OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI
REGIONALI E LOCALI

UMBRIA

Home

Mappa

Contatti


Bilanci energetici regionali (dal Rapporto sull'efficienza energetica 2016 pubblicato dall'ENEA nel Giugno 2016)

FONDI STRUTTURALI 2014-2020: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2014-2020, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

FONDI STRUTTURALI 2007-2013: DOCUMENTO STRATEGICO REGIONALE, PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FESR 2007-2013, RAPPORTI ANNUALI DI ESECUZIONE, BANDI

INTERVENTI REGIONALI
26/10/2016  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 Asse IV, un bando per il sostegno agli investimenti per l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile. Beneficiari: grandi, medie e piccole imprese extra agricole. Interventi ammessi: Interventi di riduzione dei consumi termici ed elettrici; Interventi sull'involucro degli edifici; Interventi sul ciclo produttivo; Interventi per l'autoproduzione di energia elettrica/termica da fonti rinnovabili. Le risorse stanziate ammontano complessivamente ad € 2.000.000. L'intensità d'aiuto è pari al 30%, 40% e 50% rispettivamente per le grandi, medie e piccole imprese.

30/03/2016  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, un bando pubblico per la concessione di contributi ad enti pubblici finalizzati alla realizzazione di interventi (di piccole dimensioni) di efficientamento energetico degli edifici. Con tale bando si intende sostenere la realizzazione di interventi di efficientamento energetico su edifici di proprietà pubblica ad uso pubblico, integrando gli incentivi previsti dal Decreto Interministeriale 16 febbraio 2016 "Aggiornamento della disciplina per l'incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili" (denominato Conto termico 2.0). Le risorse destinate al finanziamento del presente Bando  ammontano a € 2.500.000 e trovano copertura finanziaria a valere sull'Asse IV del POR FESR 2014/2020 della Regione Umbria.  I beneficiari possono partecipare al presente bando qualora abbiano richiesto l'accesso agli incentivi di cui al Conto Termico 2.0.  il bando prevede di finanziare massimo il 35% delle spese ammissibili e, considerato che l'incentivo statale è fissato in quote minime del 40% e massime del 55%, gli interventi di efficientamento potranno beneficiare di contributi pari al 90% dei costi.  Nel caso di interventi riferiti ad edifici "NZEB" (ad energia quasi zero"), il Conto termico finanzierà massimo il 65% ed il bando regionale il 25%, percentuali comunque pari al 90% delle spese.  Sono ammissibili a contributo le tipologie di interventi previsti dall'art. 4 del Decreto Interministeriale 16 febbraio 2016, nel rispetto delle condizioni e delle modalità di cui agli Allegati I e II dello stesso decreto.

13/01/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito del POR FESR 2014/2020 Asse 1, un bando per il sostegno alla creazione e al consolidamento di start-up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca. L'avviso si propone l'obiettivo di sostenere la ricerca e/o lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi ad alto contenuto innovativo negli ambiti di specializzazione individuati dalla Strategia di Ricerca e Innovazione per la Specializzazione Intelligente. Gli ambiti prioritari sono: Scienze della vita, l'Agrifood, la Chimica verde, Fabbrica Intelligente /Aerospazio, Energia. La dotazione finanziaria ammonta a  € 2.000.000
. L'agevolazione prevista nel presente avviso è concessa in regime "de minimis". Il contributo è a fondo perduto pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. Per essere definita innovativa, l'impresa proponente deve presentare almeno una delle seguenti condizioni: A) Basarsi sullo sfruttamento di un brevetto; B) Avere stipulato un accordo di collaborazione scientifica con università, enti di ricerca, centri di ricerca pubblici, con costo massimo pari al 20% del costo totale del progetto; C) Avere nella compagine societaria, una delle seguenti tipologie di soci o una loro combinazione: investitori istituzionali o informali specializzati nel finanziamento di nuove iniziative imprenditoriali ad alta tecnologia; partners industriali; D) Essere iscritte alla Sezione speciale del Registro delle impresa presso le Camere di Commercio.

22/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito dell'Asse IV (Energia sostenibile) del POR FESR 2014/2020, un bando pubblico per la concessione di contributi ad enti pubblici per la realizzazione di diagnosi e certificazioni energetiche su edifici pubblici finalizzate alla promozione di interventi di efficientamento energetico. Le risorse complessivamente destinate al finanziamento del presente bando ammontano a € 996.000. Sono ritenute ammissibili solo gli edifici o le strutture destinati ad uso pubblico aventi superficie coperta utile non inferiore a 250 mq. e dovranno essere inseriti in un apposito inventario regionale con l'obiettivo di realizzare una banca dati delle diagnosi energetiche relative ad un numero significativo di edifici pubblici. il contributo massimo concedibile per diagnosi e certificazione energetica di ciascun edificio o struttura è quantificato in € 6.000. Nel caso di edifici o strutture ospedaliere l'importo massimo concedibile è quantificato in € 12.000 ciascuna. Sono previste un numero minimo di diagnosi e un massimo di importo concedibile per ogni beneficiario. La domanda di partecipazione può essere presentata dal 22/7/2015 al 30/9/2015.


08/07/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito dell'Asse IV (Energia sostenibile) del POR FESR 2014/2020, il bando "Sostegno agli investimenti per l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile". Beneficiari sono le grandi, medie e piccole imprese extra agricole. Le risorse finanziarie ammontano a  € 2.000.000 e trovano copertura finanziaria nel Fondo Unico regionale per le attività produttive e nelle risorse assegnate all'Attività 4.1.1 del POR FESR Umbria 2014-2020. L'aiuto è pari rispettivamente al 30%, 40% e 50% per le grandi, medie e piccole imprese, in regime ordinario o in regime de minimis. Sono ammissibili a contributo gli investimenti finalizzati a perseguire un utilizzo razionale dell'energia e/o autoprodurre energia da fonte rinnovabile, secondo le tipologie e con le modalità indicate nell'Allegato 1 e 2. La realizzazione dell'intervento dovrà essere effettuata presso una unica unità produttiva dell'azienda richiedente che dovrà essere ubicata nel territorio della Regione Umbria. L'ammontare degli investimenti ammissibili non può essere inferiore a  € 30.000. Il contributo pubblico, per ciascuna richiesta, non potrà superare l'importo di € 600.000. Il bando con Determinazione Dirigenziale n. 5829 del 10 agosto è stato corretto e ripubblicato sul BUR del 19/08/2015. Il documento scaricabile tramite il precedente link corrisponde alla versione corretta.

24/06/2015  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria, nell'ambito della nuova programmazione dei fondi strutturali 2014/2020, un bando a sostegno dei progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale delle imprese. Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dal 15 luglio e fino al 30 settembre. Gli ambiti tecnologici di riferimento rispetto ai temi dei progetti sono individuati dalla strategia regionale di specializzazione intelligente quali energia, chimica verde, scienze della vita, agrifood, fabbrica intelligente ed aerospazio. L'agevolazione a favore delle imprese consiste in un contributo a fondo perduto concesso nella seguente misura: - 35% per le PMI e 25% per le GI del costo del progetto ammesso all'agevolazione e relativo alle attività di sviluppo sperimentale; - 60% per le PMI e 50% per le GI del costo del progetto ammesso all'agevolazione e relativo alle attività di ricerca industriale. La dotazione finanziaria ammonta ad € 1.500.000, non appena iscritte a bilancio le risorse relative alla prima annualità del POR FESR 2014-2020 Asse I Azione 1.1.1 la dotazione finanziaria verrà aumentata ad € 6.500.000.

09/10/2013  -  Pubblicati sul BUR della Regione Umbria due bandi nell'ambito dell'Asse III, Attività B3, del POR FESR 2007/2013. Beneficiari sono
le Amministrazioni Comunali dell'Umbria, sia in forma singola che associata.  Il primo bando  finanzia le Amministrazioni comunali per interventi volti alla realizzazione di reti di teleriscaldamento di proprietà  comunale connesse ad impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Sono ammissibili a contributo la realizzazione, il rifacimento o potenziamento di reti di teleriscaldamento connesse ad impianti alimentati a biomassa solida o gassosa, di proprietà delle Amministrazioni comunali, per una lunghezza non inferiore a 300 m. Le risorse iniziali destinate al finanziamento del presente bando ammontano a  € 600.000. Il contributo massimo è pari al 100% delle spese ammissibili.
Il secondo bando finanzia interventi di riqualificazione energetica negli edifici pubblici di proprietà comunale. Sono ammissibili a contributo interventi di riqualificazione energetica del sistema edificio-impianto di immobili pubblici esistenti, con destinazione d'uso non residenziale, cui possono essere associati interventi volti all'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Le risorse iniziali destinate al finanziamento del presente bando ammontano a  € 1.450.000 di cui  € 250.000 da destinare alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Ciascun Soggetto richiedente può presentare fino ad un massimo di due istanze di contributo, nella prima richiesta di finanziamento, il Soggetto richiedente può richiedere un contributo massimo pari al 100% delle spese ammissibili, nella seconda richiesta di finanziamento, si può richiedere un contributo massimo pari all' 80% delle spese ammissibili cumulabile solo per quest'istanza con altri incentivi.


20/03/2013  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando, nell'ambito della Misura 312 del PSR 2007/2013, di sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese. Il bando incentiva le seguenti due azioni della Misura 312: azione a) "Creazione e sviluppo di microimprese orientate all'attività turistica"; azione c) "Creazione e sviluppo di microimprese orientate allo sfruttamento delle energie rinnovabili". L'azione c è finalizzata a creare microimprese in grado di fornire servizi finalizzati alla realizzazione al funzionamento e alla corretta gestione di impianti di potenza non superiore ad 1 MW, compreso l'approvvigionamento delle biomasse utili al funzionamento dei medesimi (trasformazione della biomassa, approvvigionamento e vendita), allo scopo di consolidare uno specifico tessuto professionale a supporto del settore. La dotazione finanziaria a disposizione dell'azione c è di 2 milioni di euro. L'aiuto viene corrisposto nel corso dei primi tre anni solari di attività della microimpresa secondo le seguenti intensità:
- 80% per le spese sostenute nel corso del primo anno;
- 60% per le spese sostenute nel corso del secondo anno;
- 40% per per le spese sostenute nel corso del il terzo anno.


19/02/2013  -  Con Determinazione Dirigenziale n. 786 del 19/02/2013, la Regione Umbria ha emanato un Bando finalizzato alla concessione di contributi a fondo perduto sulle spese sostenute dalle piccole, medie e grandi imprese di produzione di beni e/o servizi, per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale su componenti/prodotti/sistemi/tecnologie destinati alla produzione energetica da fonti rinnovabili e/o per il miglioramento dell'efficienza energetica. Il Bando fa parte del POR FESR 2007 - 2013 Asse III attività a2 e b2. La dotazione finanziaria a disposizione delle aziende umbre è di 3,5 milioni di euro, sotto forma di contributi in conto capitale. Per le Piccole e Medie Imprese, il contributo sarà del 35% nel caso di interventi di sviluppo sperimentale e del 60% nel caso di attività di ricerca industriale. Per le Grandi Imprese, il contributo sarà del 25% nel caso di interventi di sviluppo sperimentale e del 50% nel caso di attività di ricerca industriale. La presentazione delle domande può essere fatta dall'11 marzo al 31 dicembre 2013.

19/12/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando per aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici. Con tale bando vengono approvate le modificazioni e le integrazioni al bando "Aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici" approvato con D.D. n. 8967 del 6 dicembre 2011, già adeguato con D.D. n. 7965/2012. La dotazione finanziaria viene portata da 6 a 7 milioni di euro.

22/08/2012  -  Emessi dalla Regione Umbria due bandi nell'ambito del POR FERS 2007/2013: Il primo riguarda l'assegnazione di contributi alle Amministrazioni comunali per l'utilizzo dell'energia solare in edifici di tipo scolastico, sportivo, ricreativo, culturale, sociale e amministrativo di proprietà comunale; il secondo riguarda l'assegnazione di contributi alle Amministrazioni comunali per interventi di efficienza energetica nella pubblica illuminazione. Le proposte di intervento di entrambi i bandi troveranno copertura finanziaria, nell'ambito di tranches di finanziamento che, con successivi atti, il dirigente del Servizio Energia attiverà sulla base della disponibilità derivanti dai bandi già approvati con D.D. n. 8933/2011 e n. 8934/2011, o che si renderanno altresì disponibili nell'ambito dell'Asse III del POR FESR 2007-2013. Sono ammissibili a contributo, per il primo bando, gli investimenti in impianti fotovoltaici da installare su edifici di proprietà comunale (quali quelli destinati a servizi di tipo scolastico, sportivo/ricreativo, culturale e amministrativo) ad esclusione di quelli a destinazione residenziale. In associazione alla realizzazione dell'impianto fotovoltaico è finanziabile anche l'installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria al servizio dei medesimi edifici. L'impianto fotovoltaico al servizio di ciascun edificio di cui al punto 3.1 dovrà avere una potenza nominale non inferiore a 6 kWp.  L'ammontare degli investimenti ammissibili in ciascuna domanda non può essere inferiore a  €. 50.000, mentre il contributo regionale complessivo non potrà superare per ciascun Ente richiedente l'importo di €. 150.000. Per gli interventi di cui al presente bando è previsto un contributo in conto capitale fino al 60% della spesa ammissibile direttamente sostenuta dal Comune.
Per il secondo bando sono ammissibili a contributo gli investimenti tesi a realizzare interventi di miglioramento del grado di efficienza degli impianti di illuminazione pubblica utilizzando le più moderne tecnologie presenti sul mercato in termini di risparmio energetico, di telecontrollo e di utilizzo di fonti di energia solare al servizio dei singoli corpi illuminanti. Per i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti elencati nella Tabella A dell'Allegato 3, il contributo in conto capitale per gli interventi di cui al presente bando non potrà superare il 70% della quota di spesa riconosciuta ammissibile a finanziamento e direttamente sostenuta dal Comune beneficiario. Per i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti elencati nella Tabella B dell'Allegato 3, la quota massima di contributo è fissata al 60%.

22/02/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando per lo sviluppo di tecnologie verdi nel campo dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. Il bando è finanziato dal POR FESR 2007/2013. Il presente bando disciplina i termini, le modalità e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni a favore di PMI extraagricole che realizzino innovazioni di prodotto e/o di processo attraverso programmi di investimento riguardanti la produzione di beni e servizi alla produzione strumentali e funzionali allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile e del risparmio energetico. Particolare attenzione sarà riservata allo sviluppo delle filiere produttive relative a tali settori produttivi ed allo sviluppo di start-up d'impresa. Le risorse, stanziate ammontano ad € 5.000.000,00 che trovano copertura nelle seguenti Attività del POR-FESR 2007-2013: A) Asse III Efficienza energetica e sviluppo di fonti rinnovabili € 3.500.000,00; B) Asse I Innovazione ed economia della conoscenza € 1.500.000,00. Gli interventi finanziabili sono relativi a programmi di investimento riguardanti: a. la produzione di apparecchiature, macchinari e componenti finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili che utilizzino le più innovative tecnologie disponibili; b. la produzione di componenti e/o sistemi quali soluzioni integrate di building automation, soluzioni integrate di domotica, sistemi per la gestione e il controllo dei consumi, motori a basso consumo funzionali al miglioramento delle prestazioni degli edifici. L'incentivo varia tra il 10% e il 50% secondo il tipo di spesa, la grandezza dell'impresa e il regime in esenzione o in de minimis scelto dall'impresa.

22/02/2012  -  Pubblicato sul BUR della Regione Umbria un bando per la presentazione delle domande di contributo per interventi di cui al POR FESR 2007-2013 Regione Umbria. Asse III - Attività b3 Sostegno agli investimenti volti all'efficienza energetica ed alla diffusione della produzione di energia da fonti rinnovabili. Con tale Bando si vogliono sostenere gli investimenti delle imprese (grandi, medie e piccole extraagricole) per l'efficienza energetica, finalizzati a migliorare la tutela ambientale e realizzati anche in integrazione con investimenti (non agevolabili) per la produzione di energia da fonte rinnovabile. Le risorse per il finanziamento del presente Bando ammontano complessivamente a 4 Milioni di euro, e verranno utilizzate come segue: a) 2 Milioni per il finanziamento degli interventi proposti da imprese che si impegnino a realizzare o dimostrino il possesso di impianto di produzione di energia elettrica mediante sistema fotovoltaico; b) 2 milioni per il finanziamento degli interventi non ricompresi tra gli interventi di cui al punto a). Sono incentivati: A) Interventi di riduzione dei consumi termici; B) Interventi di riduzione dei consumi elettrici; C) Interventi sul ciclo produttivo. L'incentivo è pari al 20%, 30% e al 40% rispettivamente per le grandi, medie e piccole imprese, con la possibilità di scegliere tra regime in esenzione o in de minimis. 

21/12/2011  -  Nell'ambito del POR FESR 2007-2013, in attuazione delle azioni dell'Attività B3 "Sostegno all'introduzione di misure e investimenti volti all'efficienza energetica" dell'Asse III, è stato pubblicato, sul BUR della Regione Umbria, un bando per l'assegnazione di contributi alle Amministrazioni comunali per interventi di efficienza energetica nella pubblica illuminazione. Gli interventi dovranno riguardare impianti esistenti corrispondenti alle seguenti categorie: rete di illuminazione pubblica stradale; impianti di illuminazione al servizio di impianti sportivi di proprietà comunale; impianti esistenti per l'illuminazione di soggetti visivi di rilevante interesse artistico, storico, architettonico, monumentale e di pregio culturale e testimoniale, di cui all'art. 3 comma 2 del Regolamento Regionale 5 aprile 2007, n.2. Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di lavori: sostituzione di sistemi di illuminazione esistenti con l'utilizzo di tecnologie ad elevata efficienza; installazione di dispositivi per il controllo e la gestione dell'illuminazione e dei corpi illuminanti; integrazione o sostituzione dei sistemi di alimentazione delle singole lampade con sistemi di captazione e accumulo dell'energia solare, da associarsi agli interventi di cui ai punti precedenti. Le risorse per il finanziamento del presente bando sono quantificate in  € 6.500.000,00 così suddivise:  €. 1.500.000,00 sono destinati ad interventi da attuarsi da parte di Comuni fino a 5000 abitanti e € 5.000.000,00 sono destinati ad interventi da attuarsi da parte di Comuni con oltre 5000 abitanti. Per i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti il contributo in conto capitale non potrà superare il 70%, per i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti la quota massima di contributo è fissata al 60%.


21/12/2011  -  Nell'ambito del POR FESR 2007-2013, in attuazione delle azioni dell'Attività A3 "Sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili" dell'Asse III, è stato pubblicato, sul BUR della Regione Umbria, un bando per l'utilizzo dell'energia solare in edifici di tipo scolastico, sportivo, ricreativo, culturale, sociale e amministrativo di proprietà comunale. Le risorse per il finanziamento del presente bando sono quantificate in € 4.000.000. Sono ammissibili a contributo gli investimenti tesi ad acquistare ed installare impianti fotovoltaici in edifici di proprietà comunale (quali quelli destinati a servizi di tipo scolastico, sportivo/ricreativo, culturale e amministrativo) ad esclusione di quelli a destinazione residenziale. In associazione alla realizzazione dell'impianto fotovoltaico è finanziabile anche l'installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria al servizio dei medesimi edifici. L'impianto fotovoltaico al servizio di ciascun edificio di cui al punto 3.1 dovrà avere una potenza nominale non inferiore a 6 kWp. Per gli interventi di cui al presente bando è previsto un contributo in conto capitale fino al 60% della spesa ammissibile direttamente sostenuta dal Comune.

14/12/2011  -  Nell'ambito del POR FESR 2007-2013 è stato pubblicato, sul BUR della Regione Umbria, un bando per aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici. Il bando ha una dotazione finanziaria di 6 milioni di euro di cui 2,5 dall'Asse III - Attività a3 "Sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili" ed il resto dall'Asse I  -  Attività a4 "Sostegno alle imprese in materia di eco - innovazione". Possono accedere alle agevolazioni del presente Bando le grandi, medie e piccole imprese extraagricole. Gli aiuti saranno concessi in applicazione del regolamento (CE) n. 1998/2006 "de minimis" secondo le seguenti percentuali: grandi imprese: 20%; medie imprese: 25%; piccole imprese: 30%.

04/11/2009  -  Emesso dalla Regione Umbria un bando di concorso per l'assegnazione di contributi per la realizzazione di edifici residenziali da destinare alla vendita, che adottino soluzioni sperimentali e riproducibili nel campo della bioarchitettura e del risparmio energetico. La sperimentazione è volta alla realizzazione di abitazioni in grado di soddisfare le esigenze: A) di comfort e salubrità abitative; B) di sostenibilità del processo edificatorio; C) di contenimento dei consumi energetici; D) di utilizzo di fonti di energia rinnovabili; E) di minimizzare l'emissione, in fase di realizzazione e di esercizio, dei gas serra. Beneficiari: Cooperative edilizie di abitazione e Imprese di costruzione e loro consorzi. Per tale finalità la Giunta regionale ha stanziato un importo pari € 3.840.000,00 nel POA preliminare 2008-2010, approvato con DGR del 2 marzo 2009 n. 256. Tale importo potrà essere incrementato qualora si dovessero rendere disponibili ulteriori risorse. Entità dell'incentivo: 20-30% del costo convenzionale dell'alloggio in base al reddito del nucleo familiare acquirente fino a 35.000€ e un'ulteriore contributo, fino ad un massimo di € 12.000,00 per ogni alloggio, graduato sulla base di un punteggio calcolato tenendo conto delle soluzioni sperimentali proposte, indipendentemente dalla fascia di reddito di appartenenza del nucleo familiare dell'acquirente/assegnatario.

15/04/2009  -  Emesso dalla Regione Umbria un bando di incentivazione, rivolto alle imprese, per il sostegno all'introduzione di misure ed investimenti volti all'efficienza energetica. Il bando è finanziato dal POR FESR con 17.405.806 euro. Sono ammissibili a contributo: a) investimenti finalizzati a perseguire un utilizzo razionale dell'energia; b) diagnosi energetiche dettagliate dell'intero sito produttivo sul quale si intende realizzare gli investimenti di cui al comma precedente. L'ammontare degli investimenti ammissibili non può essere inferiore a 10mila euro e il contributo massimo che potrà essere concesso è di 600 mila euro. Gli aiuti, calcolati in Equivalente Sovvenzione Lorda (ESL), saranno erogati in applicazione del regolamento (CE) n. 800/2008 e del regolamento (CE) 1998/2006 relativo agli aiuti in regime "de minimis".

12/12/2007  -  Emesso dalla Regione Umbria un bando di concorso per l'assegnazione di contributi per la realizzazione di interventi tesi a sperimentare soluzioni avanzate e riproducibili nel campo della bioarchitettura e del risparmio energetico. Beneficiari sono le cooperative di abitazione ed alle imprese di costruzione. La dotazione finanziaria ammonta a 3 milioni di euro. 

30/05/2007  -  Emesso dalla Regione Umbria un bando per il sostegno alle imprese per investimenti nelle fonti rinnovabili, la tutela e la riqualificazione ambientale. Il bando è finanziato dai fondi strutturali nell'ambito del Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013. Le risorse sono quantificate indicativamente in 6 milioni di euro. Sono concessi contributi agli investimenti delle imprese industriali, artigiane, commerciali e turistiche finalizzati a: ridurre l'inquinamento atmosferico, idrico e acustico; promuovere la qualità ambientale attraverso interventi per la prevenzione e la sicurezza; ridurre la quantità e la pericolosità dei rifiuti ed incentivare il recupero dei materiali; perseguire l'utilizzo razionale dell'energia; promuovere l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili e la cogenerazione.


NORMATIVA IN MATERIA DI ENERGIA

21/12/2016  -  Pubblicata sul BUR della Regione Umbria la Delibera della Giunta Regionale 5 dicembre 2016, n. 1432 "Atto di indirizzo per l'uniforme applicazione delle procedure semplificate per la costruzione e l'esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili".

27/11/2015  -  Con la Legge regionale n. 17 del 2015, art.10, viene istituito in Umbria il catasto energetico regionale costituito dal catasto unico regionale degli impianti termici (CURIT) e dal catasto regionale degli attestati di prestazione energetica.

Delibera Giunta Regionale n. 953 del 04-09-2013: Certificazione di sostenibilità ambientale di cui alla L.R. n. 17/08 - Valutazione delle prestazioni ambientali di un edificio con più destinazioni d'uso.

Delibera Giunta Regionale n. 40 del 23-1-2012: Art. 12 R.R. 7/2011. Modifiche e integrazioni agli allegati. Ulteriori aree non idonee.

05/08/2011  -  La Regione Umbria ha delineato una strategia di sviluppo a breve termine per la produzione di energia da fonti rinnovabili con una previsione di crescita che permetta il raggiungimento, nel 2020, dell'obiettivo europeo fissato per l'Italia pari al 17% di energia rinnovabile rispetto al consumo finale. Tale strategia é stata approvata con D.G.R. 29 luglio 2011, n. 903. La Regione Umbria, inoltre, a supporto di tale strategia e recependo sia il decreto 10 settembre 2010 che il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, ha declinato un regolamento che disciplina le procedure amministrative per l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili ed individua, inoltre, le aree e i siti non idonei alla installazione di specifiche tipologie di impianti. La suddetta disciplina é stata approvata con R.R. 29 luglio 2011, n. 7.

19/05/2008  -  La Giunta Regionale dell'Umbria ha approvato, con Delibera n. 561/2008, i criteri e  le modalità per lo svolgimento del procedimento unico di cui all'articolo 12 comma 4 del D.Lgs. 387/2003 in materia di autorizzazione unica per la costruzione e l'esercizio di impianti di produzione di elettricità da fonti rinnovabili. Attuazione art.5 L.R. 26 marzo 2008, n. 5.

23/07/2007  -  Approvate dalla Giunta Regionale della Regione Umbria le "Linee guida per lo svolgimento del procedimento unico di cui all'art. 12 del D.Lgs. 387/03 concernente l'autorizzazione per la costruzione e l'esercizio di impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili".

Legge regionale n. 20 del 28-02-2005:
"Norme in materia di prevenzione dall'inquinamento luminoso e risparmio energetico".  Bollettino ufficiale della regione Umbria n. 12 del 16 marzo 2005.

Legge regionale n. 38 del 20-12-2000:
"Agevolazioni nel calcolo dei parametri urbanistici per il miglioramento del comfort ambientale e del risparmio energetico negli edifici".  Bollettino ufficiale della regione Umbria n. 67 del 27 dicembre 2000.

Legge regionale n. 3 del 02-03-1999:
"Riordino delle funzioni e dei compiti amministrativi del sistema regionale e locale delle Autonomie dell'Umbria in attuazione della legge 15 marzo 1997, n. 59 e del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112".  Bollettino ufficiale della regione Umbria n. 15 del 10 marzo 1999.


PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE
Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014-2020  (Adottata dalla GR nel Nov. 2015)
Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014-2020  (Preadottata dalla GR nel Lug. 2014)
Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014-2020 Documento Preliminare (Approvata  dalla GR nel Dic. 2013)
Piano Energetico Ambientale Regionale: Documento Principale, Approfondimenti (Approvato dalla GR nel 2004)

STATISTICHE ENERGETICHE 1988-2008  (DAL SITO DELL'UNITA' TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA DELL'ENEA)

LINK UTILI
Sito internet Energia della Regione Umbria
Sito internet Fondi Strutturali della Regione Umbria
Agenzia Energetica Provinciale di Perugia
Autorizzazioni impianti alimentati da fonti rinnovabili (dal sito di GSE)

Bollettino Ufficiale Regionale