in genere".

31/12/2010  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia il Regolamento attuativo del Decreto del Ministero per lo Sviluppo Economico del 10 settembre 2010, "Linee Guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili", recante la individuazione di aree e siti non idonei alla installazione di specifiche tipologie di impianti alimentati da fonti rinnovabili nel territorio della Regione Puglia".

15/06/2010  -  Emesso un bando, congiuntamente dal MIUR e dal MATTM, per l'incentivazione di interventi finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all'efficienza energetica, alla messa a norma degli impianti, all'abbattimento delle barriere architettoniche, alla dotazione di impianti sportivi e al miglioramento dell'attrattività degli spazi scolastici. L'ammontare complessivo di risorse disponibili per le quattro Regioni dell'Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) è pari a 220 Mln di  €, derivanti dal PON "Ambienti per l'apprendimento" e da 20 Mln di  €  dall'Asse II attività 2.2 del POIN "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico".  Gli interventi finanziati dal PON "Ambienti per l'apprendimento" sono vari e tra questi quelli riguardanti l'energia sono: Isolamenti termici, Impianti fotovoltaici, Interventi per il risparmio energetico, Centrale termica.  Gli interventi finanziati dal POIN "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico" riguardano esclusivamente interventi in materia di energia e sono: Analisi delle prestazioni energetiche degli edifici, degli impianti e degli apparecchi, Miglioramento delle prestazioni di impianti e apparecchi, Efficientamento energetico dell'involucro.

10/02/2010  -  Emanato dalla Giunta Regionale della Puglia il Regolamento per la certificazione energetica degli edifici definendo i criteri e le modalità per il rilascio dell'Attestato di Certificazione Energetica.

07/12/2009  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Legge Regionale n. 30/2009 che prevede, per il territorio della Regione Puglia, la preclusione all'installazione di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, alla fabbricazione del combustibile nucleare, allo stoccaggio del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi, nonché dei depositi di materiali e rifiuti radioattivi.


10/12/2008  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia un bando: "Aiuti alle medie imprese e ai Consorzi di PMI per Programmi Integrati di Agevolazione". Il bando è stato emesso nell'ambito delle attività previste dall'Asse VI del POR FESR della Regione Puglia. Le risorse complessive disponibili ammontano a Euro 88 milioni, di cui Euro 20 milioni, per investimenti riguardanti il risparmio energetico, linea di intervento 2.4 del Programma Operativo FESR 2007 - 2013. Gli investimenti per la tutela ambientale relativi alle misure di risparmio energetico, sono disciplinati dal "Regolamento per aiuti agli investimenti delle PMI nel risparmio energetico, nella cogenerazione ad alto rendimento e per l'impiego di fonti di energia rinnovabile" n. 26 del 21/11/08, che prevede un'intensità d'aiuto pari al 25% per MI e 35% per PMI con la possibilità di un incremento del 5% in caso di rispetto dei tempi previsti dal bando. Le agevolazioni, per gli investimenti per la tutela ambientale relativi alle misure di risparmio energetico, non potranno superare, per ogni singola impresa, indipendentemente dall'ammontare dell'investimento ammissibile, Euro 1,5 milioni. Le iniziative ammissibili riguardano sia interventi di efficientamento energetico dei cicli produttivi con lo scopo di ridurre l'intensità energetica delle lavorazioni, sia interventi di risparmio energetico sugli involucri edilizi, compreso gli impianti generali. 

21/11/2008  -  Pubblicato sul BUR della Regione Puglia  il "Regolamento per aiuti agli investimenti delle PMI nel risparmio energetico, nella cogenerazione ad alto rendimento e per l'impiego di fonti di energia rinnovabile in esenzione ai sensi del Regolamento (CE) n. 800/2008".

01/08/2008  -  Basandosi sulle eccellenze presenti nelle principali universita' italiane, nei centri di ricerca ed in alcune aziende del settore, disposte ad investire in ricerca industriale, e rivendicando il ruolo centrale della Regione Puglia nell'ambito sia delle energie rinnovabili che della produzione di energia elettrica, il 1 Agosto 2008 si e' costituito, con sede a Brindisi presso la Cittadella della Ricerca, il primo Distretto Tecnologico Nazionale nel settore dell'Energia, con lo scopo di: A) Sostenere lo sviluppo della ricerca in settori produttivi nel campo dell'Energia; B) Incoraggiare il trasferimento tecnologico di cui necessitano le realta' produttive nazionali ed internazionali di settore; C) Favorire il collegamento tra mondo della ricerca, mondo della produzione di beni e servizi, mondo del credito e del territorio.
Il DiTNE, in sinergia con il Dhitech di Lecce (per l'hi-tech), il Distretto della Meccatronica di Bari e il Dare di Foggia (per l'agroalimentare), consentira' di realizzare in Puglia una rete di ricerca pubblico-privata e di trasferimento tecnologico in materia di energia. Esso promuove lo sviluppo e la produzione di nuova componentistica, costituendo cosi' un punto di forza ed una scelta strategica nell'industrializzazione sostenibile del sistema nazionale e del territorio pugliese.

21/07/2008  -  Pubblicato sul BUR della
Regione Puglia il "Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse".

13/06/2008  -  Pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Puglia la Legge Regionale n. 13 del 2008: "Norme per l'abitare sostenibile". Finalità: la Regione promuove e incentiva la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico sia nelle trasformazioni territoriali e urbane sia nella realizzazione delle opere edilizie, pubbliche e private, nel rispetto dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dei principi fondamentali desumibili dalla normativa vigente per quanto riguarda il rendimento energetico nell'edilizia e l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici. Per tali finalità la presente legge definisce gli strumenti, le tecniche e le modalità costruttive sostenibili negli strumenti di governo del territorio, negli interventi di nuova edificazione, di recupero edilizio e urbanistico e di riqualificazione urbana.

18/12/2007  -  Pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 180 del 2007 il provvedimento di approvazione del Progetto regionale "Certificazione della filiera delle biomasse residuali agro-industriali" predisposto nell'ambito delle azioni previste dal Programma biocombustibili "PROBIO". Il progetto, formulato a seguito della adesione della Regione Puglia al Progetto interregionale "Certificazione delle filiere bioenergetiche" di cui è capofila la Regione Sicilia, prende in esame la filiera delle biomasse agroindustriali di sansa esausta prodotta dal ciclo di lavorazione delle olive. Tali biomasse residuali sono di notevole interesse per la Regione Puglia, dove la produzione è diversificata, quantitativamente significativa e qualitativamente idonea per la valorizzazione a fini energetici.



NORMATIVA IN MATERIA DI ENERGIA

09/12/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Legge regionale n. 36 del 5 dicembre 2016: "Norme di attuazione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e dei decreti del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 74 e n. 75, di recepimento della direttiva 2010/31/UE del 19 maggio 2010 del Parlamento europeo e del Consiglio sulla prestazione energetica nell'edilizia. Istituzione del "Catasto energetico regionale". Con tale legge la Regione Puglia, in attuazione della direttiva 2010/31/UE del 19 maggio 2010 e nel rispetto del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, promuove il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti e di nuova costruzione al fine di favorire la riduzione dei consumi energetici nel settore edilizio; istituisce il catasto regionale degli impianti termici, il catasto regionale degli attestati di prestazione energetica (APE); fissa i principi per lo svolgimento delle attività di controllo sul funzionamento degli impianti termici e sugli attestati di prestazione energetica degli edifici.

10/11/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Determinazione del Dirigente Sezione Infrastutture Energetiche e Digitali 24 ottobre 2016, n. 49: Autorizzazione Unica ai sensi del D.Lgs. n. 387/2003 relativa alla costruzione ed all'esercizio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili. Applicazione D.M. del 23.06.2016. Tale norma dispone che le Autorizzazioni Uniche debbano prevedere una durata pari a 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio commerciale dell'impianto, come previsto dal D.M. del 23.06.2016.

20/10/2015  -  Con Avviso del Servizio energie rinnovabili, reti ed efficienza energetica del 19/10/2015 la Regione Puglia rende noto che dal 1 ottobre 2015, in relazione agli attestati di prestazione energetica degli edifici, si applica la normativa nazionale.

Deliberazione della Giunta Regionale 18 dicembre 2014, n. 2719: Piano per la promozione e l'uso razionale dell'energia ai fini del contenimento di costi ed emissioni nocive degli impianti e dei mezzi a servizio degli della Regione Puglia. Approvazione linee guida e mobilita di realizzazione in attuazione della DGR 2173 del 26/11/2013.

Deliberazione della Giunta Regionale 17 aprile 2014, n. 724: Sistema di valutazione del livello di sostenibilita ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale "Norme per l'abitare sostenibile" (art. 10, L.R. 13/2008). Approvazione del "Protocollo ITACA PUGLIA - Strutture ricettive".

Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2013, n. 3: Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale "Norme per l'abitare sostenibile" (art. 10, L.R. 13/2008). Revoca della DGR 2251/2012 e nuova approvazione del "Protocollo ITACA PUGLIA 2011 - RESIDENZIALE -". Approvazione delle linee guida all'autovalutazione e del software di calcolo.

05/12/2012  -  Pubblicata sul BUR della Regione Puglia la Deliberazione della Giunta Regionale 13 novembre 2012, n. 2251: Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale "Norme per l'abitare sostenibile" (art. 10, L.R. 13/2008). Adozione "Protocollo ITACA PUGLIA 2011 - RESIDENZIALE.

Deliberazione della Giunta Regionale 28 marzo 2012 n. 602: Individuazione delle modalità operate per l'aggiornamento del Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR) e avvio della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 ottobre 2010, n. 2259: Procedimento di autorizzazione unica alla realizzazione ed all'esercizio di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Oneri istruttori. Integrazioni alla DGR n. 35/2007.

Legge regionale n. 31 del 21/10/2008: "Norme in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili e per la riduzione di immissioni inquinanti e in materia ambientale".

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 gennaio 2007, n. 35: "Procedimento per il rilascio dell'Autorizzazione unica ai sensi del Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 e per l'adozione del provvedimento finale di autorizzazione relativa ad impianti alimentati da fonti rinnovabili e delle opere agli stessi connesse, nonché delle infrastrutture indispensabili alla costruzione e all'esercizio."

06/10/2006  -  Emesso dalla Regione Puglia un Regolamento per la realizzazione di impianti eolici nella Regione.

Legge regionale n. 15 del 23/11/2005: Misure urgenti per il contenimento dell'inquinamento luminoso e per il risparmio energetico. Bollettino ufficiale della regione Puglia n. 147 del 28 novembre 2005.

Legge regionale n. 9 del 11/08/2005: Moratoria per le procedure di valutazione d'impatto ambientale e per le procedure autorizzative in materia di impianti di energia eolica. Bollettino ufficiale della regione Puglia n. 102 del 12 agosto 2005.

Legge regionale n. 19 del 30-11-2000: Conferimento di funzioni e compiti amministrativi in materia di energia e risparmio energetico, miniere e risorse geotermiche. Bollettino ufficiale della regione Puglia n. 147 del 13 dicembre 2000.

PIANI ENERGETICI
Piano Energetico Ambientale Regionale adottato dalla GR nel 2007
Piano Energetico Ambientale Regionale aggiornamento adottato dalla GR nel 2015
Programma di sviluppo rurale 2007/2013 (versione novembre 2012)
Piano Energetico Provinciale e Valutazione Ambientale Strategica della Provincia di Andria-Barletta-Trani (Approvato dal CP nel 2013)
Le politiche europee in materia di bioenergie: opportunità di crescita sostenibile nelle aree rurali di puglia. (Documento realizzato nel 2014 da Francesco Mirizzi. Tutor: Paolo Casalino - Dirigente dell'Ufficio per i Rapporti con le Istituzioni dell'UE della Regione Puglia)

STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)



LINK UTILI
Agenzia Provinciale di Lecce
Agenzia Provinciale per l'Energia e l'Ambiente della Provincia di Foggia
Distretto Tecnologico Nazionale nel settore dell'Energia
Il sito internet POR FERS della Regione
Bollettino Ufficiale Regionale