OSSERVATORIO POLITICHE ENERGETICO-AMBIENTALI REGIONALI E LOCALI

Home

Mappa

Contatti

L'ENEA nell'ambito delle proprie attivitą per e con le Regioni, ha in corso uno specifico progetto di ricognizione, analisi e supporto alle attivitą regionali nei campi dell'energia e dell'ambiente. L'indagine consiste nell'individuazione di tutti gli atti, iniziative e attivitą regionali e locali nei campi suddetti, nell'estrapolazione di tutte le informazioni utili e loro collocazione nel presente Sito, ordinandole e classificandole per Argomenti, per Regioni e altre Amministrazioni. Le informazioni riportate nel sito provengono da fonti ufficiali delle Pubbliche Amministrazioni.

NOVITA' IN EVIDENZA

Approvato dal Consiglio regionale della Liguria il Piano energetico ambientale regionale 2014/2020. (Nov. 2017)

Con D.M. del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, č stata adottata la Strategia Energetica Nazionale 2017. Fra i target quantitativi previsti dalla SEN: a) efficienza energetica: riduzione dei consumi finali da 118 a 108 Mtep al 2030; b) fonti rinnovabili: 28% di rinnovabili sui consumi complessivi al 2030 rispetto al 17,5% del 2015; rinnovabili sul consumo elettrico del 55% al 2030 rispetto al 33,5% del 2015; rinnovabili sugli usi termici del 30% al 2030 rispetto al 19,2% del 2015;  rinnovabili nei trasporti del 21% al 2030 rispetto al 6,4% del 2015; c) riduzione del differenziale di prezzo dell'energia rispetto al resto dell'Europa; d) cessazione della produzione di energia elettrica da carbone; e) razionalizzazione del downstream petrolifero, con evoluzione verso le bioraffinerie e un uso crescente di biocarburanti sostenibili e del GNL nei trasporti pesanti e marittimi al posto dei  derivati dal petrolio; f) verso la decarbonizzazione al 2050: rispetto al 1990, una diminuzione delle emissioni del 39% al 2030 e del 63% al 2050; g) raddoppiare gli investimenti in ricerca e sviluppo tecnologico clean energy: da 222 Milioni nel 2013 a 444 Milioni nel 2021; h) promozione della mobilitą sostenibile e dei servizi di mobilitą condivisa; i) nuovi investimenti sulle reti; l) riduzione della dipendenza energetica dall'estero dal 76% del 2015 al 64% del 2030 grazie alla forte crescita delle rinnovabili e dell'efficienza energetica. (Nov. 2017)

Con Delibera della Giunta Regionale del Lazio del 17.10.2017 n. 656, č stata adottata la proposta di Piano Energetico Regionale. Entro il termine perentorio di 60 giorni dalla pubblicazione sul BURL, č possibile prendere visione di tale documentazione e presentare le osservazioni, anche fornendo nuovi e ulteriori documenti conoscitivi e valutativi. (Nov. 2017)

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di settembre 2017 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nei primi nove mesi del 2017 pari a 239,5 TWh in aumento del 1,7% rispetto ai primi nove mesi del 2016, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -11,7% (30,8 TWh), da biomasse -0,7% (13,4), da eolico -7,0% (12,4), da fotovoltaico +12,9% (20,9), da geotermia -1,8% (4,3), da termoelettico +8,4% (131,3), importazioni nette dall'estero -10,8% (28,1). Complessivamente la produzione netta da fonti rinnovabili nei primi nove mesi del 2017 č stata di 81,8 TWh, pari al 38,4% della produzione netta totale. Nei primi nove mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016, i maggiori incrementi di richiesta di energia si sono avuti nelle aree territoriali di Emilia R. e Toscana (+4,1%), e in quella di Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise (+2,7%) mentre la maggiore riduzione si č avuta nell'area territoriale di Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria (-1,2%). (Ott. 2017)

Nuova Strategia energetica nazionale, audizione Calenda e Galletti. In data 24/10/2017 le Commissioni riunite Ambiente e Attivitą produttive di Camera e Senato, presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio, hanno svolto l'audizione del Ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, e del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti, sugli esiti della consultazione pubblica sulla nuova Strategia energetica nazionale. (Ott.2017)

Come previsto dalla normativa sugli obiettivi da raggiungere per quanto riguarda i consumi finali lordi di energia coperti da fonti rinnovabili al 2020, il GSE ha pubblicato il documento "Monitoraggio statistico degli obiettivi nazionali e regionali sulle fonti rinnovabili di energia", nel quale sono presentati i dati statistici ufficiali sui consumi finali lordi di energia, complessivi e da fonti rinnovabili, rilevati nelle regioni e nelle province autonome italiane dal 2012 al 2015. Quasi tutte le regioni italiane hanno superato le previsioni di consumo di energia da fonti rinnovabili stabilite dal decreto Burden Sharing nel periodo monitorato. Molte fra queste risultano aver superato anche gli obiettivi assegnati per il 2020. La quota dei consumi finali lordi complessivi coperta da FER č risultata essere, nel 2015, pari al 17,5%. (Set. 2017)

Pubblicati da Terna i dati definitivi relativi alla produzione di energia elettrica in Italia nel 2016. I consumi lordi di energia elettrica sono diminuiti dello 0,8% rispetto al 2015. La produzione lorda da fonti rinnovabili č diminuita in Italia dello 0,8% fermandosi a 108 TWh e la quota rispetto alla produzione lorda totale si č attestata al 37,3% (era 38,5% nel 2015)  mentre quella rispetto ai consumi lordi č rimasta al 33,1% come nel 2015. Le variazioni  percentuali per fonte sono: idrico (-6,8%), biomasse (+0,6%), geotermico (+1,7%), fotovoltaico (-3,7%) ed eolico (+19,2%). A livello regionale i maggiori incrementi di produzione da fonti rinnovabili si sono avuti in Basilicata (+25,8%), Campania (+9%), Friuli (+6,7%) e Calabria (+6,3%), mentre i maggiori decrementi si sono avuti in Abruzzo (-16,1%), Valle d'Aosta (-13,4%) e Piemonte (-13%). Valle d'Aosta e Trentino hanno una produzione di energia da fonti rinnovabili superiore ai consumi, rispettivamente +277,3% e +136,8%, mentre Molise, Basilicata e Calabria coprono con le rinnovabili rispettivamente l'86,8%, il 80,8% e il 76,8% del consumo. In Liguria e Lazio invece solo l'8,6% e il 13,5% dei consumi elettrici deriva da energia rinnovabile. Le regioni con maggiori surplus di produzione totale di energia elettrica rispetto alla richiesta sono: Puglia (+14,9 TWh), Calabria (+9,9 TWh), Trentino (+3,8 TWh) e Sardegna (+2,8 TWh). Mentre quelle con maggiori deficit sono: Lombardia (-25,9 TWh), Veneto (-13,9 TWh), Campania (-7,5 TWh) ed Emilia Romagna (-7,3 TWh). (Set. 2017)

La Giunta Regionale della Liguria, come richiesto dall'Assessore allo Sviluppo Economico, ha proposto al Consiglio Regionale l'approvazione del Piano Energetico Ambientale Regionale 2014/2020. (Ago. 2017)

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, l'Avviso relativo a un nuovo Programma lanciato dal Ministero dell'ambiente per il finanziamento di interventi nelle isole minori italiane non interconnesse volti alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, allo sviluppo di forme di trasporto a basse emissioni e all'attivazione di misure di adattamento agli impatti dei cambiamenti climatici. All'attuazione del Programma, istituito con il Decreto Direttoriale n. 340 del 14 luglio 2017, sono destinati 15 milioni di euro. (Ago. 2017)

Il Ministero dello Sviluppo Economico e il ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare prorogano al 12 settembre 2017 la consultazione pubblica del documento di revisione della Strategia Energetica Nazionale (S.E.N.) avviata il 12 giugno scorso. (Ago. 2017)

Pubblicato dal GSE il documento "Incentivazione delle fonti rinnovabili, Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2016". Il documento č il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell'art. 26, comma 5, del D.M. 23/6/2016. In esso sono riportati i dati di sintesi inerenti l'incentivazione delle fonti rinnovabili mediante i meccanismi di supporto previsti dal DM 18/12/2008 (e i decreti che lo hanno preceduto), dal DM 6/7/2012 e dal DM 23/6/2016. Il documento č corredato di un allegato in excel contenente l'elenco degli impianti che al 31/12/2016 risultano ammessi agli incentivi e che risultano in esercizio o che a breve entreranno in esercizio. (Ago. 2017)

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di giugno 2017 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nei primi sei mesi del 2017 pari a 154,5 TWh in aumento del 1,4% rispetto ai primi sei mesi del 2016, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -14,1% (18,5 TWh), da biomasse -0,8% (9,0), da eolico -13,7% (8,9), da fotovoltaico +12,3% (12,7), da geotermia -1,8% (2,9), da termoelettico +12,6% (85,6), importazioni nette dall'estero -18,8% (18,3). Complessivamente la produzione netta da fonti rinnovabili nei primi sei mesi del 2017 č stata di 51,9 TWh, pari al 37,8% della produzione netta totale. Nei primi sei mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016, i maggiori incrementi di richiesta di energia si sono avuti nelle aree territoriali di Emilia R. e Toscana (+2,6%) e in quella di Trentino A.A., Friuli V.G. e Veneto (+2,0%) mentre la maggiore riduzione si č avuta nell'area territoriale di Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria (-0,4%). (Lug. 2017)

Presentato dall'ENEA il Rapporto sull'efficienza energetica 2017. Il documento contiene interessanti dati oltre che a livello nazionale anche su base regionale riguardanti l'efficienza energetica. (Lug. 2017)

Il Consiglio Regionale del Molise ha approvato il nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale. (Lug.2017)

Pubblicata sul BUR della Regione Campania la Delibera della Giunta Regionale n. 363 del 20 giugno 2017 con la quale viene preso atto del "Piano Energetico Ambientale Regionale", redatto dal Tavolo Tecnico di cui al Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Campania n. 166 del 21/07/2016, preliminare alla definizione del piano regionale in via di adozione. Viene dato l'avvio inoltre alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica del Piano stesso. (Giu. 2017)

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Delibera Cipe n. 7/2017 del 3 Marzo 2017 con la quale č stato approvato il «Programma  di  azione  e  coesione  2014-2020 - Programma complementare della Regione Calabria» con l'assegnazione  delle risorse. Il valore complessivo del Programma e' pari  a  720,81  milioni  di euro, di cui 119,13 milioni a favore dell'Asse Efficienza energetica e mobilitą sostenibile e 6 milioni per l'Asse Promozione ricerca e innovazione. (Giu. 2017)

Al via la consultazione sulla Strategia energetica nazionale (SEN). Dal 12 giugno, un mese per inviare commenti, segnalazioni e proposte sui siti www.mise.gov.it e www.minambiente.it. (Giu. 2017)


NEWS

FONDI STRUTTURALI

PIANI ENERGETICI

NORMATIVA

FONTI RINNOVABILI

EFFICIENZA ENERGETICA

ATTIVITA' ENEA SUL TERRITORIO

PATTO DEI SINDACI

NOTIZIE DAL SITO
DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI

LINK UTILI

SITUAZIONI REGIONALI

ABRUZZO
BASILICATA
BOLZANO
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA R.
FRIULI V.G.
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
MOLISE
PIEMONTE
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTO
UMBRIA
VALLE D'AOSTA
VENETO

Archivio novitą in evidenza